Unità Samsung SSD con SATA II presto disponibili

Unità Samsung SSD con SATA II presto disponibili

Samsung annuncia la produzione in volumi delle proprie unità SSD dotate di interfaccia SATA II

di pubblicata il , alle 11:46 nel canale Portatili
Samsung
 

Il mercato legato alle soluzioni di storage basate su tecnologia Solid State Disk sta attraversando un indiscutibile periodo di notorietà: fino a qualche tempo fa questo genere di tecnologie era utilizzato solo in particolari applicazioni verticali e aveva costi improponibili per una potenziale diffusione di massa.

La recente disponibilità di soluzioni a basso costo e con capacità di storage accettabile ha fatto sì che molti produttori di notebook offrano tra le proprie soluzioni di fascia alta portatili equipaggiati con unità SSD da 32GB o 64GB. Il grosso vantaggio di tali unità di storage, lo ricordiamo, è l'affidabilità legata alla totale assenza di componentistica meccanica in movimento.

Un ruolo di primo piano nel settore delle unità SSD è ricoperto da Samsung sia per quanto concerne la produzione dei chip di memoria sia in relazione alla realizzazione delle unità SSD vere e proprie. A fine 2007 il produttore coreano annunciò la disponibilità di soluzioni SSD da 1,8 e da 2,5 pollici dotate di interfaccia SATA II; oggi, come riporta Dailytech, viene annunciata la produzione in volumi e quindi è da attendersi l'imminente disponibilità di tali prodotti.

Samsung afferma che il passaggio a un'interfaccia di tipo SATA II su un'unità da 64GB permette un incremento del transfer rate prossimo al 60% rispetto al medesimo prodotto dotato di tecnologia SATA I. Sempre secondo il produttore, l'utilizzo dell'interfaccia SATA II offre un sensibile vantaggio rispetto all'utilizzo di un'interfaccia PATA: a fronte di 65MB/s in lettura e 45MB/s in scrittura, la più recente interfaccia offre velocità pari a 120MB/s e 100MB/s rispettivamente in lettura e scrittura. Questi dati saranno comunque da verificare in laboratorio nel corso delle nostre consuete prove.

Come per i prodotti SSD precedentemente annunciati, anche per queste soluzioni Samsung non diffonde i prezzi. E' comunque bene ricordare che Samsung commercializza le proprie unità SSD solo ai propri clienti OEM.

Superato il problema costituito dall'interfaccia e dalle performance, ora per i produttori la sfida si sposta sul piano della capacità di storage e della riduzione del prezzo. Anche su questo fronte, secondo varie indiscrezioni, vi sarebbero interessanti novità legate soprattutto alla capacità di storage.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor18 Febbraio 2008, 11:56 #1
ottimo!

ora aspettiamo che i prezzi diventino "popolari"
gianni187918 Febbraio 2008, 12:10 #2
due in raid 0 e si vola
danny200518 Febbraio 2008, 12:11 #3
Bene così!

Vorrei chiedervi una cosa: vista la totale assenza di parti in movimento, in un'ottica futura, quando le capacità saranno dell'ordine dei terabyte, che ne pensate di unità SSD usate come storage? Intendo dire come contenitori di files che si vogliono conservare per sempre...Ora so che il per sempre in questi casi è da prendere con le molle, ma se un dvd di marca, ben conservato, può arrivare a 7/8 anni (sperem) che ne dite degli SSD? Una cella scritta una volta e per sempre garantisce l'eternità?

