Ubuntu 17.10 'Artful Aardvark' è ora disponibile al download

Ubuntu 17.10 'Artful Aardvark' è ora disponibile al download

Ubuntu 17.10, nome in codice "Artful Aardvark", è ora disponibile al pubblico. La nuove versione porta grandi novità per gli utenti, a partire dall'ambiente desktop GNOME che sostituisce il defunto Unity

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 17:41 nel canale Sistemi Operativi
UbuntuLinux
 

Canonical ha annunciato il lancio in via ufficiale di Ubuntu 17.10, ultima versione del suo sistema operativo con kernel Linux. Tra le molte novità portate da questa versione, l'abbandono del desktop Unity e il ritorno di GNOME sono tra le più notevoli.

Nonostante abbia scelto di passare a GNOME, Canonical ha provveduto a modificarne l'esperienza d'uso per renderla più simile a quella che si trova in Unity. Per questo ha inserito, ad esempio, una dock sul lato sinistro (spostabile comunque sui lati destro e inferiore) e ha riportato le icone sul desktop tramite estensioni disattivabili dall'utente.

Il kernel scelto è Linux 4.13, a cui vanno ad aggiungersi GNOME 3.26 e Wayland come server grafico predefinito (sostituibile con X.org alla scelta della sessione). Ubuntu 17.10 è la prima edizione a non supportare i computer a 32 bit, se non tramite aggiornamento da versioni precedenti. La partizione di swap non è più necessaria, poiché Ubuntu utilizzerà un file al suo posto. In termini di software a livello utente, il browser predefinito è Firefox e risulta preinstallato LibreOffice 5.4.1.

Tra le altre novità portate da questa versione è possibile trovare un migliore supporto dei dispositivi Bluetooth e la gestione dei captive portal (reti WiFi che richiedono l'autenticazione per navigare). Al momento risulta instabile l'utilizzo di più schermi con la sessione Wayland; l'aggiornamento a GNOME 3.26.2 dovrebbe portare un miglioramento in questo senso.

È possibile scaricare un'immagine avviabile di Ubuntu 17.10 dal sito ufficiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lain8419 Ottobre 2017, 17:46 #1
Purtroppo di Ubuntu non riesco a digerire la nuova interfaccia.
Quando lo usavo, prima di passare a Linux Mint (notebook) / CentOS (server), cambiavo subito l'interfaccia con quella Gnome classica / Mate
biometallo19 Ottobre 2017, 18:19 #2
Stai parlando di Unity?
Perché in questo caso come è scritto nella seconda riga dell'articolo questa è l'edizione che segna il ritorno a Gnome.
Kehlstein19 Ottobre 2017, 18:30 #3
Tra le altre novità portate da questa versione è possibile trovare un migliore supporto dei dispositivi Bluetooth


Beh..era ora.
Quando la provavo, funzionava tutto perfettamente, ma c'era sempre una certa ostilità ad utilizzare/scambiare file tramite bluetooth.
Ottimo anche il fatto che abbiano finalmente abbandonato Unity e siano tornati a Gnome.
Penso che la proverò sul mio ThinkPad su una partizione separata (ho mint che funziona bene) sono curioso di vedere all'opera Wayland.
hitman197219 Ottobre 2017, 20:49 #4
si hai ragione, sono tornato ad installare oggi ubuntu e non una sua derivata giusto sperando di ritrovare gnome classic, ma per me questo "nuovo" gnome non c'entra niente con il vecchio gnome, assomiglia più a budgie (scomparsa anche la barra di avanzamento trasferimento file sempre come in budgie, niente più launcher sul desktop, etc.). cmq ho avuto pochissimo tempo, giusto il tempo di installarlo e installare qualcosina. prova a leggere qualche guida, credo già con il semplice "gnome tweak tool" (da installare) in molti sono riusciti a cambiare qualcosa nell'aspetto. ciao :-)

