Apple AirPort Express: il wireless non è solo lan!

Apple AirPort Express: il wireless non è solo lan!

Apple presenta Airport Express, un' evoluzione del concetto di access point casalingo che permette anche la condivisione di musica o risorse usb

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:52 nel canale Apple
Apple
 

Apple ha presentato la nuova base AirPort Express, un' evoluzione del concetto di rete wireless per la casa; a fianco delle tradizionali funzionalità di wireless Lan a 54MBps Apple ha saputo affiancare la possibilità di condividere un device usb, ma anche la musica scaricata ad esempio da iTunes.

AirPort Express è dotata di un connettore RJ45 e può quindi assolvere alla funzione di bridge tra la rete wireless e la tradizionale ethernet 10/100, mentre attraverso una porta usb è possibile connettere la stampante casalinga, che sarà accessibile da tutta l'area coperta dalla rete wireless.

Collegando AirPort Express ad un sistema audio, la condivisione di musica diventa estremamente facile, infatti sarà possibile ascoltare dall'impianto stereo di casa le proprie playlist preferite. Per la riproduzione audio possono essere utilizzati anche kit di altoparlanti alimentati, mentre è previsto un apposito kit di connessione contenente cavi e connettori di vaio tipo. Inutile dire che il software sarà in grado di gestire le nuove risorse disponibili.

E' ovviamente possibile installare contemporaneamente varie basi AirPort Express nella casa; posizionandole ad esempio in prossimità dell'impianto audio o della stampante, in tal modo si otterrà il duplice effetto di aumentare la copertura lan della casa e di connettere device eterogenei. Il prezzo di questo accessorio è di 149 Euro, una cifra decisamente allineata ad altre soluzioni di access point.

Va ricordato che Apple è ormai dal 1999 che si occupa di wi-fi, fu la prima a proporre una soluzione wireless completa e funzionale e sulla sua strada si incamminarono poi orde di produttori. Nel 2003 aggiornò i propri sistemi client e access point al nuovo standard 802.11g, metre oggi stravolge il concetto di wireless estendendo le possibilità ben oltre la semplice LAN.

Varie voci di corridoio provenienti dai più diffusi produttori di soluzioni PC, avevano anticipato che il 2004 sarà l'anno in cui inizierà ad essere tangibile il tanto decantato fenomeno di convergenza tra PC ed elettronica di consumo, è superfluo osservare che ancora una volta Apple è arrivata prima.. e con stile!

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Luca6908 Giugno 2004, 15:01 #1
Chissá che nel giro di qualche hanno riusciamo finalmente a far sparire un po' di cavi
TheDarkAngel08 Giugno 2004, 15:07 #2
uh? qualche anno forse
MichaelKnight08 Giugno 2004, 15:19 #3
... ehhehe una ficata pazzesca...

magari da shell si riesce ad aprire il frigo, utilizzare il bidone aspiratutto che tutti noi abbiamo in garage come robot-cameriere ... il tutto restando comodamente seduti davanti al pc

ROTFL
bizzu08 Giugno 2004, 15:33 #4
Veramente bello!
E io che mi esaltavo ad usare il mio cell bluetooth come telecomando!...
cagnaluia08 Giugno 2004, 15:52 #5
decisamente utile.. e interessante
zava7808 Giugno 2004, 16:55 #6
Originariamente inviato da bizzu
Veramente bello!
E io che mi esaltavo ad usare il mio cell bluetooth come telecomando!...


lo faccio anche io, pero' uso l' IR e Toral IR 1.41 , non il bluetooth !
E' un errore tuo si puo' davvero ?
Wonder08 Giugno 2004, 17:13 #7
E li sicurezza? Zero come sempre? Il vicono di casa ne trarrà vantaggio sicuramente!

E poi...cos'altro si può condividere sulla porta USB? Uno scanner? Un HDD portatile? Interessante questa funzione! Funziona anche per PC? (se qualcuno scrivesse il driver?)

L'unica cavolata è che va attaccato alla presa, come fanno vedere loro, casomai a muro, nascosta dietro pannelli o mobili, o scrivanie, o attaccato ad una ciabatta con un sacco di ronzio elettromagnetico. Pessima scelta questa di Apple. Quanti hanno una bella presa 220 ad aria apera in mezzo alla stanza o in alto ove i mobili non impediscano la diffusione del segnale, già precario?
matzuk08 Giugno 2004, 17:45 #8
Questo è un esempio di come sia facile criticare senza conoscere le cose.
In questa immagine vedi che si può togliere la presa e collegare un cavo lungo con una sua presa.
Anche gli alimentatori di ibook e powerbook sono così e hanno pure un rinforzo per evitare che tirando si rovini l'attacco in plastica che contiene i contatti.
Buon lavoro Apple!

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Mastromuco08 Giugno 2004, 18:41 #9

è incredibile...

Da qualche anno a questa parte...la Apple è strabiliante! Si merita tutto il successo che ha!

Sono fiducioso nel futuro se continuano così!
leonino_c08 Giugno 2004, 18:43 #10
Originariamente inviato da Wonder
E li sicurezza? Zero come sempre?


??? Le basi Apple Airport supportano tutti gli standard più recenti per la sicurezza in ambito wireless. Puoi naturalmente generare delle reti chiuse e protette da password.

E poi...cos'altro si può condividere sulla porta USB? Uno scanner? Un HDD portatile? Interessante questa funzione! Funziona anche per PC? (se qualcuno scrivesse il driver?)


Le specifiche dicono che si può condividere solo una stampante USB...

L'unica cavolata è che va attaccato alla presa


Basta staccare il connettore a presa "diretto" e sostituirlo con un cavo standard di quelli che si usano per connettere gli apparecchi elettrici alla corrente (che credo sia anche fornito).

di Apple. Quanti hanno una bella presa 220 ad aria apera in mezzo alla stanza o in alto ove i mobili non impediscano la diffusione del segnale, già precario?


E comunque l'uscita audio può essere configurata in modo indipendente come analogica o digitale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^