Nuovi render per la capsula SpaceX Dragon XL che servirà per le missioni lunari Artemis

Nuovi render per la capsula SpaceX Dragon XL che servirà per le missioni lunari Artemis

SpaceX Dragon XL sarà una nuova versione delle capsule Dragon (attualmente Crew e Cargo) che servirà a portare i componenti del Lunar Gateway in orbita lunare così da aprire la strada alle missioni NASA Artemis nei prossimi anni.

di pubblicata il , alle 20:41 nel canale Scienza e tecnologia
NASASpaceXESA
 

Due sono le capsule SpaceX Dragon che conosciamo meglio! Quella dedicata al trasporto degli astronauti (Crew Dragon) e quella per il trasporto dei rifornimenti (Cargo Dragon). Ma in futuro ci sarà una nuova versione, più grande, che servirà per le missioni lunari e che si chiamerà SpaceX Dragon XL. Non si tratta di una novità in senso assoluto! La notizia risale allo scorso anno, ma in queste ore sono stati rilasciati nuovi render di come apparirà.

spacex dragon xl

SpaceX Dragon XL aiuterà a realizzare il Lunar Gateway

Come scritto sopra, questa nuova soluzione, che attualmente non abbiamo ancora visto nella realtà, servirà a realizzare il Lunar Gateway per le missioni Artemis verso la Luna. Era necessario avere la possibilità di portare in orbita lunare una grande quantità di materiali con relativamente poche spedizioni. Questo permette di ridurre costi e possibilità di fallimento.

spacex

Il tutto si configura all'interno del contratto NASA chiamato Gateway Logistics Services (GLS). Per il lancio di SpaceX Dragon XL sarà impiegato il grande lanciatore Falcon Heavy, che ha all'attivo ancora pochi lanci. Al tempo inoltre non era possibile affidare il contratto a soluzione ancora in fase di sviluppo come Starship.

spacex

Quando fu annunciato il contratto, Mark Wiese (Deep Space Logistics alla NASA) aveva dichiarato "stiamo portando il modo di pensare innovativo dell'industria commerciale nella nostra catena di fornitura e contribuiamo a garantire che siamo in grado di supportare gli equipaggi che si preparano per le spedizioni sulla superficie lunare fornendo le forniture di cui hanno bisogno in anticipo".

spacex

SpaceX Dragon XL non trasporterà esseri umani. Per quel compito infatti verrà impiegata la capsula Orion che sarà utilizzabile insieme all'altro grande lanciatore (NASA SLS, Space Launch System). Ricordiamo inoltre che anche l'Italia sta partecipando attivamente alla realizzazione del Lunar Gateway, grazie agli stabilimenti di Torino di Thales Alenia Space. Anche se il traguardo del nuovo sbarco sulla Luna entro il 2024 sembra quasi impossibile, le missioni verso il nostro satellite naturale non sono certo state cancellate, ma al più rinviate di qualche anno.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk20 Marzo 2021, 12:57 #1
..."Anche se il traguardo del nuovo sbarco sulla Luna entro il 2024 sembra quasi impossibile" .....
TRoPPPOOOO Difficile, nel' 70 invece ci andavano tutti i giorni ...
Ma vuoi mettere la tecnologia di allora con quella attuale ?
Non c'è confronto ....
Non parliamo poi dei computer, quelli di allora erano tutta un'altra cosa ...
E poi il problema delle radiazioni, allora non c'era, ora invece ... sono dappertutto ....
albatros_la20 Marzo 2021, 15:52 #2
Originariamente inviato da: phmk
..."Anche se il traguardo del nuovo sbarco sulla Luna entro il 2024 sembra quasi impossibile" .....
TRoPPPOOOO Difficile, nel' 70 invece ci andavano tutti i giorni ...
Ma vuoi mettere la tecnologia di allora con quella attuale ?
Non c'è confronto ....
Non parliamo poi dei computer, quelli di allora erano tutta un'altra cosa ...
E poi il problema delle radiazioni, allora non c'era, ora invece ... sono dappertutto ....

Il fatto che la meta sia la stessa è una delle poche cose in comune tra l'impresa odierna e quella degli anni 60. Solo un ignorante in materia - nel senso stretto del termine, non è mia intenzione insultare nessuno - non coglie l'enorme quantità di differenze tra le due. Enorme al punto che non avrebbe senso analizzarla in un post. Consiglio piuttosto di documentarsi perché le fonti non mancano.
lucale20 Marzo 2021, 20:38 #3
Originariamente inviato da: albatros_la
Il fatto che la meta sia la stessa è una delle poche cose in comune tra l'impresa odierna e quella degli anni 60. Solo un ignorante in materia - nel senso stretto del termine, non è mia intenzione insultare nessuno - non coglie l'enorme quantità di differenze tra le due. Enorme al punto che non avrebbe senso analizzarla in un post. Consiglio piuttosto di documentarsi perché le fonti non mancano.


Lascia perdere, ripete sempre le stesse cose ogni volta che appare una notizia sulle prossime missioni umane sulla Luna, probabilmente deve essere uno di quelli che credono alla teoria del complotto lunare, anche se spero di sbagliarmi e la sua sia solo ignoranza sull'argomento.
das21 Marzo 2021, 08:50 #4
Oltre al fatto che all'epoca avevano molti più soldi di adess, erano economie keynesiane, nessun vincolo di bilancio o quasi
LMCH21 Marzo 2021, 17:20 #5
Originariamente inviato da: das
Oltre al fatto che all'epoca avevano molti più soldi di adess, erano economie keynesiane, nessun vincolo di bilancio o quasi

Inoltre era un modo per far vedere chi l'aveva più grosso e lungo (il missile ) senza fare una guerra.
Non a caso si è ritornati a parlare seriamente di missioni sulla Luna con astronauti solo ora che la Cina vuole "mettersi in pari con gli USA" (e possibilmente superarli a tempo debito).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^