Disponibile Mono 1.2

Disponibile Mono 1.2

Novell annuncia la disponibilità di Mono 1.2, un'applicazione strategica per interfacciarsi in modo rapido ed efficace con la piattaforma .NET.

di pubblicata il , alle 09:35 nel canale Programmi
 

Solo pochi giorni fa Microsoft e Novell hanno annunciato un importante accordo secondo il quale le due società in futuro avrebbero collaborato sul fronte dello sviluppo di nuove soluzioni e su quello dell'interoperabilità. A fare da eco a tale notizia vi è la presentazione da parte di Novell di Mono 1.2 in occasione del Microsoft TechEd Developers Conference & Expo di Barcellona.

Mono è la piattaforma che consente agli utenti Unix/Linux di interfacciarsi a .NET di Microsoft e di effettuare con maggior semplicità il porting di applicazioni Windows. La nuova versione presenta un migliorato supporto Java, un utilizzo ottimizzato della memoria e una maggior stabilità operativa.

Il download è disponibile a questo indirizzo mentre altre informazioni in merito alla nuova release di Mono 1.2 sono raggiungibili alla pagina web ufficiale del progetto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
@lfio15 Novembre 2006, 11:03 #1
guerret15 Novembre 2006, 14:28 #2
Bel commento, davvero. Far notare che è una notizia vecchia perché è uscita ben due (2) giorni fa su un altro sito è una bella dimostrazione di apprezzamento verso il lavoro svolto dalla redazione. Io, ad esempio, non l'avevo letta.

Se da una parte apprezzo i tentativi di interfacciamento tra i due mondi, dall'altra storco un po' il naso di fronte a queste cose che sotto certi aspetti sono tradiscono la filosofia Linux. Perché in fondo qui si sta sviluppando una tecnologia su Linux finalizzata a sviluppare e far funzionare applicazioni basate su concetti prettamente Windows.
cerbert15 Novembre 2006, 14:43 #3
Piccole chiarificazioni.

1) HWU non si occupa di fare a gara, soprattutto nella sezione "news", con altri. Se ci capita di dare anteprime in esclusiva, bene, se no rilanciamo comunque notizie che possono avere importanza.

2) detto questo se precisazioni come "notizia vecchia" sono poco utili, anche farlo notare è una perdita di tempo.

3) entrando nel merito della notizia: "mono" non ha nulla a che fare con GNU/Linux nel senso che si tratta semplicemente della naturale conseguenza del fatto che la MicroSoft ha DOVUTO "pubblicare" le specifiche di .NET per ottenere la certificazione di standard. Un sistema operativo Linux può "utilizzare" Mono nella stessa misura in cui utilizza Java2RE o SE, ma questo non ha niente a che fare con la sua natura.
Klontz15 Novembre 2006, 16:10 #4

accendete la luce

ma chi mai svilupperà applicazioni per Windows, in un ambiente Linux ?!?! Mi pare un "paradosso".

Mi aspetto che uno sviluppatore Windows, lavori su piattaforma Windows.. anche perchè alla fine il software è la che lo deve far girare.

Sono perplesso... non capisco, forse perchè non ne so abbastanza, spero solo che Mono non si riveli una "serpe in seno".

P.S.
complimenti al "fenomeno" del primo post
mjordan15 Novembre 2006, 16:16 #5
Originariamente inviato da: Klontz
ma chi mai svilupperà applicazioni per Windows, in un ambiente Linux ?!?! Mi pare un "paradosso".

Mi aspetto che uno sviluppatore Windows, lavori su piattaforma Windows.. anche perchè alla fine il software è la che lo deve far girare.

Sono perplesso... non capisco, forse perchè non ne so abbastanza, spero solo che Mono non si riveli una "serpe in seno".

P.S.
complimenti al "fenomeno" del primo post


Sviluppare applicazioni con Mono non significa sviluppare applicazioni per Windows. Cosi come sviluppare applicazioni con Java non significa puntare a quale SO in particolare. Mono è una piattaforma. Nata su Windows ma da alcuni standard aperti. Ok, alcune parti sono congeniate esclusivamente ad uso Windows, ma ci stanno lavorando per adattarle a Linux, pur mantenendo la compatibilità sorgente.

Inoltre c'è un'altra notizia che sembra si stia snobbando.
[size=4]Java è stato rilasciato con licenza GPL, sia Java SE che Java ME che Java EE[/size]
Guardate qui:
https://openjdk.dev.java.net
ekerazha15 Novembre 2006, 18:57 #6
Grande notizia... Mono è davvero buono (e "libero".
share_it15 Novembre 2006, 19:15 #7
mono credo sia anche per windows per chi non vuole mettere .net.
ekerazha15 Novembre 2006, 19:17 #8
Originariamente inviato da: share_it
mono credo sia anche per windows per chi non vuole mettere .net.

Si, volendo si.
freeeak15 Novembre 2006, 19:38 #9
non è una gara daccordo pero ...una piccola notizia sul fatto che java è dievtato open mi sembra che potevate anche metterla anche perche visto l'utilizzo che si fa di java a me sembra un cambiamento piuttosto grande...magari togliendo qualche notizia tipo le nuove forme degli astucci di office 2007.
sirus16 Novembre 2006, 09:47 #10
Originariamente inviato da: ekerazha]Grande notizia... Mono è
Caratteristica che non fa diventare Mono necessariamente superiore al .NET Framework.
Personalmente lo uso su GNU/Linux, l'ambiente e buono ma generalmente non mi sembra ancora ai livelli del Framework di Microsoft, non tanto per le funzionalità quanto per le prestazioni.

[QUOTE=freeeak]non è una gara daccordo pero ...una piccola notizia sul fatto che java è dievtato open mi sembra che potevate anche metterla anche perche visto l'utilizzo che si fa di java a me sembra un cambiamento piuttosto grande...magari togliendo qualche notizia tipo le nuove forme degli astucci di office 2007.

Personalmente non sono contento del rilascio di Java con licenza GPL, avrei preferito un rilascio con licenza CDDL.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^