Microsoft completa il passaggio a Git per lo sviluppo della propria piattaforma Windows

Microsoft completa il passaggio a Git per lo sviluppo della propria piattaforma Windows

L'azienda di Redmond ha dichiarato di aver completato l'adozione del sistema di versioning, modificandolo per le esigenze di sviluppo della propria piattaforma di Windows. Oltre 300 i gigabyte di documenti di testo contenenti il codice di Microsoft.

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Sistemi Operativi
WindowsLinuxMicrosoft
 

Un procedimento lungo e laborioso che Microsoft ha però finalmente portato a termine ufficialmente. Parliamo dell'adozione di Git, la piattaforma per il controllo versione nata dalle mani del creato di Linux, Linus Torvalds, capace di gestire al meglio i progetti software complessi. Il lavoro realizzato da Microsoft però è stato quanto mai complesso dovendo modificare in maniera sensibile Git permettendo ai propri sviluppatori di poter lavorare agevolmente e in totale libertà e sicurezza. Oltre 300 GB di documenti di testo contenenti il codice sorgente per ottenere l'intera piattaforma di Windows con oltre 8.500 richieste di file e 1.760 build specifiche della casa madre di Windows.

Il passaggio a Git si è reso praticamente obbligatorio con l'evoluzione dei software capaci di spingere proprio Microsoft a "centralizzare" maggiormente i propri sorgenti con la palese conferma che la vecchia piattaforma commerciale "Source Depot" non risultasse più adatta a gestire le richieste e le esigenze di migliaia e migliaia di programmatori coinvolti nell'iniziativa OneCore. Microsoft, come detto, ha dovuto comunque mettere mano a Git visto che la versione sviluppata da Linus Torvald non permetteva di gestire completamente l'intero codice di Windows 10. Per questo i programmatori della casa di Redmond hanno realizzato un file system ad hoc, denominato Git Virtual File System, capace di rendere immediati e semplificati i sorgenti e le build di Windows.

A detta di Microsoft, Windows, è ora il più "esteso repository Git al mondo" divenendo il fulcro di tutte le attività dell'azienda. Interessante sapere come oltre alla parte software di gestione del codice sorgente, con Git, gli utenti potranno "vedere" il repository come fosse una parte utile del loro hard disk. In questo modo potranno scaricare in locale solo la parte di sorgenti di cui avranno bisogno e su cui vorranno progettare le proprie idee. L'intero codice invece rimarrà sui server Azure permettendo dunque di ottenere una maggiore velocità dell'intero sistema ma anche e soprattutto la migliore sicurezza per la piattaforma.

Interessante anche scoprire come l'introduzione di location esterne grazie ad uno specifico proxy abbia permesso di realizzare un ottimo strumento soprattutto per ridurre al massimo i tempi di esecuzione. Sì, perché in questo caso si è riusciti a passare dai canonici 30 minuti per la copia del repository di Windows 10, a soli 70 secondi. Un cambiamento dunque "epocale" per Microsoft che nella nuova era di Satya Nadella cerca di sfruttare ogni tipo di strumento per realizzare una trasformazione radicale della propria struttura spingendo l'azienda a rendersi ancora più efficace nel difficile mondo dei sistemi operativi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen29 Maggio 2017, 13:20 #1
Diciamo che GVFS e' una bella novita'. Ovviamente hanno solo implementato la parte relativa al driver per Windows, ma non mi stupirebbe se qualcuno lo estendesse anche per altri sistemi operativi e filesystem. Il fatto di poter scaricare solo le parti che interessano per grossi repository, senza smazzarsi sottomoduli ecc, e' un bel vantaggio, e piu' e' grande il repository piu' lo si apprezza... Assieme a Git LFS praticamente e' possibile gestire agevolmente repository di tutte le dimensioni e con file di qualsiasi tipo...
variabilepippo29 Maggio 2017, 14:03 #2
Nell'articolo non è indicato in modo esplicito (c'è solo il link al relativo repository GitHub), ma Microsoft ha rilasciato GFVS come open-source coperto da licenza MIT: https://github.com/Microsoft/GVFS
Phoenix Fire29 Maggio 2017, 15:13 #3
Originariamente inviato da: variabilepippo
Nell'articolo non è indicato in modo esplicito (c'è solo il link al relativo repository GitHub), ma Microsoft ha rilasciato GFVS come open-source coperto da licenza MIT: https://github.com/Microsoft/GVFS


ottima cosa
Unrealizer29 Maggio 2017, 22:59 #4
Yes we definitely want to support Mac and Linux, and we are looking for people with file systems expertise on those platforms.


Si, abbiamo assolutamente intenzione di supportare Mac e Linux, e stiamo cercando gente con esperienza con i filesystem di queste piattaforme


https://github.com/Microsoft/GVFS/issues/4
variabilepippo30 Maggio 2017, 13:41 #5
Originariamente inviato da: Unrealizer


Mi fa piacere sapere che Miguel De Icaza (Mono, Xamarin, GNOME, etc) abbia dimostrato interesse per questo progetto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^