Haiku OS raggiunge finalmente la beta: rilascio a settembre

Haiku OS raggiunge finalmente la beta: rilascio a settembre

Haiku OS, progetto nato dalle ceneri di BeOS, raggiunge lo stadio di beta dopo sedici anni di sviluppo. Il lancio ufficiale è previsto per metà settembre, anche se la versione stabile rimane ancora lontana

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Sistemi Operativi
 

Non molti ricorderanno BeOS, sistema operativo nato dall'omonima Be, Inc. e condannato al fallimento dalle politiche commerciali di Microsoft. Sebbene sia definitivamente sparito dalle scene, la visione alla base del progetto è rimasta viva grazie al progetto Haiku, che rappresenta una re-implementazione di BeOS in forma open-source. A sedici anni dalla fondazione del progetto, Haiku raggiunge ora la fase di beta.

L'ultimo rilascio ufficiale di una alpha risale ormai a cinque anni fa: il progresso di Haiku è lento, a causa anche del ristretto numero di sviluppatori rispetto ad altri progetti open source più noti. Le ultime riserve tecniche al lancio della beta sono cadute ed è ora necessario effettuare le prove per verificare che tutto funzioni correttamente e correggere eventuali bug.

Secondo lo scadenzario pubblicato sul blog ufficiale, la prima release candidate della beta dovrebbe arrivare il 25 agosto, mentre il rilascio finale dovrebbe avvenire tra il 10 e il 18 di settembre.

Sono ancora presenti alcune problematiche, come l'impossibilità di effettuare il boot da una chiavetta inserita in una porta USB3, che non verranno però risolte prima del lancio della beta.

Haiku OS potrebbe diventare, con il tempo, un sistema operativo di riferimento per il recupero di vecchie macchine non più servibili in altro modo, vista la sua leggerezza estrema. Il rilascio di una versione stabile potrebbe richiedere però ancora diversi mesi o addirittura anni e, dunque, la sua fruibilità per un pubblico più ampio rimane ancora limitata.

È possibile scaricare l'immagine di installazione dal sito ufficiale del progetto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7721 Agosto 2018, 19:05 #1
Si, tutto molto bello.. ma se voglio recuperare una macchina stravecchia con qualcosa di super leggero già ci sono parecchie distro linux dove almeno ho un parco software limitato ma decente.

Che senso può avere andare a cercare un altro sistema con zero supporto e zero parco software?

Il problema del sistema operativo, come già visto sugli smartphone, non è tanto la qualità del sistema in sè ma anche e soprattutto l'ecosostema che ci sta dietro.
Bellaz8921 Agosto 2018, 19:30 #2
Ormai mi ero dimenticato di Haiku..

Penso che abbiano rilasciato la beta solo per dare un po piu' di visibilita' al tutto. Non so quanto sia piu' usabile rispetto a 5 anni fa .

Comunque bon. sistema per chi si vuole divertire.
Opteranium21 Agosto 2018, 22:57 #3
per carità, ognuno può perdere tempo come meglio crede ma.. un sistema che sarà usato da 3 persone nel mondo ha davvero senso?
Phoenix Fire22 Agosto 2018, 00:06 #4
Originariamente inviato da: Opteranium
per carità, ognuno può perdere tempo come meglio crede ma.. un sistema che sarà usato da 3 persone nel mondo ha davvero senso?


me lo chiedo spesso, è il bello e brutto dell'open source: grazie a ciò vengono portati avanti anche progetti "non convenienti", però poi ti chiedi se quegli stessi sviluppatori divisi in 100k progetti si concentrassero su due tre cose che balzo si potrebbe avere qualitativamente parlando
Bellaz8922 Agosto 2018, 07:55 #5
Originariamente inviato da: Opteranium
per carità, ognuno può perdere tempo come meglio crede ma.. un sistema che sarà usato da 3 persone nel mondo ha davvero senso?


Per hobby uno fa certe cose per il gusto di farle, altrimenti scomparirebbero la quasi totalità degli Hobby di questo mondo ( programmare Haiku è sicuramente più produttivo di vedere una partita di calcio o andare a pesca o giocare ai videogiochi ).

Se la gente si concentrasse su un progetto singolo, che magari non gli piace, a fare sviluppo che non gli piace, che differenza ci sarebbe rispetto al lavoro di tutti i giorni?

