Windows 10, nuovi aggiornamenti al microcodice per le CPU Intel: ecco i modelli coinvolti

Windows 10, nuovi aggiornamenti al microcodice per le CPU Intel: ecco i modelli coinvolti

Il nuovo microcodice per CPU Intel consente di correggere o mitigare bug presenti nelle versioni precedenti. Ecco tutti i sistemi su cui è consigliato eseguire l'aggiornamento

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Sistemi Operativi
IntelWindowsMicrosoft
 

Microsoft ha rilasciato un nuovo set di aggiornamenti del microcodice Intel su diverse versioni di Windows 10, fra cui Windows 10 20H2 e 2004, la versione 1909 e precedenti. In breve il microcode della CPU è un set di istruzioni di basso livello che consente al sistema operativo di comunicare direttamente il processore.

Gli aggiornamenti prevedono la correzione di bug presenti sull'attuale microcodice: di norma gli aggiornamenti al "microcode" sono rilasciati da Intel dopo la scoperta di bug nelle proprie CPU, in modo da consentire agli sviluppatori di sistemi operativi di ottimizzare il comportamento delle stesse per risolvere le problematiche scoperte o almeno mitigarle. In passato sono stati decisamente celebri e fondamentali le patch al microcodice rilasciate per sistemare i problemi di sicurezza hardware insorti con Spectre, Meltdown, MDS (Microarchitectural Data Sampling) e Platypus.

Nuovi aggiornamenti del microcodice per le CPU Intel

Nelle scorse ore Microsoft ha rilasciato sei aggiornamenti opzionali per correggere problemi generici che coinvolgono le versioni di Windows 10 attuali e precedenti su sistemi che montano sette famiglie di CPU Intel: Intel Core di decima generazione, Comet Lake S (6+2), Comet Lake S (10+2), Comet Lake U62, Comet Lake U6+2, Ice Lake Y42/U42 ES2 SUP, Lakefield. Per verificare l'architettura della CPU installata sul proprio computer è sufficiente installare CPU-Z, che riporta tutti i dati specifici di una parte delle componenti hardware.

Sui sistemi che montano processori di queste famiglie gli aggiornamenti verranno proposti via Windows Update, mentre i singoli pacchetti possono essere scaricati anche via Microsoft Catalog.

  • KB4589212: Intel microcode updates for Windows 10, version 2004 and 20H2, and Windows Server, version 2004 and 20H2
  • KB4589211: Intel microcode updates for Windows 10, version 1903 and 1909, and Windows Server, version 1903 and 1909
  • KB4589208: Intel microcode updates for Windows 10, version 1809 and Windows Server 2019
  • KB4589206: Intel microcode updates for Windows 10, version 1803
  • KB4589210: Intel microcode updates for Windows 10, version 1607 and Windows Server 2016
  • KB4589198: Intel microcode updates for Windows 10, version 1507
E' da notare che in passato gli aggiornamenti al microcodice delle CPU Intel hanno portato una riduzione nelle prestazioni in alcuni ambiti (soprattutto sui modelli più vecchi), anche se non sospettiamo che lo stesso possa succedere con i rilasci delle ultime ore. Dopo l'avvenuta installazione il sistema richiederà un riavvio per la distribuzione completa del nuovo microcodice sul sistema.
16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gringo [ITF]27 Gennaio 2021, 12:32 #1
..... comunque i Microcodici andrebbero aggiornati a livello di BIOS, che poi di prassi Microsoft ci metta una Toppa sul Kernel è un altro paio di maniche, ed alcuni produttori di Hardware tipo ASUS andrebbero Multati, visto che dopo due anni di prassi non aggiornano più i BIOS (lasciando adirittura in beta) e la cosa ti tocca farla Amatorialmente, (con tutti i rischi) si tratta di farlo e rilasciare un bios non di REINGEGNERIZZARE tutta la MOBO, e i problemi sono di sicurezza non semplici patch estetiche, vorrei vedere se Microsoft dicesse STOP BASTA PATCH ANCHE PER I BANCOMAT al secondo anno, scoppierebbe la guerra.
Ginopilot27 Gennaio 2021, 12:55 #2
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
..... comunque i Microcodici andrebbero aggiornati a livello di BIOS, che poi di prassi Microsoft ci metta una Toppa sul Kernel è un altro paio di maniche, ed alcuni produttori di Hardware tipo ASUS andrebbero Multati, visto che dopo due anni di prassi non aggiornano più i BIOS (lasciando adirittura in beta) e la cosa ti tocca farla Amatorialmente, (con tutti i rischi) si tratta di farlo e rilasciare un bios non di REINGEGNERIZZARE tutta la MOBO, e i problemi sono di sicurezza non semplici patch estetiche, vorrei vedere se Microsoft dicesse STOP BASTA PATCH ANCHE PER I BANCOMAT al secondo anno, scoppierebbe la guerra.


