Abit aumenta la propria produzione mensile

Abit aumenta la propria produzione mensile

Il mercato cinese cattura l'attenzione di tutti i produttori taiwanesi di schede madri; Abit cerca nuove quote nel segmento DIY

di pubblicata il , alle 11:50 nel canale Schede Madri e chipset
 

Abit prevede di espandere la propria capacità produttiva presso la nuova fabbrica di Suzhou, situata nella repubblica cinese. Al momento attuale la capacità produttiva di questa fabbrica è pari a 250.000 schede madri al mese, con prospettive di crescita sino a 350.000 schede madri.

L'obiettivo di questo intervento è quello di aumentare il volume di schede madri commercializzate nel mercato cinese, focalizzando la propria attenzione non nel segmento entry level del mercato quanto in quello DIY (Do It Yourself), quindi quello dell'assemblaggio domestico e degli utenti più appassionati.

La strategia di Abit prevede di commercializzare sino a 150.000 schede madri al mese in questo segmento di mercato nel seolo mercato cinese. Su base annua, le stime indicano un volume di circa 4 milioni di schede madri per segmento DIY commercializzate in Cina nel corso del 2004: questi dati farebbero di Abit il principale produttore di soluzioni di questo tipo nel mercato cinese.

Abit sta spingendo la propria immagine sempre più verso quella di fornitore di soluzioni caratterizzate dall'elevata qualità complessiva, sia nel segmento delle schede madri che, in misura forse meno incisiva almeno al momento attuale, in quello delle schede video.

Fonte: Digitimes.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Davirock08 Giugno 2004, 11:54 #1

bene

dall'articolo:
"Abit sta spingendo la propria immagine sempre più verso quella di fornitore di soluzioni caratterizzate dall'elevata qualità complessiva, sia nel segmento delle schede madri che, in misura forse meno incisiva almeno al momento attuale, in quello delle schede video"

Devo dire che ci sta riuscendo. Se i prodotti che offrirà al momento che cambierò pc hanno la qualità degli attuali, dei componenti abit entreranno di certo nel mio case!

Bye
prova08 Giugno 2004, 11:55 #2

OT

Diavolo, se fossi un imprenditore con qualche capitale da spendere, non aspetterei un istante per investire sul mercato Cinese.

Fa bene Abit: appena il boom economico cinese diverrà ancora più incisivo di quanto già non sia, chi si sarà in precedenza costruito una buona immagine su quel mercato avrà trovato la propria gallina dalle uova d'oro.

In Italia invece ...
dwfgerw08 Giugno 2004, 11:57 #3
in italia cosa?

loro sono un miliardo di persone che stanno per vivere un boom economico che qui in italia c'e' stato trentanni fa...
Aku08 Giugno 2004, 12:06 #4
Si qui al massimo abbiamo la recessione economica
Vik Viper08 Giugno 2004, 12:10 #5

mah!

Sono anni che compro Abit (mobo e schede video); devo dire però che ultimamente sono rimasto deluso da alcune soluzioni di questa casa (tutte per proc. AMD).
Di tante mobo che ho montato non c'è ne praticamente nessuna che non mi abbia dato rogne più o meno grandi(ok! lo so che a Voi invece vanno da Dio!).
Alcune soluzioni adottate (il Guru ad esempio) mi sembrano poco utili anche all'overclocker più incallito, mentre invece i casini che danno (davano?) con le SB e con le schede di rete 3Com mi hanno ormai seccato.
Dopo anni che non metto mano ad una Asus mi sa che la mia prox scheda sarà una di questa casa (probabilmente per A64). Vediamo se nel frattempo (dai tempi dell'apollo pro per p3) la Asus si è risollevata...
Tasslehoff08 Giugno 2004, 12:13 #6
Originariamente inviato da dwfgerw
in italia cosa?

loro sono un miliardo di persone che stanno per vivere un boom economico che qui in italia c'e' stato trentanni fa...
esatto, e su questo io non starei troppo a felicitarmi, soprattutto visto il modo con cui tutto questo sta avvenendo in Cina...
Per ora le condizioni di lavoro e di vita in quelle regioni sono mostruose dal pdv occidentale, quello che però più mi preoccupa è il futuro, i risvolti sociali oltre che ambientali ed economici...
Se tutta quella gente un giorno si dovesse stufare di fare quella vita e volesse (cosa comprensibilissima tra l'altro) passare a un modello di vita più comodo e simile al nostro, le ripercussioni sul pianeta sarebbero catastrofiche...
erupter08 Giugno 2004, 12:17 #7

Re: mah!

Originariamente inviato da Vik Viper
Alcune soluzioni adottate (il Guru ad esempio) mi sembrano poco utili anche all'overclocker più incallito, mentre invece i casini che danno (davano?) con le SB e con le schede di rete 3Com mi hanno ormai seccato.


Mah... mai sentito di questi problemi...
Io non ho il guru, ma fino a 2 mesi fa avevo una live vecchia di anni (la prima che uscì e non avevo problemi, ora ho una Audigy 2 ZS e non ho problemi...
Con le abit non ho mai avuto problemi, con le asus invece...
Certo poi bisogna vedere dove finisce il valore tecnico della board e inizia l'ignoranza dell'utente: per esempio non ci si può lamentare se da windows con il uGuru si spara l'FSB da 133 a 200 e poi si impalla tutto!
Non è colpa della sk mamma, come non lo è in moltissimi altri casi.
Non per polemizzare con te, ma purtroppo sono molti i casi in cui a sbagliare è l'utente che per sua ignoranza colpevolizza poi l'hardware.
erupter08 Giugno 2004, 12:18 #8
Originariamente inviato da Tasslehoff
Se tutta quella gente un giorno si dovesse stufare di fare quella vita e volesse (cosa comprensibilissima tra l'altro) passare a un modello di vita più comodo e simile al nostro, le ripercussioni sul pianeta sarebbero catastrofiche...


OT:
perchè adesso le ripercussioni di quello che facciamo come sono? benefiche?
Symonjfox08 Giugno 2004, 12:20 #9
OT (segue)
E tutte le fabbriche che chiudono da noi, solo perchè agli imprenditori costa meno produrre in Cina e in Est Europa?

Siamo seri ... se non reinvestiamo capitali su noi stessi, ci ritroveremo ad essere noi il 3° mondo con un imprenditore Cinese che ci darà una tazza di riso e ci fa lavorare 15 ore al giorno ...
Luca6908 Giugno 2004, 13:25 #10
Vorrei far notare che il recento aumento della benzina é per 1/3 dovuto alla richiesta di carburante che viene dalla Cina! Lo so che sono OT, ma volevo sottilineare che le conseguenze del mercato cinese si sentono giá!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^