SiS: previsioni ottimistiche per la seconda metà dell'anno

SiS: previsioni ottimistiche per la seconda metà dell'anno

I produttori taiwanesi di chipset, in particolare SiS, prevedono eccellenti risultati per via dei problemi di fornitura da parte di Intel

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:41 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

Come già accennato nel corso dei mesi passati, i produttori taiwanesi di chipset stanno traendo vantaggio dai problemi che Intel ha incontrato in relazione alle forniture dei propri chipset. In particolar modo la difficoltà a consegnare sufficienti quantità di chipset della serie 845 e 865 sta facendo crescere la domanda per i prodotti SiS a tal punto che la compagnia prevede eccellenti risultati per la seconda metà dell'anno.

SiS ha registrato un aumento della domanda per quanto riguarda i chipset integrati tale da superare l'offerta. In aggiunta SiS ha dichiarato l'intenzione di incrementare le consegne dei chipset per piattaforme K8, dal momento che i prodotti destinati a questo segmento sono caratterizzati da un ASP più elevato rispetto a quello dei chipset entry-level per piattaforme Intel.Per poter soddisfare la domanda dei prodotti per piattaforme Intel, SiS ha intenzione di lanciare il nuovo chipset integrato SiS662, che rappresenta l'aggiornamento dell'attuale modello SiS 661.

Nonostante il futuro immediato si preannunci particolarmente positivo, la compagnia ha comunque registrato vendite in calo per il mese di giugno (732 milioni di dollari taiwanesi), con un 16,9% in meno rispetto al mese precedente e 6,8% in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Situazione opposta per VIA Technologies: la compagnia ha infatti dichiarato che l'incremento delle consegne dei chipset entry-level sta limitando la crescita del profitto della compagnia stessa. La compagnia sta infatti cercando di focalizzare maggiormente i propri sforzi per il segmento high-end poiché prevede che a partire dalla seconda metà del prossimo anno i prodotti PCI Express supereranno, in questo segmento, le soluzioni AGP8X. Nella prima metà dell'anno in corso i chipset PCI Express hanno contribuito per il 10% circa delle consegne totali di chipset.

VIA ha dichiarato di non aver alcuna intenzione di introdurre, nel futuro prossimo, alcun chipset entry-level per le piattaforme Intel. Attualmente, per il segmento entry-level, la compagnia propone solamente il modello P4M266a, lanciato alla fine del 2002.

Nel mese di giugno la compagnia ha registrato 1,265 milioni di dollari taiwanesi nel mese di Giugno, ovvero il 20,2% in meno su base mensile ma 18,6% in più rispetto a Giugno dello scorso anno.

I produttori di schede madri sono abbastanza preoccupati per quanto riguarda i problemi di fornitura dei chipset Intel, dal momento che la compagnia si sta preparando a sospendere la produzione dei chipset 845 e 865.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JohnPetrucci12 Luglio 2005, 17:43 #1
Che dire, buona fortuna a Sis.
mjordan15 Luglio 2005, 04:37 #2
Originariamente inviato da: JohnPetrucci
Che dire, buona fortuna a Sis.


Tanto quando Intel risolve i problemi di fornitura, SIS torna quello che era...
Non lo vedo un modello di business vincente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^