Si avvicina l'integrazione della capsula Orion con NASA SLS per Artemis I

Si avvicina l'integrazione della capsula Orion con NASA SLS per Artemis I

In queste ore la prima capsula Orion per le missioni Artemis è stata portata dal Launch Abort System Facility all'iconico edificio Vehicle Assembly Building (VAB) per poi poter essere unita al nuovo grande razzo NASA SLS.

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Siamo ormai vicini a vedere il primo grande razzo NASA SLS completo! L'agenzia spaziale statunitense ha annunciato che la capsula Orion utilizzata durante la missione Artemis I (senza equipaggio) è giunta al grande edificio di assemblaggio. Questo permetterà l'integrazione sul vettore per le future missioni lunari.

Fino a questo momento le due unità erano state separate anche dopo che il Core Stage era arrivato in Florida una volta conclusi i test di accensione dei motori. Lo stadio centrale era stato unito ai due booster laterali e si era proceduto all'installazione dei vari componenti come l'adattatore tra il primo e il secondo stadio e l'ICPS. Nelle ultime settimane sono stati eseguiti test importanti per le connessioni elettriche, l'avionica e il sistema di sgancio dalla torre di lancio funzionavano correttamente.

NASA SLS e la capsula Orion di Artemis I sono quasi pronti all'incontro

La capsula Orion per la missione Artemis I è stata trasportata in queste ore dal Launch Abort System Facility all'iconico edificio Vehicle Assembly Building (VAB). Qui si trova attualmente NASA SLS. Questo permetterà l'integrazione del componente in cima al razzo per poi procedere con le fasi conclusive prima del lancio.

nasa sls

La struttura della capsula, ha nella zona superiore, il Launch Abort System (LAS) che consente di allontanare gli astronauti dal razzo se qualcosa dovesse andare storto nelle prime fasi del lancio. La capsula vera e propria è poi coperta da ogive/fairing che consentono di ridurre vibrazioni e rumori durante il lancio. Nella zona inferiore c'è invece il modulo di servizio che è stato realizzato dall'ESA.

Considerando i passaggi ancora mancanti (oltre agli ulteriori test), il lancio del primo NASA SLS sarà probabilmente nella prima parte del 2022. Questa ipotesi era già emersa in passato e ora siamo sempre più vicini alla conferma da parte dell'agenzia spaziale. Quest'ultima non si è espressa con chiarezza sulle tempistiche.

nasa sls

Come scritto sopra, la prima missione (Artemis I) non avrà equipaggio ma trasporterà un manichino con diversi sensori per testare nel dettaglio tutti i sistemi della capsula. Inoltre sarà il primo lancio di NASA SLS mentre continua la produzione e l'assemblaggio delle altre unità che serviranno per Artemis II e Artemis III.

La seconda missione avrà un equipaggio di tre persone ma non atterrerà sulla superficie lunare. Infine la terza missione dovrebbe atterrare sulla Luna grazie all'utilizzo del lander lunare. C'è da considerare però che la NASA ha intenzione di non fermarsi a tre missioni verso la Luna ma pensa a una permanenza più duratura. Per questo sono in corso finanziamenti per lo sviluppo di altri lander lunari dopo Artemis III.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^