Apple conferma ufficialmente il proprio interesse sulle auto a guida autonoma

Apple conferma ufficialmente il proprio interesse sulle auto a guida autonoma

In molti si chiedono se Apple sia davvero interessata a produrre un'auto, anche se pare che la società si fermerà alla produzione di un software per la guida autonoma. A confermare questa teoria una lettera inviata alla NHTSA americana

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Apple
Apple
 

A fine novembre Apple ha inviato una lettera alla National Highway Traffic Safety Administration americana scrivendo che i nuovi partecipanti del settore automotive dovrebbero ricevere lo stesso trattamento e gli stessi diritti di quelli già posseduti dalle compagnie ormai consolidate. A parlarne in origine è stato VentureBeat, che ha evidenziato l'interesse della società negli ambiti del "machine learning e dell'automazione" da utilizzare e sfruttare nel settore dei trasporti.

"Apple utilizza il machine learning per rendere i propri prodotti e servizi più smart, più intuitivi e più personali", si legge nella lettera. "La società sta investendo pesantemente nello studio del machine learning e dell'automazione, ed è interessata sul potenziale dei sistemi automatizzati in diversi ambiti, incluso il mondo dei trasporti". Al tempo stesso Apple sottolinea che i produttori di automobili consolidati possono sfruttare il FAST Act (Fixing America's Surface Transportation) per ottenere esenzioni sull'applicazione degli standard FMVSS durante le fasi di testing delle auto sulle strade pubbliche, diritti che non hanno i nuovi nomi del settore, come Apple o Google.

La società di Cupertino sostiene che il modo migliore per ottimizzare i benefici sulla sicurezza che porteranno i veicoli a guida autonoma e assicurare una concorrenza leale fra le varie parti disposte ad investire sul settore sia di modificare la politica sulle esenzioni, in modo che queste non siano necessarie per lo sviluppo interno dei veicoli sulle strade pubbliche. Nella seconda metà della lettera Apple cerca di proporre la condivisione fra compagnie di alcuni dati raccolti durante le prove, fra cui dinamiche di incidenti o incidenti sfiorati: "I dati dovrebbero essere sufficienti a ricostruire l'evento, comprese tempistiche e caratteristiche di carreggiata e oggetti".

Il tutto, naturalmente, considerando "il diritto fondamentale dei cittadini alla privacy". Nel mese di ottobre sembrava che Apple volesse abbandonare temporaneamente il carro dell'automotive. Le speculazioni nascevano in seno a numerosi licenziamenti e rimescolamenti di dirigenti che venivano inseriti all'interno di altri progetti al lavoro su diversi sistemi di automatizzazione. Tuttavia l'interesse di Apple per la categoria di prodotto, o servizio, viene confermato ufficialmente dalla nuova lettera che è firmata da Steve Kenner, nuovo Apple VP of Product Integrity. Kenner ha lavorato fino a poco tempo fa in Ford come Global Director of Automotive Safety.

Apple ha confermato il suo interesse nella guida autonoma anche per mezzo stampa rilasciando al Financial Times questa nota: "Abbiamo fornito alcune osservazioni alla NHTSA perché Apple sta investendo pesantemente nel machine learning e nei sistemi autonomi. Ci sono molte applicazioni potenziali per queste tecnologie, fra cui il futuro del mondo dei trasporti, così vogliamo collaborare con la NHTSA per aiutare a definire le migliori pratiche per l'industria".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
xcvbnm6705 Dicembre 2016, 13:43 #1
se useranno il loro mac os per fare funzionare le loro auto queste ultime si 'frizzeranno' per strada causando un alto numero di tamponamenti e decessi
giuliop05 Dicembre 2016, 15:16 #2
Originariamente inviato da: xcvbnm67
se useranno il loro mac os per fare funzionare le loro auto queste ultime si 'frizzeranno' per strada causando un alto numero di tamponamenti e decessi


Complimenti, per ora sei il primo in classifica per la trollata del giorno.
Mparlav05 Dicembre 2016, 15:45 #3
Mai avuto dubbi che volessero sviluppare un sw di guida autonoma.
Ben diverso, il volerci costruire un'intera auto.

Le strade sono due: comprarsi una casa produttrice di auto oppure cercare una partnership. Penso alla seconda.
mally05 Dicembre 2016, 17:54 #4
Originariamente inviato da: Mparlav
Mai avuto dubbi che volessero sviluppare un sw di guida autonoma.
Ben diverso, il volerci costruire un'intera auto.

Le strade sono due: comprarsi una casa produttrice di auto oppure cercare una partnership. Penso alla seconda.


questi annunci fanno (mal)pensare che non ci sia gente interessata a partnership con apple. Forse è troppo esigente per quanto riguarda il controllo del progetto e affini? Forse i big dell'auto vedono un grosso pericolo nella collaborazione con i big dell'it?
Mparlav05 Dicembre 2016, 18:14 #5
Originariamente inviato da: mally
questi annunci fanno (mal)pensare che non ci sia gente interessata a partnership con apple. Forse è troppo esigente per quanto riguarda il controllo del progetto e affini? Forse i big dell'auto vedono un grosso pericolo nella collaborazione con i big dell'it?


Sicuramente sono esigenti, d'altronde si vocifera che sia saltato in passato l'accordo con BMW perchè, per farla breve, l'interscambio tecnologico non era troppo "equo".

Google ha cercato fin dall'inizio una collaborazione esterna, consapevoli del fatto che possono essere pure bravi a fare sw, ma costruire un'auto è un discorso ben diverso.

Io penso che ci siano molti produttori disposti a collaborare con Apple, ma fino ad ora non s'è visto nulla.

Se dovessero seguire la nuova politica USA, chissà, magari la prossima auto "Apple" sarà prodotta da Ford o GM a Detroit.
mally05 Dicembre 2016, 18:59 #6
google e microsoft sono politicamente più adatte a collaborazioni aperte con i produttori di hardware, in questo caso la loro politica spaventa meno...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^