Per i prodotti consumer e' davvero difficile che dopo che cessa la commercializzazione escano aggiornamenti.
harlock1027 Gennaio 2021, 13:28 #3
Dipende dalla gravitá della minaccia ma i produttori dovrebbero essere obbligati ad aggiornare i bios per almeno 4/5 anni in caso di situazioni critiche come sono stati spectre e meltdown.
Gringo [ITF]27 Gennaio 2021, 13:50 #4
Dipende dalla gravitá della minaccia ma i produttori dovrebbero essere obbligati ad aggiornare i bios per almeno 4/5 anni in caso di situazioni critiche come sono stati spectre e meltdown.


Almeno su quelli che sono definiti prodotti Premium gli obbligherei a vita, per quello che costa in tempo umano farlo, ci stanno tools praticamente atuomatizzati manca solo la "Firma" per poterli "Flashare" in modo standard.

Non dico "Espandere" le funzionalità ma almeno "Tappare i Buchi" se uno non usa Windows ma qualche OS custom si trova a doversi arrangiare, mica tutto è Linux o Windows Noto, come già detto vorrei vedere se windows, fermasse il supporto ad ogni nuova release cosa succederebbe, in USA li smembrerebbero subito.

coschizza27 Gennaio 2021, 14:35 #5
Originariamente inviato da: harlock10
Dipende dalla gravitá della minaccia ma i produttori dovrebbero essere obbligati ad aggiornare i bios per almeno 4/5 anni in caso di situazioni critiche come sono stati spectre e meltdown.


loro ti direbbero giustamente che gli aggiornamenti te li da il SO e su questo è difficile trovare un appiglio legale
coschizza27 Gennaio 2021, 14:36 #6
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
Almeno su quelli che sono definiti prodotti Premium gli obbligherei a vita, per quello che costa in tempo umano farlo, ci stanno tools praticamente atuomatizzati manca solo la "Firma" per poterli "Flashare" in modo standard.

Non dico "Espandere" le funzionalità ma almeno "Tappare i Buchi" se uno non usa Windows ma qualche OS custom si trova a doversi arrangiare, mica tutto è Linux o Windows Noto, come già detto vorrei vedere se windows, fermasse il supporto ad ogni nuova release cosa succederebbe, in USA li smembrerebbero subito.


se paghi lo fanno altrimenti nessuno ha le risorse per mantenere il supporto a vita gratuitamente
frankie27 Gennaio 2021, 14:48 #7
come una pendrive si è schiantata dopo 3 anni, ma la garanzia di 5 me l'ha coperta, idem potrebbero fare per l'HW e relativi bios.
frankie27 Gennaio 2021, 14:53 #8
Comunque con sti nomi intel non ci si capisce più

Potreste scrivere intel serie 7xxx 8xxx ecc?
daitarn_327 Gennaio 2021, 15:00 #9
ma le CPU AMD Ryzen hanno questi problemi ?
nameman27 Gennaio 2021, 15:36 #10
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
..... comunque i Microcodici andrebbero aggiornati a livello di BIOS, che poi di prassi Microsoft ci metta una Toppa sul Kernel è un altro paio di maniche, ed alcuni produttori di Hardware tipo ASUS andrebbero Multati, visto che dopo due anni di prassi non aggiornano più i BIOS (lasciando adirittura in beta) e la cosa ti tocca farla Amatorialmente, (con tutti i rischi) si tratta di farlo e rilasciare un bios non di REINGEGNERIZZARE tutta la MOBO, e i problemi sono di sicurezza non semplici patch estetiche, vorrei vedere se Microsoft dicesse STOP BASTA PATCH ANCHE PER I BANCOMAT al secondo anno, scoppierebbe la guerra.


a proposito, ma esistono ancora bancomat con windows xp ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^