Raspberry Pi, vendite alle stelle nel mezzo della pandemia: ecco perché

Raspberry Pi, vendite alle stelle nel mezzo della pandemia: ecco perché

Eben Upton, fondatore della Raspberry Pi Foundation, ha ravvisato un forte aumento delle vendite di board nelle ultime settimane. Un cambio di passo dovuto non solo ai maker con più tempo per i progetti, ma anche alla necessità delle famiglie di dotarsi di un PC a basso costo e all'uso del Raspberry Pi per l'ambito medico.

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Sistemi
Raspberry
 

Le vendite di Raspberry Pi, la famosa board per hobbisti e maker, sono letteralmente esplose nel mese di marzo, toccando quota 640.000. Si tratta, come affermato da Eben Upton (fondatore della Raspberry Pi Foundation) su Twitter del secondo mese migliore di sempre.

Secondo quanto raccontato dallo stesso Upton a TechRepublic, la domanda si ricollega non solo ai maker che a causa del confinamento hanno più tempo per lavorare ai loro progetti, ma anche alle famiglie che si sono ritrovate d'un tratto a doversi spartire un singolo computer.

"In passato era tollerabile avere un computer condiviso in famiglia, ma ora ogni membro deve averne uno per lavorare o studiare", ha dichiarato Upton. "Adesso tutti si trovano a casa, in competizione l'uno con l'altro per usare il computer". Non tutti possono permettersi PC costosi per ogni componente della famiglia, così ecco subentrare l'idea del Raspberry Pi, una degna alternativa.

Nell'ultima parte di marzo, in particolare, le vendite hanno subito un'impennata netta, a fronte di vendite industriali rimaste stabili, mentre le richieste di Raspberry Pi 4 sono cresciute molto rapidamente, a riprova di come sia il consumatore a richiedere il prodotto. Da non dimenticare il recente calo di prezzo del Raspberry Pi 4 da 2 GB, che di certo ha reso l'offerta ancora più golosa.

"Non è come avere un PC desktop, non puoi giocarci a Crysis, ma se vuoi un sistema da usare per modificare documenti, navigare sul web e usare Gmail, Office 365 e tutti i casi d'uso di un PC generico, Raspberry Pi 4 è un prodotto che abbiamo creato per soddisfare tali necessità".

In questo periodo il Raspberry Pi è stato usato anche in progetti per la creazione di ventilatori per i pazienti COVID-19. Uno sviluppo che però sembra mettere un po' a disagio Upton. "È importante sottolineare che nessuno vuole essere in questo business, ma è bello per me e molti di noi sapere di essere d'aiuto". Oltre ai ventilatori, i Raspberry Pi sono applicati anche per la gestione di stampanti 3D destinate alla realizzazione di protezioni per il viso per i medici o altri pezzi per creare dispositivi di fortuna.

Insomma, ancora una volta questa piccola board si conferma - grazie senza dubbio alla spinta della comunità - tra le più versatili e diffuse, un prodotto che in molti stanno già usando per gli scopi più disparati, ma che può risultare utile anche per farsi un semplice PC tradizionale a basso costo in tempi difficili come questi in cui non tutti possono permettersi di spendere centinaia di euro per un computer.

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marcram20 Aprile 2020, 17:16 #1
Mah... che sia utilissimo per le più svariate applicazioni, sono daccordo.
Che possa funzionare anche da personal computer, pure.
Ma che venga acquistato apposta come personal computer... non credo.
Ora che ci aggiungi un monitor, una tastiera, un mouse, una memoria, magari un case, e lo configuri... fai prima a prendere un notebook economico...
Soprattutto se si parla di una famiglia media, che non sarebbe neanche in grado di farlo funzionare...
Ginopilot20 Aprile 2020, 17:17 #2
Per me il boom c'e' stato perche' tanti non avendo niente da fare se lo sono comprato per smanettarci
Fede20 Aprile 2020, 18:04 #3
Originariamente inviato da: Ginopilot
Per me il boom c'e' stato perche' tanti non avendo niente da fare se lo sono comprato per smanettarci


esatto! la vedo perfettamente come te. Altro che pc.
Al massimo Kodi o emulatori, ma comunque con il minimo comune multiplo dello smanettamento
\_Davide_/20 Aprile 2020, 18:18 #4
Ma solo io lo vedo molto inadattoi ad essere usato come PC? La potenza è ridotta e la micro SD non è adatta ad essere usata come storage di massa
zbear20 Aprile 2020, 18:32 #5

Maddai ....

Usarlo come PC è una idiozia. Si trovano nmila box Android MOLTO più potenti alla metà del prezzo, e microPC intel con un costo ampiamente comparabile o pochissimo superiore. Più facile pensare che tantissimi hobbisti abbiano preso la palla al balzo per passare il tempo studiando un oggetto interessante ...
Vindicator2320 Aprile 2020, 18:39 #6
ho trovato mesi fa un box android, stato per prendermi un rasp ma avevo visto che cera parecchio da smanettare e assemblarlo pure

il mio ha su un cortex a53 gpu mali 700 e 4 gb di ram quasi identico al rasp 4 (il box pagato 50 euro con telecomando e tastiera wireless)
dissipano di solito in modo passivo niente ventole

lo uso per retrogaming con retroarch
totano8420 Aprile 2020, 18:51 #7

Per una volta concordo con i commenti :-)

Ma figuriamoci se la famiglia media, appena si rende conto che le serve un altro computer oltre al pre-assemblato ignobile preso al Mediaworld (con 8GB di memoria in single-channel e HDD meccanico, probabilmente) pensa di prendere un Raspberry PI e di configurarlo come un PC.
Concordo in pieno che sta vendendo bene perché la gente non ha una mazza da fare in quarantena. Stesso motivo per cui ci ho messo settimane a trovare del lievito :-)
marcram20 Aprile 2020, 18:56 #8
Ma sì, ci saranno un sacco di smanettoni che ora si trovano a casa nullafacenti, e hanno quindi il tempo per realizzare qualche progetto che avevano in testa...
Anch'io dovrei prendermi 2 o 3 OrangePI, ma purtroppo mi manca il tempo per usarli...
\_Davide_/20 Aprile 2020, 19:38 #9
Io non continuassi a lavorare avrei davvero sviluppato qualcosa su RPi e Arduino
Manolo De Agostini20 Aprile 2020, 19:50 #10
Originariamente inviato da: totano84
Ma figuriamoci se la famiglia media, appena si rende conto che le serve un altro computer oltre al pre-assemblato ignobile preso al Mediaworld (con 8GB di memoria in single-channel e HDD meccanico, probabilmente) pensa di prendere un Raspberry PI e di configurarlo come un PC.
Concordo in pieno che sta vendendo bene perché la gente non ha una mazza da fare in quarantena. Stesso motivo per cui ci ho messo settimane a trovare del lievito :-)


Mentre la scrivevo l'ho pensato anche io, ma se le parole del fondatore son queste, non è che si possano cambiare. Forse da altre parti hanno abitudini diverse dalle nostre.... lui ha parlato in generale, non ha dato percentuali, per cui diciamo che quanto ha detto si presta a commenti. Ritengo anche io però che sia più un mix di maker e scopi di fortuna derivanti dal momento.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^