Windows 10, nuove build Preview in pausa in attesa di UUP

Windows 10, nuove build Preview in pausa in attesa di UUP

In un aggiornamento rilasciato venerdì Microsoft ha dichiarato che il rilascio delle nuove build Insider per PC è stato arrestato per concentrarsi maggiormente sulla nuova UUP

di Nino Grasso pubblicata il , alle 12:31 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Dopo aver rilasciato Windows 10 Preview build 14977 esclusivamente per i dispositivi Mobile Microsoft ha annunciato di aver messo in pausa le procedure di rilascio delle nuove build d'anteprima per PC di Windows 10 nei canali Veloce e Lento. La motivazione dietro a questa scelta è l'imminente arrivo della piattaforma UUP: prima di pubblicare le nuove build Microsoft intende finalizzare i lavori sulla piattaforma e inserirla in uno stato che sia utilizzabile dagli utenti iscritti al programma Insider.

"Ci stiamo preparando al rilascio di build Insider per PC che utilizzano la piattaforma UUP", ha scritto la stessa Microsoft in una nota apparsa venerdì nel post della build 14977 per dispositivi mobile. "Per prepararci abbiamo messo in pausa tutte le build per PC, sia nel canale Veloce che in quello Lento, a partire da questo venerdì (2 dicembre). Inizieremo a distribuire le ultime build via UUP a partire dai nostri canali interni, poi ai canali Insider sulla base dei criteri di ogni canale".

Microsoft è pertanto attualmente impegnata a tempo pieno sul rilascio della Unified Update Platform sulle build per PC di Windows, che arriverà quindi in ritardo rispetto all'introduzione già avvenuta su Windows 10 Mobile. Attraverso la nuova piattaforma i nuovi aggiornamenti importanti verranno scaricati in maniera "differenziale", ovvero richiedendo ai server solo ed esclusivamente i file che hanno ricevuto modifiche e non necessariamente tutto il sistema operativo da zero.

Secondo le stime di Microsoft i pacchetti di download dei prossimi "major update" saranno di circa il 35% più piccoli, mentre attraverso altre novità che verranno introdotte nelle metodiche di aggiornamento anche le procedure di ricerca dei nuovi aggiornamenti saranno più rapide. Sul piano visivo non ci saranno novità di alcun tipo, con l'esperienza di aggiornamento che sarà assolutamente identica a quella attuale per non spaesare gli utenti ormai abituati alla procedura.

Ci saranno diverse differenze invece sul piano pratico, almeno basandoci sulle promesse della società di Redmond. Lo spreco di risorse e di banda sarà infatti contenuto, così conseguentemente anche la perdita di tempo nelle procedure di download e installazione delle nuove versioni. Microsoft non ha rilasciato una data o un periodo in cui possiamo attenderci le nuove build PC nei canali beta con la piattaforma UUP integrata,  mentre le build Mobile arriveranno con le tempistiche tradizionali.

Maggiori informazioni sulla Unified Update Platform qui.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
goku4liv05 Dicembre 2016, 16:51 #1
Io sono tornato a windws 8.1 64, non ne posso piu di un sistema che non è mai definitivo e devi sempre scaricare patch, ogni poch giorni e non puoi gestirteli tu quando vuoi ma ti occupa la banda internet senza avvisarti e quando vuole win 10,con l'ansia che dopo il pc non funzioni a dovere..
Gandalf7605 Dicembre 2016, 17:08 #2
Originariamente inviato da: goku4liv
Io sono tornato a windws 8.1 64, non ne posso piu di un sistema che non è mai definitivo e devi sempre scaricare patch, ogni poch giorni e non puoi gestirteli tu quando vuoi ma ti occupa la banda internet senza avvisarti e quando vuole win 10,con l'ansia che dopo il pc non funzioni a dovere..

In realtà gli update li puoi gestire benissimo con accorgimenti e tools vari. purtroppo è un pò macchinoso ma fattibile. Ci sono molte guide su internet in proposito.
Fiamma7205 Dicembre 2016, 18:25 #3
Si infatti ci sono diversi modi per bloccare gli aggiornamenti (anche senza tool esterni).

Io se sono connesso in WI-FI dichiaro la connessione "a consumo" nelle impostazioni.

Oppure vado in servizi, windows up-date, e spengo il servizio.
andreabg8206 Dicembre 2016, 14:03 #4
sinceramente a me, su 3 computer che uso, Windows 10 scarica gli update solo il 2° martedì del mese, come di consueto.

questi continui update mi suonano nuovi, a meno che si sia passati ad Anniversary solo ora (dovrebbe scaricarsi 6 mesi di update, potrei anche capirlo)
demikiller06 Dicembre 2016, 14:24 #5
Originariamente inviato da: goku4liv
Io sono tornato a windws 8.1 64, non ne posso piu di un sistema che non è mai definitivo e devi sempre scaricare patch, ogni poch giorni e non puoi gestirteli tu quando vuoi ma ti occupa la banda internet senza avvisarti e quando vuole win 10,con l'ansia che dopo il pc non funzioni a dovere..


Secondo me hai sbagliato, E' come se tu hai una nuova macchina che ha il minor consumo ed ora vuoi riavere la vecchia macchina che consuma un botto.

Per me Windows 10 è un sistema operativo migliore (della microsoft).
Tozzo7206 Dicembre 2016, 15:01 #6
Originariamente inviato da: goku4liv
Io sono tornato a windws 8.1 64, non ne posso piu di un sistema che non è mai definitivo e devi sempre scaricare patch, ogni poch giorni e non puoi gestirteli tu quando vuoi ma ti occupa la banda internet senza avvisarti e quando vuole win 10,con l'ansia che dopo il pc non funzioni a dovere..


Direi che eri iscritto al progetto Insider e quindi ricevevi le beta. Se così non fosse gli aggiornamenti sono molto radi. Per non saturare la banda poi basterebbe impostare la tua come connessione wifi come a consumo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^