Mi sogno 2 SSD in raid 0 con capienza di 5 terabyte.....che ne dite? esagero?
iridio8018 Febbraio 2008, 12:19 #4
beh attualmente si trovano dei ssd trascend da 8, 16 e 32 gb, ormai a prezzo popolari diciamo sui 100 euro per quello da 8 e 180 per quello da 32, capaci di 30 mb in lettura e 25 in scrittura, appena saranno disponibili questi sata ll prevedo un ulteriore abbassamento dei prezzi, ed allora ci farò seriamente un pensierino..... mi accontenterei anche di un 16 gb a 80 euro, tanto un sistema operativo ci stà comodo, per le mie necessità, e poi c'è sempre il vecchio hd esterno.
Cialtrone18 Febbraio 2008, 12:22 #5
X adesso si...aspetta fra qualche anno xò...ricordo ancora le 300 e passa mila lire che ho pagato (nel '98, credo) per un hard disk da 4,3 GB..
King8318 Febbraio 2008, 12:51 #6
io starei attento sono validissimi x il sitema operativo(non di certo quelli sataI che benkati sui portatili in vendita mostrano vantaggi nulli rispetto algi hard disk meccanici...) ma non per i dati e questo perchè l'assenza di parti meccaniche li rende estremamente inaffidabili, mi spiego: è vero non hanno il problema della caduta accidentale(sopportano urti violentissimi e non hanno il problema che nella caduta la testina va sul disco rovinandolo) hanno cicli di scrittura/riscrittura alti (non tutti i tipi di chip hanno le stesse caratteristiche) ma almeno l'hard disk meccanico con 500gb di dati personali prima di andarsene ti avvisa con strani rumori all'accensione questi ssd appena raggiungi il limite delle riscritture se ne va e basta senza nessun segnale quindi addio 500gb(appena ci arriveranno hehhe)
extremelover18 Febbraio 2008, 13:07 #7
Originariamente inviato da: King83
io starei attento sono validissimi x il sitema operativo(non di certo quelli sataI che benkati sui portatili in vendita mostrano vantaggi nulli rispetto algi hard disk meccanici...) ma non per i dati e questo perchè l'assenza di parti meccaniche li rende estremamente inaffidabili, mi spiego: è vero non hanno il problema della caduta accidentale(sopportano urti violentissimi e non hanno il problema che nella caduta la testina va sul disco rovinandolo) hanno cicli di scrittura/riscrittura alti (non tutti i tipi di chip hanno le stesse caratteristiche) ma almeno l'hard disk meccanico con 500gb di dati personali prima di andarsene ti avvisa con strani rumori all'accensione questi ssd appena raggiungi il limite delle riscritture se ne va e basta senza nessun segnale quindi addio 500gb(appena ci arriveranno hehhe)


Non puoi fare molto affidamento sui rumori che senti. Un HD può rompersi anche nella parte elettronica. Devi sempre fare backup dei tuoi dati o usare apposite configurazioni RAID (ovviamente non 0).
King8318 Febbraio 2008, 13:13 #8
Originariamente inviato da: extremelover
Non puoi fare molto affidamento sui rumori che senti. Un HD può rompersi anche nella parte elettronica. Devi sempre fare backup dei tuoi dati o usare apposite configurazioni RAID (ovviamente non 0).


grazie che scoperta...non intendevo dire che con gli hard disk meccanici ti puoi fidare del fatto che spesso prima di morire fanno strani rumori e quindi la copia di bakup te la fai solo al sentire questi rumori!!! ovvio che io del mio hard disk da 500gb ne ho una copia speculare di backup...volevo solo sottilineare il fatto che se gli ssd a differenza prima di andarsene non avvisano affatto sono come le chiavette(anche se non hanno cellle prodotte nel medesimo modo) che da un momento all'altro non riesci + o a scriverle o a leggerle...motivo in + x fare sempre o il raid 1 o avere come me hard disk interno ed esterno di copia da portarsi pure in giro
extremelover18 Febbraio 2008, 13:20 #9
Originariamente inviato da: King83
grazie che scoperta...non intendevo dire che con gli hard disk meccanici ti puoi fidare del fatto che spesso prima di morire fanno strani rumori e quindi la copia di bakup te la fai solo al sentire questi rumori!!! ovvio che io del mio hard disk da 500gb ne ho una copia speculare di backup...volevo solo sottilineare il fatto che se gli ssd a differenza prima di andarsene non avvisano affatto sono come le chiavette(anche se non hanno cellle prodotte nel medesimo modo) che da un momento all'altro non riesci + o a scriverle o a leggerle...motivo in + x fare sempre o il raid 1 o avere come me hard disk interno ed esterno di copia da portarsi pure in giro


Lo stato del disco sarà sicuramente monitorabile. In più le tecnologie attuali consentono una durata di oltre 1.300 anni. Non credo che lo sviluppo sarà frenato dal "problema" della mancanza dei rumori...

Ci sono troppi vantaggi. E che tu lo voglia o no il futuro è solid state.
marchigiano18 Febbraio 2008, 13:31 #10
king ti sbagli di grosso, i SSD hanno algoritmi che tengono sotto controllo tutti i cluster, se uno si danneggia si segna quello e gli altri continuano a funzionare, al max perdi 512byte

se invece si rompe il controller per i dischi tradizionali ci sono ditte specializzate che recuperano i dati (ma tipo a 1000 euro per gigabyte...), per gli SSD non so... forse si aggiorneranno

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^