Il ritorno dei chipset serie 865

Il ritorno dei chipset serie 865

Intel ha ripreso la produzione massiccia di soluzioni chipset 865, per processori Pentium 4 e schede video AGP

di pubblicata il , alle 14:42 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

Stando ad una notizia pubblicata dal sito taiwanese Digitimes, Intel avrebbe deciso di aumentare in modo massiccio la produzione di soluzioni chipset della serie 865, piattaforme per processori Intel Pentium 4 e Celeron Socket 478 dotate di supporto alle schede video AGP 8x.

Alla base di questa decisione la volontà di rientrare nel mercato delle schede madri entry level, dopo che per alcuni mesi questo segmento era stato abbandonato dal produttore americano a vantaggio dei produttori taiwanesi SiS e VIA, oltre che della canadese ATI.

Quest'ultima, infatti, aveva visto utilizzati i propri chipset della serie Radeon Xpress 200 nelle schede madri Intel per processori Socket 775 LGA, in un periodo nel quale il colosso americano non aveva sufficiente capacità produttiva per far fronte alla domanda globale e aveva quindi ridotto la produzione di chipset a vantaggio di quella di altri componenti più redditizzi.

A seguito di questa manovra, la fonderia taiwanese TSMC sembra aver ridotto la produzione di soluzioni chipset ATI, per evitare di correre il rischio di avere una sovraproduzione e conseguenti rimanenze di magazzino. ATI vuole continuare a promuovere le proprie soluzioni chipset entry level in paesi in forte via di sviluppo, e da questo dipendono gli ordini fatti alla fonderia TSMC.

Questa decisione implica quindi che il volume complessivo di chipset ATI che verranno utilizzati nei prossimi mesi in sistemi per cpu Intel dovrebbe ridurre, ristabilendo di fatto la situazione precedente a quest'autunno.

Fonte: Digitimes.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanbattista23 Febbraio 2006, 14:58 #1
a volte............
ritornano
fan10023 Febbraio 2006, 15:01 #2
Tipico di Intel.
Stessa storie con le Rambus ed ora col PCI E.
Evidentemente le vendite di PCI E non sono come quelle
che si aspettavano.
haveacigar23 Febbraio 2006, 15:11 #3
Originariamente inviato da: fan100
Tipico di Intel.
Stessa storie con le Rambus ed ora col PCI E.
Evidentemente le vendite di PCI E non sono come quelle
che si aspettavano.




che discorso è?

guarda che ora qualsiasi mobo è pci-e,quindi al massimo l'errore di valutazione non ha riguardato la vendita di mobo con pci-e ma il rinnovamento in generale delle macchine...
Luca6923 Febbraio 2006, 15:30 #4
Direi ottima notizia: il chipset 865 é uno dei migliori usciti negli ultimi anni: mi ricorda la gloriosa serie BX per i PIII
hornet7523 Febbraio 2006, 15:32 #5
Chipset fantastico, non a caso lo utilizzo ancora, praticamente un esempio di longevità anche nei confronti di qualsiasi chipset x AMD. Supporta con la variante di due soli socket dal P4 Willamette 1400 MHz al Pentium D 940.

Se fanno schede madri con questo chipset compatibili con il "Conroe" lo ricompro, eccezionale stabilità e ottime prestazioni anche nei confronti degli ultimi intel usciti. Se gli si potesse abbinare il southbridge ICH7 non avrebbe eguali considerando l'inutilità di DDR2 e VGA PCIe per processori Intel.
R3D15C0V3RY23 Febbraio 2006, 15:37 #6
ma su quali schede madri verrà reintrodotto?
Quasi quasi ci faccio un pensierino...magari riporto in vita il mio Northwood 400 e gli posso tirare il collo per bene
fan10023 Febbraio 2006, 16:22 #7
Originariamente inviato da: haveacigar


che discorso è?

guarda che ora qualsiasi mobo è pci-e,quindi al massimo l'errore di valutazione non ha riguardato la vendita di mobo con pci-e ma il rinnovamento in generale delle macchine...


Qualsiasi mobo è PCI E se qualsiasi persona decide di comprarla.
Altrimenti è quello che uno ha.
Vedo che vengono prodotte ancora schede video su AGP e anche
di discreta importanza.
Molta gente invece di cambiare tutto per passare al PCI E
ha deciso di non cambiare NULLA.
E infatti vengono ancora prodotte VGA AGP.
Se Intel decide dopo 1 anno di tornare indietro la cosa
mi sembra quantomeno STRANA la cosa.

Evidentemente pensavano in un anno di vendere 100
e magari hanno venduto 80.
adynak23 Febbraio 2006, 16:32 #8
Io uso il "vecchio" 865 da più di due anni: mai nessun problema.
Il mio P4 3.2@3.5 abbinato a una 6800gt non dà ancora segni di cedimento ... ottimo chipset direi.
Per il mercato entry level penso che Intel non possa pretendere di meglio ... ma secondo voi un 865 con un P4 3.2 può veramente dirsi entry level ? bah
dune200023 Febbraio 2006, 16:35 #9
Niente di così anormale se fosse produttrice di schede AGP, d'altro canto 2 persone su 3 hanno ancora un PC con scheda video AGP.
Possono spingere quanto vogliono ma il mio P4 2.8c con il software che circola mi basta e avanza.
Quando uscirà Windos Vista vedremo ...
bjt223 Febbraio 2006, 16:42 #10
Se poi si considera che esiste anche il NW 3.4 GHz...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^