Stampanti 3D, anche HP al debutto nel prossimo anno

Stampanti 3D, anche HP al debutto nel prossimo anno

L'azienda statunitense ha affermato che durante il prossimo anno immetterà sul mercato alcune soluzioni per la stampa 3D indirizzate sia al pubblico consumer sia al pubblico industrial

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:29 nel canale Periferiche
HP
 

Il catalogo di prodotti HP potrebbe arricchirsi nel prossimo anno di una linea di stampanti 3D. E' quanto emerge a margine della conferenza con gli analisti finanziari che l'azienda americana ha tenuto per presentare i risultati finanziari dell'ultimo trimestre e dell'anno fiscale 2013, pubblicati nella giornata di ieri.

Nel corso del 2014 l'azienda ha intenzione di immettere sul mercato una serie di stampanti 3D dedicate sia all'utenza industriale sia all'utenza consumer, facendo leva sul business della stampa su carta e allo scopo di stimolare il mercato alla crescita. Il CEO di HP, Meg Whitman, che già aveva accennato a questo piano durante lo scorso mese, ha però precisato che l'impatto sul bilancio della compagnia sarà piuttosto modesto per qualche tempo.

"Si tratta di piantare un seme nel 2014 e nel 2015, con un potenziale molto buono per il lungo periodo. C'è un grande potenziale per stampare in modi che molti consumatori e compagnie troveranno accettabili e le stampanti 3D utilizzeranno alcune delle medesime tecnologie che si trovano nei nostri dispositivi per la stampa su carta" ha dichiarato Whitman.

E' importante per la compagnia, oltre all'impegno verso il settore enterprise, riuscire ad identificare segmenti di mercato alternativi e dalle elevate potenzialità. L'azienda, pur comportandosi leggermente meglio rispetto alla media del settore, ha infatti registrato una flessione marginale nelle consegne di PC e stampanti con uno scenario che comunque promette ancora numerose sfide. Negli ultimi tre mesi le consegne dei PC tradizionali sono calate, in riferimento all'intero settore, del 9,5% sulla scia di una crescita dei prezzi delle memorie. Il trimestre in corso potrebbe far segnare per HP un'ulteriore contrazione di fatturato, coome conseguenza degli elevati prezzi delle memorie.

Una indagine della società di analisi di mercato Canalys evidenzia inoltre che i tablet potrebbero costituire la metà del mercato PC nel corso del 2014. Scorgendo elementi di traino, HP sta proponendo una serie di sistemi convertibili con tastiere staccabili o pieghevoli. "E' troppo presto per sapere come stia andando la domanda per i convertibili. Abbiamo molti form factor innovativi e ne sapremo di più a seguito di questa stagione natalizia" ha affermato a tal proposito Meg Whitman.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick28 Novembre 2013, 16:21 #1
Ci si butteranno anche epson e canon poi.. è ovvio... per ora ci sono ma non sono certo alla portata di tutti.. l'uso è strettamente riservato agli addetti ai lavori e credo lo rimarrà comunque ancora per un bel pò..
MARROELLO28 Novembre 2013, 16:41 #2
Originariamente inviato da: Rubberick
Ci si butteranno anche epson e canon poi.. è ovvio... per ora ci sono ma non sono certo alla portata di tutti.. l'uso è strettamente riservato agli addetti ai lavori e credo lo rimarrà comunque ancora per un bel pò..


Può essere, ma non è detto.
Non è che perchè si parla di "stampanti 3d" allora le debbano produrre tutti i colossi della "stampa".
In fondo non centra nulla.
In più HP NON E' AL DEBUTTO come continuano a titolare (non so se è ignoranza o è voluto)nelle news, HP ha prodotto per molti anni la Designjet 3D che è una stampante 3D normalissima e molto costosa.
Quindi ha la sua esperienza nel settore.
Era ora comunque che ci si buttasse un dei big.
domthewizard28 Novembre 2013, 17:03 #3
Originariamente inviato da: Rubberick
Ci si butteranno anche epson e canon poi.. è ovvio... per ora ci sono ma non sono certo alla portata di tutti.. l'uso è strettamente riservato agli addetti ai lavori e credo lo rimarrà comunque ancora per un bel pò..


