Impactics DMono, un case-dissipatore a contatto diretto con il processore

Impactics DMono, un case-dissipatore a contatto diretto con il processore

Impactics, azienda tedesca specializzata in case fanless, invece propone un'originale soluzione presentando un nuovo prodotto della serie Dmono: niente strutture formate da decine di alette dissipanti, nessun heatpipe ma una sola struttura realizzata interamente in alluminio

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Sistemi
Impactics
 

Vi abbiamo già presentato alcuni case-dissipatori, come lo Streacom DB4 oppure l'HDPlex H3 V2, entrambi basati sul concetto di sfruttare il case, interamente realizzato in alluminio, per smaltire il calore prodotto da CPU e GPU tramite ampie superfici più o meno di design e canali costituiti dalle classiche heatpipe in rame.

Impactics, azienda tedesca specializzata in case fanless, invece propone un'originale soluzione presentando un nuovo prodotto della serie Dmono: niente strutture formate da decine di alette dissipanti, nessun heatpipe ma una struttura realizzata interamente in alluminio, in grado di ospitare una schede madri Thin mini-ITX, la quale una volta equipaggiata del relativo processore Intel con socket LGA115x, può essere montata nel case facendo andare a contatto direttamente processore e case.

Poche le specifiche tecniche rese note, il peso del case vuoto si attesta in 2,65 kg, indicato per processori con TDP fino 35 W e disponibile in quattro varianti che differiscono per posizione del tasto di accensione e per colore: tasto frontale o superiore, colori alluminio spazzolato o nero opaco.

Disponibile a breve, questo nuovo case DMono sarà venduto ad un prezzo di listino di 200 €.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8323 Febbraio 2018, 12:22 #1
200 euro è già poco!

per i nostri prodotti adottiamo soluzioni di questo tipo da tempo (per FPGA e SoC) e uno scatolotto estruso dal pieno di 20x15x4 cm ci costa un fottio.

Occhioc he soluzioni di questo genere necessitano comunque di un minimo di ventilazione, specialmente se di colore sbagliato (non neri) e senza alcun tipo di alettatura che aumenti la superficie di dissipazione. Insomma ok per sistemi embedded e magari un i3, ma già i 35W di tdp mi sembrano tanti! I nostri sistemi dissipano in totale un 10-15W e abbiamo temperature del die che van su ben oltre i 90 gradi. Non oso immaginare un x86...
Lithios23 Febbraio 2018, 12:27 #2
Si ma perchè compatibile solo con processori Intel LGA??!

Se fanno una variante con agganci compatibili al nuovissimo AMD Ryzen 5 2400GE (35W) questo coso diventa un must! Tanta potenza, anche grafica in via del tutto FANLESS!

Una roba impensabile sino a poche settimane fa.
demon7723 Febbraio 2018, 12:28 #3
Originariamente inviato da: emanuele83
200 euro è già poco!

per i nostri prodotti adottiamo soluzioni di questo tipo da tempo (per FPGA e SoC) e uno scatolotto estruso dal pieno di 20x15x4 cm ci costa un fottio.


Certamente molto bello e stiloso.. e tu hai anche ragione sul fatto che debba costare qualcosa in più per la lavorazione..
Ma onestamente 200 sacchi è una rapina. E secondo me ammazza di brutto i possibili acquirenti.

Conosco l'argomento alluminio abbastanza da vicino perchè conosco gestori di una fonderia di alluminio.
Dalle immagini il case sebra quasi ricavato dal pieno, ma non vedo perchè non si dovrebbe realizzare per semplice pressofusione.
E' un case mica un pezzo per un motore F1..

Usando la pressofusione un pezzo così semplice viene via per una manciata di euro. Il costo dinito potrebbe aggirarsi a non più di 50 euro.
emanuele8323 Febbraio 2018, 12:32 #4
Originariamente inviato da: demon77
Certamente molto bello e stiloso.. e tu hai anche ragione sul fatto che debba costare qualcosa in più per la lavorazione..
Ma onestamente 200 sacchi è una rapina. E secondo me ammazza di brutto i possibili acquirenti.

