Stampato in 3D l'oggetto più grande al mondo: ecco il video della barca 3Dirigo da 2 tonnellate

Stampato in 3D l'oggetto più grande al mondo: ecco il video della barca 3Dirigo da 2 tonnellate

Pesa oltre 2 tonnellate ed è lunga oltre 7.6 metri. L'oggetto più grande e pesante al mondo mai realizzato con la stampa 3D è una barca ed è stata progettata e realizzata dall'Università del Maine finendo nel Guinness World Record. Ecco i dettagli.

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

Sembra una barca qualsiasi dalle dimensioni di 7.6 metri di lunghezza ed un peso di oltre 2 tonnellate. Eppure è la barca dei record perché realizzata completamente con una stampante 3D. Non solo perché per il suo peso e la sua grandezza è anche l'oggetto più grande e pesante mai realizzato con una stampante 3D al mondo. La barca è stata realizzata dall'Università del Maine e l'impresa è stata certificata anche dal Guiness dei Primati.

La barca ''stampata'' in 3D: ecco come è realizzata

La barca è stata battezzata con il nome di 3Dirigo ed è stata realizzata dal Centro Strutture Avanzate e Compositi dell'università che ha realizzato anche un video sul processo di costruzione dell'oggetto più grande e pesante al mondo realizzato appunto con stampa 3D. La barca è lunga 25 piedi ossia 7,62 metri e pesa la bellezza di 5.000 libbre ossia circa 2.260 chilogrammi. Quello che chiaramente rende unica questa barca è il fatto che seppur realizzata completamente con una stampante 3D può tranquillamente navigare come ogni altra barca.

Un oggetto però pronto a perdere velocemente il record visto che la stessa Università ha già in lavorazione un ulteriore oggetto in 3D (sempre una barca) capace di raggiungere addirittura i 100 piedi di lunghezza ossia oltre 30 metri con una larghezza di 22 piedi (6.7 metri) e un'altezza di almeno 10 piedi ossia 3 metri. Dimensioni da vero record per oggetti realizzati con una "semplice" stampante 3D e che potrebbero essere utilizzati anche nell'esercito americano visto che l'università possiede già una stretta partnership con esso.

Particolare il fatto che la barca 3Dirigo sia stata stampata nel giro di sole 72 ore ossia 227 chilogrammi di barca all'ora. Il materiale utilizzato è una plastica di stampa 3D miscelata con il 50% di legno. Non solo perché l'Università del Maine sta collaborando anche con l’Oak Ridge National Laboratory per la realizzazione di stampe 3D con materiali nuovi a base di cellulosa derivata da risorse legnose.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zappz14 Ottobre 2019, 14:34 #1
E' incredibile quanto siano diverse le norme anti infortunistiche fra il nostro paese e l'usa, vedere persone girare tranquillamente sotto una macchina del genere per noi e' una cosa fuori dal mondo.
robweb214 Ottobre 2019, 16:04 #2
Originariamente inviato da: Zappz
E' incredibile quanto siano diverse le norme anti infortunistiche fra il nostro paese e l'usa, vedere persone girare tranquillamente sotto una macchina del genere per noi e' una cosa fuori dal mondo.


vabbè, non è una Fresa CNC, sarà talmente lenta da non creare nessun tipo di pericolo, e, il filmato, è talmente accellerato che, quando le persone entrano nell'area di lavoro potrebbe anche essere ferma.
Zappz14 Ottobre 2019, 16:27 #3
Ogni macchina in movimento e' pericolosa, sopratutto se puo' creare schiacciamenti ed e' anche evidente che non ha nessun tipo di sicurezza per evitare accessi o per bloccare la macchina automaticamente.

Ma e' proprio normale così, in usa ti danno tutte le indicazioni del caso per non farti male, ma se sei fesso e ti fai male sono problemi tuoi dal momento che la sanità non e' a carico dello stato, solo da noi in Italia siamo ipertutelati per evitare di pesare allo stato se ci facciamo male e non solo nel lavoro ma in tantissimi altri aspetti della vita di tutti i giorni.
Kozjac14 Ottobre 2019, 16:31 #4
Originariamente inviato da: Zappz
E' incredibile quanto siano diverse le norme anti infortunistiche fra il nostro paese e l'usa, vedere persone girare tranquillamente sotto una macchina del genere per noi e' una cosa fuori dal mondo.


Non è più pericoloso di un cantiere dove si costruiscono ponti stradali più o meno complessi oppure, per restare in tema imbarcazioni, di uno dove si costruiscono navi.
Dai un'occhiata a qualche time lapse dove si costruiscono navi da crociera e vedrai che quello che hai appena visto è nulla in confronto.
Ci sono carri ponte che "movimentano" interi moduli preassemblati e pronti per essere saldati alla struttura della nave.
E sotto c'è gente che lavora, a partire dall'aiuto gruista che guida via radio l'operatore addetto al carro ponte.
Zappz14 Ottobre 2019, 16:37 #5
Un cantiere non e' una macchina automatica e' ovvio che in un cantiere ci sono limiti oggettivi, ma al contrario una macchina si puo' mettere molto bene in sicurezza se si vuole farlo.
Marko_00114 Ottobre 2019, 17:28 #6
usa 2017 5140 morti - abitanti 320 milioni
ita 2017 1029 morti - abitanti 60 milioni
Zappz14 Ottobre 2019, 18:03 #7
Percentuale abbastanza simile, ma quello che fa realmente testo sono gli infortuni, non i morti.

Poi anche un dato così dice poco e niente, sono riferiti all'industria oppure è un dato generico?
Marko_00114 Ottobre 2019, 18:24 #8
@Zapper
ma le pare che riporto i morti in autostrada?
sono i morti sul lavoro
Zappz14 Ottobre 2019, 19:16 #9
Originariamente inviato da: Marko_001
@Zapper
ma le pare che riporto i morti in autostrada?
sono i morti sul lavoro


Anche i camionisti che muoiono in autostrada sono morti sul lavoro...
Dumah Brazorf14 Ottobre 2019, 19:49 #10
Di impressionante c'è se non hanno avuto bisogno di iniettare alcuna schiuma nell'intercapedine. Basta il minimo interstizio per far entrare acqua e far colare a picco la benchy in scala 100:1

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^