la scelta più sensata l'ha fatta epson, lanciando (solo nell'est asiatico per il momento) stampanti anche casalinghe con sistema di ricarica continua e inchiostri in bottiglia

da noi invece ha pensato solo ai professionisti facendo un plotter che utilizza inchiostro sublimatico e quindi ci si possono stampare i transfer per fare gadgets personalizzati (peccato che è un plotter pro-pro-proissimo :asd



ste stampanti 3d non servono ad una beneamata cippa se non in certi ambiti, molto molto esclusivi
eimer28 Novembre 2013, 17:48 #4
ma chi scrive gli articoli si informa ogni tanto o scrive a caso ???

guardate che sono diversi anni che HP produce stampanti 3D ..
per loro non è di certo una novità ...
FirePrince28 Novembre 2013, 17:50 #5
Non sono d'accordo, secondo me in prospettiva possono essere molto utili, a tutti. Immagina una specie di Wikipedia ma per i modelli 3D, uno potrebbe stampare oggettistica, componenti sostitutivi per oggetti guasti…
Ale199228 Novembre 2013, 17:59 #6
Originariamente inviato da: FirePrince
Non sono d'accordo, secondo me in prospettiva possono essere molto utili, a tutti. Immagina una specie di Wikipedia ma per i modelli 3D, uno potrebbe stampare oggettistica, componenti sostitutivi per oggetti guasti…


O per farsi le cover dell'iphone. Scherzi apparte (anche se comunque sarebbe una bella cosa), sono sempre stato interessato a questo tipo di stampanti ma i costi sono ancora proibitivi, almeno per me. Se ora cominciassero a produrle in massa presto diventebebro oggetti comuni come le attuali e imho sarebbero anche abbastanza utili, per esempio anche per chi, come me, ama il modellismo.
Computerman28 Novembre 2013, 18:36 #7
Io le aspetto per divertirmi con modellini e roba simile, ovviamente devono fare qualcosa di commerciale del tipo 200-300€ max
acerbo28 Novembre 2013, 19:37 #8
Originariamente inviato da: Rubberick
Ci si butteranno anche epson e canon poi.. è ovvio... per ora ci sono ma non sono certo alla portata di tutti.. l'uso è strettamente riservato agli addetti ai lavori e credo lo rimarrà comunque ancora per un bel pò..


non é vero, ci sono già prodotti consumer in commercio e il costo per quelle entry level non credo superi i 2000 dollari, inoltre ti vengono forniti software molto semplici e intuitivi per creare gli oggetti da stampare. La vera questione semma é cosa diavolo te ne fai?
!fazz28 Novembre 2013, 20:18 #9
Originariamente inviato da: acerbo
non é vero, ci sono già prodotti consumer in commercio e il costo per quelle entry level non credo superi i 2000 dollari, inoltre ti vengono forniti software molto semplici e intuitivi per creare gli oggetti da stampare. La vera questione semma é cosa diavolo te ne fai?


anche meno,

le ho viste a 800€ montata 600 in scatola di montaggio
MARROELLO28 Novembre 2013, 21:22 #10
Originariamente inviato da: domthewizard
la scelta più sensata l'ha fatta epson, lanciando (solo nell'est asiatico per il momento) stampanti anche casalinghe con sistema di ricarica continua e inchiostri in bottiglia

da noi invece ha pensato solo ai professionisti facendo un plotter che utilizza inchiostro sublimatico e quindi ci si possono stampare i transfer per fare gadgets personalizzati (peccato che è un plotter pro-pro-proissimo :asd



ste stampanti 3d non servono ad una beneamata cippa se non in certi ambiti, molto molto esclusivi


Staremo proprio a vedere , nell'ambiente corre voce da tempo che Epson è nella cacca, i conti non tornano ovviamente.
Non puoi mantenere la baracca regalando stampanti che poi usano inchiostri comprati ovunque.
Buon per gli utenti, chiaro. Per il momento almeno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^