Conosco l'argomento alluminio abbastanza da vicino perchè conosco gestori di una fonderia di alluminio.
Dalle immagini il case sebra quasi ricavato dal pieno, ma non vedo perchè non si dovrebbe realizzare per semplice pressofusione.
E' un case mica un pezzo per un motore F1..

Usando la pressofusione un pezzo così semplice viene via per una manciata di euro. Il costo dinito potrebbe aggirarsi a non più di 50 euro.


sono i volumi! la pressofusione costa un botto solo di maschere d'acciaio supertemprato powerz. vale la pena se vendi decine di migliaia di esemplari. qua mi sa che si parla di produzionid i magari massimo 500 all'anno...

un lavoro di estrusione su piccoli volumi costa meno. Qui è semplice: a magazzino ne avranno 20, gli arriva un ordine grosso e fanno estrudere con lead time di settimane. anche noi facciamo così, a magazzino va tenuta poca roba, non siamo supermercati.
demon7723 Febbraio 2018, 14:36 #5
Originariamente inviato da: emanuele83
sono i volumi! la pressofusione costa un botto solo di maschere d'acciaio supertemprato powerz. vale la pena se vendi decine di migliaia di esemplari. qua mi sa che si parla di produzionid i magari massimo 500 all'anno...


Eh cavolo.. così poco? Dai mi pare un volume di vendita ridicolo.. vero che è una nicchia ma mi auguro per loro sia molto di più.
pl[U]s.NOXx23 Febbraio 2018, 14:46 #6
Originariamente inviato da: demon77
Certamente molto bello e stiloso.. e tu hai anche ragione sul fatto che debba costare qualcosa in più per la lavorazione..
Ma onestamente 200 sacchi è una rapina. E secondo me ammazza di brutto i possibili acquirenti.

Conosco l'argomento alluminio abbastanza da vicino perchè conosco gestori di una fonderia di alluminio.
Dalle immagini il case sebra quasi ricavato dal pieno, ma non vedo perchè non si dovrebbe realizzare per semplice pressofusione.
E' un case mica un pezzo per un motore F1..

Usando la pressofusione un pezzo così semplice viene via per una manciata di euro. Il costo dinito potrebbe aggirarsi a non più di 50 euro.


Si è sicuramente ricavato dal pieno, si vedono chiaramente i segni del tornio.

Diciamo che per 200 euro una piallatina fatta un pò meglio sulla parte a contatto del processore avrebbero potuto farla.
emanuele8323 Febbraio 2018, 14:47 #7
Originariamente inviato da: demon77
Eh cavolo.. così poco? Dai mi pare un volume di vendita ridicolo.. vero che è una nicchia ma mi auguro per loro sia molto di più.

500 l'anno solo per quel modello... ne hanno parecchi in catalogo. sono signori numeri ma fai anche 1000 non puoi lanciare una produzione di 10000 ese,plari in pressofusione a slot non conviene, meglio fare una produzione da estrusione per pochi slot solo quando c'é richiesta
Lelevt23 Febbraio 2018, 15:17 #8
Estrusione, tornio... mamma santa non sapete proprio di cosa parlate!
Come avete detto farlo in pressofusione non conviene per il costo dello stampo che non si ammortizza su una produzione che è pur sempre limitata, e fin qui ok.
Ma di estrusione qui non c'è assolutamente nulla, e neanche di tornio.
Si tratta di FRESATURA da pieno di blocco di alluminio.
luckye23 Febbraio 2018, 15:35 #9

Un consiglio

Chi mi saprebbe indicare, un case di altissima qualità, in alluminio ma sobrio ? no finestra, no led, no liquido, no raggi laser ?
Mi piace molto questo case ma è decisamente inutilizzabile.

Grazie.
CYRANO23 Febbraio 2018, 17:08 #10
Sarebbe figo se ne facessero una versione in rame!



Còlmsòmdlndòmòmd

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^