Trony rischia di chiudere: 800 dipendenti potrebbero perdere il lavoro

Trony rischia di chiudere: 800 dipendenti potrebbero perdere il lavoro

I circa 800 dipendenti della catena di rivendita di elettronica di consumo potrebbero essere a rischio per via di alcune scelte sbagliate della compagnia

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Periferiche
 

Dal mese di dicembre alcuni dei dipendenti di Trony percepiscono solo il 20% dello stipendio pattuito nel loro contratto, e l'intera compagnia è a rischio chiusura. I motivi sono legati a scelte sbagliate, ma anche - ovviamente - alla pressante concorrenza dei portali di e-commerce. È così che Trony ha parecchio materiale invenduto o scaffali paradossalmente vuoti, questo perché la società non riesce a riempirli. E se anche lo facesse, la gente comprerebbe su Amazon.

La notizia è scoppiata per via di una serie di articoli apparsi sui quotidiani (Corriere e Il Giorno, segnalati dalla CGIL Milano) in cui viene raccontata la manifestazione di decine di lavoratori fuori dal negozio di piazza San Babila a Milano, chiuso: "Hanno fatto il gioco delle tre carte", dichiara il sindacato. "DPS Group che passa i lavoratori a Vertex. Poi DPS Group che si riprende i lavoratori da Vertex e nel frattempo entra in liquidazione. Infine FRC Group di Milano, società che commercializza con marchio Trony, che licenzia".

Solo nell'hinterland milanese sarebbero oltre 140 i dipendenti che potrebbero rimanere senza lavoro, e più di 800 per gli oltre 40 punti vendita sparsi sul suolo nazionale. Un'ancora di salvezza si era presentata nelle scorse settimane sotto forma di una possibile acquisizione da parte di terzi, ma la compravendita è sfumata e pare che non ci siano appigli all'orizzonte per Trony. L'ipotesi più accreditata sembra quella del fallimento, per una società che, stando alle parole de Il Giorno, riesce ad offrire una busta paga di soli 250 euro ai propri dipendenti.

Nel corso della settimana i rappresentanti dei lavoratori incontreranno l'assessore comunale al lavoro Cristina Tajani, che però ha commentato: "Purtroppo dobbiamo registrare che ancora non c'è stabilità per questi lavoratori che incontrerò la settimana prossima, su richiesta delle organizzazioni sindacali, per meglio comprendere le procedure adottate dall'azienda e assicurare loro il sostegno del Comune".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

210 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supremo.a20 Febbraio 2018, 11:09 #1
Nella città in cui vivo c'era un Trony che hanno chiuso gia da molti anni. Peccato.. secondo me era un negozio molto valido.
Cappej20 Febbraio 2018, 11:12 #2
"Evoluzione... Morpheus ...evoluzione" [cit.Matrix]

Purtroppo non sarà il primo ne l'ultimo, gli stessi dipendenti andranno a finire nei magazzini Amazon. Il che non so se sarà un bene o un male, ma fatto sta che è l'evoluzione e indietro non si torna e non tutti ce la fanno ad evolversi.

Parlo per tanti (se non tutti) i settori
sniperspa20 Febbraio 2018, 11:17 #3
Possono cercare lavoro in Amazon
W4rfoX20 Febbraio 2018, 11:30 #4
Non diamo tutte le colpe ad Amazon. Quante volte siete entrati un uno di questi centri e cercare un commesso e' come partecipare alla caccia al tesoro? E non basta un commesso qualunque, devi trovare quello del reparto che nel reparto puntualmente non c'e'. L'esperienza di vendita poi e' spesso deprimente, nel senso che non hanno idea di cosa stanno vendendo (formazione questa sconosciuta). In ultimo le storie che ti fanno se hai problemi dopo la prima settimana (nella prima settimana ti cambiano l'articolo), oggi non so se sia cambiato qualcosa ma l'ultimo prodotto che presi in una catena generica fu L'ULTIMO prodotto perche' per avere la riparazione passarono qualcosa come 3 mesi. Poi amazon vince.. e grazie al ca....
mattia.l20 Febbraio 2018, 11:41 #5
Ci sono già Euronics ed Unieuro...ci sta che altri concorrnti chiudano
Cfranco20 Febbraio 2018, 11:41 #6
Francamente non capisco come abbiano potuto rimanere a galla fino ad adesso
Nei centri che ho visto non ho mai trovato nessuna competenza ( roba che al Mediaworld sono dei geek al confronto ), un' assortimento di prodotti che pare scelto a caso con scaffali pieni di roba inutile e quello che serve puntualmente mancante, il tutto unito a prezzi totalmente fuori mercato
Per carità, è chiaro che l' e-commerce sta erodendo il mercato, ma trovo che altre catene stiano galleggiando dignitosamente, offrendo prodotti decenti a prezzo accettabile.
chuckbird20 Febbraio 2018, 11:45 #7
E' dal 2000 che abito vivo a Milano.
Proprio a due passi da Marcucci di C.so 22 marzo.
All'inizio era un negozio veramente fornito e ricco di roba, è andato contraendosi sempre di più nel corso degli anni.
Sotto natale sono passato nel Trony di San Babila così giusto per farmi un giro e ho visto gli scaffali tutti vuoti: la domanda ad una commessa non mi sono vergnato a farla, le ho chiest se stavano chiudendo, lei mi ha risposto "boh, spero di no... a noi non ci hanno detto niente"... immaginatevi la situazione.

E' chiaro che ormai certe categorie merceologiche nei comuni negozi non rendono più, vuoi per la quantità di roba vuoi per l'impossibilità di proporre prezzi concorrenziali.
E' roba che costa cara quando è nuova, è soggetta ad invecchiamento precoce e si svaluta tantissimo. E' praticamente impossibile fare magazzino.
O vendi tutto e subito al massimo oppure soccombi.

L'elettronica di consumo è morta da un pezzo ormai, l'informatica si compra solo online.
Si salvano solo gli apple store grazie alla politica dei prezzi imposti.

Last but not least.. i vertici hanno avuto problemi di evasione fiscale e sono stati arrestati... questo è stato il colpo finale.
aqua8420 Febbraio 2018, 11:47 #8
in effetti W4rfoX non ha tutti i torti, l'assistena Pre e soprattutto Post-vendita è praticamente inesistente.

ma Amazon non esiste da 1 anno, forse avevano il tempo per "prepararsi" a questa novità già da tempo e adeguarsi.
six00720 Febbraio 2018, 11:49 #9
ma trony è una catena che vende un po' di tutto, per i prodotti fino ad un certo peso e dimensione magari l'e-commerce ormai regna, ma dubito che la gente normale (almeno in italia ancora) compri molti elettrodomestici su amazon, passando dalle tv di grandi dimensioni ai frigoriferi.

quando amazon venderà lavatrici sotto casa, ma ordinate online, dappertutto, allora daremo la colpa ad amazon. ma i problemi di trony saranno altri.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^