Oculus Rift riconosce adesso i movimenti nella stanza del giocatore, come HTC Vive

Oculus Rift riconosce adesso i movimenti nella stanza del giocatore, come HTC Vive

Attraverso un aggiornamento software Oculus Rift guadagna il tracking dei movimenti dell'utente all'interno della stanza. Una funzionalità che diminuisce il gap in termini di coinvolgimento del visore VR rispetto alla concorrenza

di Nino Grasso pubblicata il , alle 12:01 nel canale Wearables
Oculus Rift
 

Il visore per la VR di Oculus supporta adesso una delle funzionalità che hanno reso HTC Vive più completo sin dal suo debutto commerciale. Con un recente aggiornamento software Oculus Rift supporta infatti il tracking dei movimenti dell'utente all'interno della stanza: è sufficiente infatti camminare e spostarsi nell'ambiente reale perché il dispositivo riesca a coglierne i movimenti e duplicarli all'interno della realtà replicata nel simulatore.

oculus_rift_bundle.jpg (27657 bytes)

Oculus studia da tempo il modo per aggiungere alla propria tecnologia il cosiddetto "room-scale motion tracking", il cui supporto era stato introdotto in fase "sperimentale" all'interno della versione 1.14 del software ufficiale del sistema per la VR. Due settimane fa il tracciamento dei movimenti dell'utente è stato inserito nell'aggiornamento del sotfware alla versione 1.15, ai tempi disponibile per il testing pubblico. Nel corso del week-end il software 1.15 è invece considerato "stabile".

In questo modo il motion tracking ambientale diventa una funzionalità ufficiale di Oculus Rift, diminuendo il gap con HTC Vive. La novità introduce un livello di complessità superiore alle esperienze virtuali: in precedenza il giocatore era costretto a a rimanere stabile in una posizione interagendo con l'ambiente solo ed esclusivamente con i controller dedicati. Adesso può camminare nella stanza e vedere i propri spostamenti replicati con precisione nella simulazione.

Per farlo avrà bisogno ancora di tre sensori posizionati all'interno dell'ambiente utilizzato per la realtà virtuale, con l'obiettivo di ridurre il numero di sensori a due nel corso del prossimo futuro. La compagnia intende adesso "sperimentale" l'uso di due soli sensori per il tracking del movimento, ma spera di semplificare il funzionamento della tecnologia in modo da permettere l'utilizzo di due soli sensori per donare presto ad Oculus Rift il tracking dei movimenti.

L'aggiornamento introduce anche novità di minore importanza, come avvisi di diversa natura quando si collega il visore su una GPU sbagliata o quando un antivirus blocca l'installazione di un'applicazione per la VR. Sul nuovo software è stato inoltre aggiunto un breve video che promuove la massima sicurezza durante l'uso della realtà virtuale, insieme ad un nuovo toggle che abilita o disabilita i promemoria regolari sulla sicurezza all'interno dell'interfaccia utente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13529 Maggio 2017, 13:05 #1
Curioso di provarlo anche se dubito abbia la precisione del Vive
comunque figo come un sito che dovrebbe essere di tecnologia abbia 0 commenti su queste news e 1000 commenti sotto TELEFONINI apple e samsung tutti praticamente sempre uguali e zeppi di diatribe.
jepessen29 Maggio 2017, 13:33 #2
Non avendo un kit di realta' virtuale mi chiedo come si fa ad evitare di inciampare su mobili, sedie o sbattere al muro... Il visore ti avvisa in qualche modo oppure sei lasciato al tuo destino? Che e' ovvio che devi avere un'area sgombra per utilizzarlo, ma se non vedi cosa c'e' intorno a te a fare qualche passo di troppo ci vuole poco...
nessuno050529 Maggio 2017, 13:49 #3
Da possessore di rift ottima notizia, è giunta l'ora di prendere il terzo sensore! Per quanto a mio avviso l'utilizzo ideale della vr sono i simulatori, dove il room scale non serve.
nebuk29 Maggio 2017, 14:30 #4
Originariamente inviato da: jepessen
Non avendo un kit di realta' virtuale mi chiedo come si fa ad evitare di inciampare su mobili, sedie o sbattere al muro... Il visore ti avvisa in qualche modo oppure sei lasciato al tuo destino? Che e' ovvio che devi avere un'area sgombra per utilizzarlo, ma se non vedi cosa c'e' intorno a te a fare qualche passo di troppo ci vuole poco...


Con i sensori Touch è possibile configurare l'area di movimento, appena ti avvicini al limite sul visore appare una sorta di reticolo virtuale che ti avverte dell'imminente impatto
jepessen29 Maggio 2017, 14:51 #5
Originariamente inviato da: nebuk
Con i sensori Touch è possibile configurare l'area di movimento, appena ti avvicini al limite sul visore appare una sorta di reticolo virtuale che ti avverte dell'imminente impatto


Beh diciamo che e' gia' qualcosa...
al13529 Maggio 2017, 17:59 #6
Originariamente inviato da: jepessen
Beh diciamo che e' gia' qualcosa...


in realtà ti avverte ben prima di impattare, quindi il rischio non c'è. l'importante è avere l'area dedicata sgombra.
Dinofly01 Giugno 2017, 16:26 #7
Hanno risolto il problema di saturazione della banda usb 3.0?
al13501 Giugno 2017, 18:39 #8
Originariamente inviato da: Dinofly
Hanno risolto il problema di saturazione della banda usb 3.0?



che problema scusa?
Dinofly08 Giugno 2017, 11:12 #9
2 sensori oculus saturano la banda del controller usb 3.0
Tanto che il terzo sensore te lo fanno attaccare al controller usb 2.0

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^