Boeing CST-100 Starliner e gli aggiornamenti sulle valvole bloccate della capsula

Boeing CST-100 Starliner e gli aggiornamenti sulle valvole bloccate della capsula

Continua l'indagine per capire le motivazioni precise per le quali alcune delle valvole della capsula Boeing CST-100 Starliner si sono bloccate questo Agosto. La maggiore indiziata è la condensa che si sarebbe formata nei giorni prima del lancio.

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Scienza e tecnologia
BoeingNASA
 

Nella giornata di ieri si è tenuta una conferenza stampa per aggiornare tutti gli appassionati (e i contribuenti statunitensi) sul problema delle valvole bloccate della capsula Boeing CST-100 Starliner. Il problema era emerso questa estate, il 3 Agosto, poco prima del lancio in direzione della Stazione Spaziale Internazionale per il test OFT-2 senza equipaggio.

Nonostante i tentativi per risolvere il problema quando la capsula era ancora in cima al razzo ULA Atlas V non è stato possibile far tornare operativa la navicella. Questo ha costretto Boeing ad annullare la missione e a rinviarla probabilmente alla prima metà del 2022. Ricordiamo che questa navicella dovrebbe essere affiancata alla Crew Dragon.

boeing

Avere un modello completamente diverso fornirebbe un'alternativa alla NASA per lanciare astronauti dal suolo statunitense in caso di problemi alla capsula di SpaceX. Questo permetterebbe di non doversi rivolgere ai russi e alle Soyuz (anche se le due agenzie avrebbero trovato un accordo per cedere sedili senza scambio di soldi).

Boeing CST-100 Starliner e gli aggiornamenti delle ultime ore

Secondo quanto riportato durante l'aggiornamento sul test OFT-2 (Orbital Flight Test 2), i problemi non sarebbero ancora completamente risolti e Boeing. La società starebbe cercando di chiarire definitivamente cosa è andato storto durante la progettazione della navicella.

boeing

L'indiziata principale sarebbe comunque la condensa che si sarebbe formata nei giorni precedenti al lancio. La condensa sarebbe penetrata nella zona delle valvole reagendo col tetrossido di diazoto (ossidante) formando acido nitrico. L'acido avrebbe portato poi a un fenomeno di corrosione delle parti bloccando 13 delle 24 valvole.

Questa reazione chimica avvenuta all'interno delle valvole della capsula Boeing CST-100 Starliner le avrebbe poi bloccate. Quando la navicella era in posizione sopra il razzo non era stato possibile arrivare nelle zone più "nascoste" non permettendo una corretta risoluzione del problema. Per questo la navicella era stata smontata dal razzo e inviata di nuovo allo stabilimento.

boeing

Michelle Parker (ingegnere capo di Boeing) ha dichiarato che la capsula sarebbe stata in grado di operare con l'umidità tipicamente presente in Florida. Nonostante tutto questa sarebbe da considerare la causa principale del problema. In queste settimane due valvole bloccate sono state smontate e sono state inviate al Marshall Space Flight Center in Alabama per analisi approfondite (compreso una tomografia computerizzata).

Per completare tutte le operazioni ci vorranno alcuni mesi. Secondo una fonte anonima ora il lancio OFT-2 della capsula Boeing CST-100 Starliner sarebbe previsto non prima di Maggio 2022. La prima missione con equipaggio potrebbe quindi essere programmata tra la fine del 2022 e l'inizio del 2023.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^