I Cinesi aprono Skype

I Cinesi aprono Skype

Una ignota compagnia cinese ha aperto il protocollo di Skype e realizzato un client compatibile. Ad agosto sarà resa disponibile la prima versione pubblica

di pubblicata il , alle 11:42 nel canale Programmi
Skype
 

Una azienda Cinese non meglio identificata è stata in grado di aprire il protocollo proprietario utilizzato da Skype, il noto software di comunicazione VoIP, per poter così realizzare un client che facesse uso del medesimo protocollo.

La notizia è riportata da Charlie Paglee, cofondatore di Vozin Communicatons, sul blog VoIPWiki. Paglee ha dichiarato di aver ricevuto, negli USA, una chiamata su Skype da un amico che, in Cina, stava utilizzando "un software compatibile in via di sviluppo". Paglee ha inoltre pubblicato uno screenshot di quello che sarebbe questo fantomatico software, inviatogli dall'altrettanto misterioso amico in Cina.

Verso la fine del mese di Agosto dovrebbe essere rilasciata una prima versione di questo client, che dovrebbe includere anche funzionalità di messaggistica e una stabilità migliorata. Secondo le informazioni disponibili, tuttavia, il client Skype-compatibile non sarà caratterizzato da una delle funzionalità più importanti (e più discusse) di Skype: ovvero la funzione Super Node.

Super Node è una modalità che consente ad un client Skype attivo di fungere da intermediario (da nodo, appunto) tra altri utenti. Si tratta di una modalità per rendere la rete Skype il più efficiente e stabile possibile. Se il client alternativo dovesse prendere piede, potrebbe presto rappresentare un problema per la rete Skype, che vedrebbe pian piano venire meno i numerosi Super Node presenti all'interno di essa.

Quel che è certo è che il Governo Cinese sta seguendo con attenzione la vicenda. In Cina, infatti, gli applicativi VoIP sono sempre stati boicottati in modo più o meno evidente per cercare di spingere le soluzioni proposte dalle realtà locali. Non è quindi improbabile ipotizzare che questo client alternativo possa essere in qualche modo accolto favorevolmente dal governo.

Resta da vedere cosa farà eBay, che attualmente è proprietaria di Skype. Dinnanzi ha un ventaglio di possibilità, sia pacifiche, sia belliche, che spaziano dal blocco ai client di terze parti, fino all'apertura ufficiale del protocollo. Possibilità che comunque verrano vagliate solamente quando e se il nuovo client dovesse iniziare ad attirare una consistente mole di utenti Skype.

Fonte: Arstechnica

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

60 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor17 Luglio 2006, 11:48 #1
olè, hanno copiato pure skype!

ma quand'è che qualcuno metterà un freno all'arroganza cinese?
FinDuZ17 Luglio 2006, 11:54 #2
Non e' una questione di arroganza.

La lezione che stiamo imparando in questi mesi e' che la storia sta bocciando i protocolli proprietari.

Se la forza di skype risultera' solo e soltanto quella di avere un protocollo chiuso allora e' condannato.
sari17 Luglio 2006, 11:54 #3
In questo caso non parlerei di arroganza, infondo il difetto maggiore di skype è il suo protocollo chiuso. Se questa mossa dei cinesi fa aprire il protocollo da parte di ebay, ben venga!.
Bisont17 Luglio 2006, 11:55 #4
per una volta mi fa piacere....Skype è troppo chiuso...
sirus17 Luglio 2006, 12:05 #5
Per una volta i cinesi hanno raggiunto un po' di liberta più che altro... fino a non molto tempo fa gli era anche impedito usare Skype e programmi simili
GianL17 Luglio 2006, 12:07 #6
Questa è una buona notizia, concordo; mentre non sono d'accordo con chi vede in pericolo il business di Skype: se il login alla rete di Skype è blindato la società può continuare tranquillamente a lavorare.

Inoltre nel settore delle telecomunicazioni i protocolli che si sono affermati non sono mai stati protocolli proprietari: nè nella voce, nè nell'IP nè nei Dati.
rutto17 Luglio 2006, 12:08 #7
Originariamente inviato da: Paganetor
olè, hanno copiato pure skype!

ma quand'è che qualcuno metterà un freno all'arroganza cinese?


la mia volonta' di postare una seria riflessione sull'argomento va a farsi benedire...
Paganetor17 Luglio 2006, 12:14 #8
va bene ragazzi. se vi fa piacere che qualcuno violi la legge, infranga i copyright e faccia fondamentalmente quel cavolo che vuole in barba agli sforzi dei programmatori, ok...

cosa direste se "rubassero" qualcosa di vostro?

se il mercato premia il protocollo proprietario di Skype che problema c'è? se invece il mercato non lo premia allora avete ragione voi. ma non esiste che si "apra" qualunque cosa.. fatevi un vostro caXXo di programma, visto che siete bravi, e non difendete a spada tratta chi si arricchisce alle spalle degli altri!
Paganetor17 Luglio 2006, 12:15 #9
ah, altra cosa: tutti pronti a criticare se il governo cinese mette una censura su google o da qualche altra parte, mentre se appoggia un programma che posa le basi sul lavoro di un altro allora va tutto bene... un po' di obbiettività non guasta... :rolleye:
Cimmo17 Luglio 2006, 12:20 #10
Dubbio: ma tutto cio' e' legale?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^