Originariamente inviato da: Lain84
Purtroppo di Ubuntu non riesco a digerire la nuova interfaccia.
Quando lo usavo, prima di passare a Linux Mint (notebook) / CentOS (server), cambiavo subito l'interfaccia con quella Gnome classica / Mate
amd-novello19 Ottobre 2017, 21:44 #5
un nome più cretino no eh
eaman19 Ottobre 2017, 23:10 #6
Non mi dispiace l'idea che non si usi piu' una partizione di swap:
- molte macchine hanno abbastanza RAM da non usarla piu'
- *buntu e' una distro per niubbi e meno partizioni si fanno meno casini possono venir fuori

Vedevo che in questi giorni e' uscito il kernel 4.13 anche per Debian e Liquorix, pero' mi sa che si e' portato dietro dei firmware buffi dato che mi da dei problemi con il 4.14rc che prima andava con amdgpu...

EDIT: risolto, ho rigenerato le initrd.img e ora partono tutti i kernel. Pero' che menata con 'sto firmware non-free radeon...
alex-iron20 Ottobre 2017, 09:03 #7

non so se reinstallarlo

Io purtroppo ho abbandonato Ubuntu/Mint...

Non so perche' da un certo aggiornamento mio pc il microfono ha smesso di funzionare.
In ambiente Linux ovviamente mentre su Windows funziona perfettamente.

Essendo che a me Skype serve moltissimo e non ho voglia di passare da un OS all'altro solo per il microfono non mi sembra proprio il caso.

Ho provato tutto il troubleshooting possibile ma non ci riesco proprio.

Vediamo.. Vedremo...
nickname8820 Ottobre 2017, 09:30 #8
Originariamente inviato da: alex-iron
Io purtroppo ho abbandonato Ubuntu/Mint...

Non so perche' da un certo aggiornamento mio pc il microfono ha smesso di funzionare.
In ambiente Linux ovviamente mentre su Windows funziona perfettamente.

Essendo che a me Skype serve moltissimo e non ho voglia di passare da un OS all'altro solo per il microfono non mi sembra proprio il caso.

Ho provato tutto il troubleshooting possibile ma non ci riesco proprio.

Vediamo.. Vedremo...

Per caso hai anche provato versioni differenti o solamente la beta che si installa col pacchetto deb ?
Kehlstein20 Ottobre 2017, 10:16 #9
Originariamente inviato da: alex-iron
Io purtroppo ho abbandonato Ubuntu/Mint...

Non so perche' da un certo aggiornamento mio pc il microfono ha smesso di funzionare.
In ambiente Linux ovviamente mentre su Windows funziona perfettamente.

Essendo che a me Skype serve moltissimo e non ho voglia di passare da un OS all'altro solo per il microfono non mi sembra proprio il caso.

Ho provato tutto il troubleshooting possibile ma non ci riesco proprio.

Vediamo.. Vedremo...


C'è un pacchetto da installare che a me ha risolto sempre il problema: pavucontrol.
Installato quello, basta andare nelle impostazioni di Skype, impedire che che lo stesso possa regolare il volume del mixer e poi gestire il tutto tramite il nuovo pannello "pulse audio" che ha una gestione migliore dei canali ingresso rispetto a quella che di default viene installata sul sistema.
alex-iron20 Ottobre 2017, 13:53 #10
Originariamente inviato da: Kehlstein
C'è un pacchetto da installare che a me ha risolto sempre il problema: pavucontrol.
Installato quello, basta andare nelle impostazioni di Skype, impedire che che lo stesso possa regolare il volume del mixer e poi gestire il tutto tramite il nuovo pannello "pulse audio" che ha una gestione migliore dei canali ingresso rispetto a quella che di default viene installata sul sistema.


Lo ma non hmi ha aiutato nella soluzione.. ho chiesto aiuto su diverse community ma non ha risolto.

Avevo pure chiesto aiuto qui sopra ma non sono riuscito a risolvere.
Ricordo che PAVUCONTROL non mi faceva seleziona altre fonti come se non le rilevasse o altro. Solo quelle di default.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^