Originariamente inviato da: Phoenix Fire
me lo chiedo spesso, è il bello e brutto dell'open source: grazie a ciò vengono portati avanti anche progetti "non convenienti", però poi ti chiedi se quegli stessi sviluppatori divisi in 100k progetti si concentrassero su due tre cose che balzo si potrebbe avere qualitativamente parlando


La questione non e' tra open o non open, ma tra software sviluppato a livello aziendale e software sviluppato per hobby. Un sacco di persone si sviluppano per hobby progetti, usati solo da loro stessi, che poi non rilasciano, cosi' come ci sono molti progetti open source che sono gestiti da aziende, i cui sviluppatori sono al 99% dipendenti delle stesse e sono ovviamente retribuiti per il loro lavoro di sviluppo.

La maggior parte di modelli open source anzi permettono a persone esterne di avvicinarsi a progetti preesistenti e contribuite allo sviluppo, perche' penso che poche persone (nessuna?) firmerebbero un NDA per hobby. Per questo per molti il fatto di rendere un progetto open e' piu' una questione di praticita' prima che di politica.
franz178922 Agosto 2018, 08:39 #6

Peccato

Quando mi capitava di bazzicare il sito e leggere qualcosina ho notato sempre una ritrosia a introdurre cose nuove che potessero mettere a rischio la compatibilità con BeOS. Certo, se gli unici (o quasi) software per il tuo OS sono quelli di BeOS non ti conviene privartene, ma osare un po’ avrebbe giovato. Anche perché girando tra le app si trovano uno o due browser (basilari), un paio di editor di testo, alcuni software di registrazione audio (che sono oramai giocattolini se li si paragona ai più recenti software). La parte multimediale di BeOS è irrecuperabile, se straordinaria all’epoca, ma Windows e MacOS sono cresciuti mentre Haiku è hobbystico. Fossi in loro avrei provato ad aggiungere un later di compatibilità con Linux o BSD e cavalcato l’onda di Flatpack o Snap
trapanator22 Agosto 2018, 08:51 #7
Originariamente inviato da: franz1789
Quando mi capitava di bazzicare il sito e leggere qualcosina ho notato sempre una ritrosia a introdurre cose nuove che potessero mettere a rischio la compatibilità con BeOS. Certo, se gli unici (o quasi) software per il tuo OS sono quelli di BeOS non ti conviene privartene, ma osare un po’ avrebbe giovato. Anche perché girando tra le app si trovano uno o due browser (basilari), un paio di editor di testo, alcuni software di registrazione audio (che sono oramai giocattolini se li si paragona ai più recenti software). La parte multimediale di BeOS è irrecuperabile, se straordinaria all’epoca, ma Windows e MacOS sono cresciuti mentre Haiku è hobbystico. Fossi in loro avrei provato ad aggiungere un later di compatibilità con Linux o BSD e cavalcato l’onda di Flatpack o Snap


Hanno aggiunto la compatibilità con le librerie QT e quindi sono stati in grado di portare LibreOffice, QT Creator e così via. Però a questo punto non mi sembra avere molto senso non usare Linux...
s-y22 Agosto 2018, 09:25 #8
eh, fino a una decina di anni fa il progetto aveva anche un bell'abbrivio (e uno 'scopo' ancora non solo hobbistico), ma il treno mi sa che è passato ormai...
devilred22 Agosto 2018, 09:33 #9
wow! dopo ben 16 anni di sviluppo arriva la beta, azz!!! per il 2030 sara' anche stabile e usabile tutti i giorni, poi per il 2050 ci saranno tante app.
maxy0422 Agosto 2018, 11:29 #10
lo sviluppo puo' essere un hobby, e molto divertente (proprio in questi giorni sto facendo qualche gioco in basic sull'olivetti ps128s).
Se guardiamo allo sviluppo come hobby, allora questo os e' un bell'esercizio di stile, tanto di cappello, io non saprei nemmeno da che parte iniziare.

se guardiamo in modo razionale, penso proprio che non uscira' mai dalla beta, e non sara' mai usato in produzione da nessuno.
troppo pochi sviluppatori per poter star dietro a tutti i bachi, ne ha gia' linux che ha una base di sviluppatori e debugger molto ampia.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^