Razer lancia BlackWidow Tournament Edition Chroma V2 con Instant Trigger Technology

Razer lancia BlackWidow Tournament Edition Chroma V2 con Instant Trigger Technology

Razer parla di 'più rapido tempo di risposta del settore per una tastiera gaming' grazie alla nuova Instant Trigger Technology

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Periferiche
Razer
 

La Razer BlackWidow TE Chroma V2 è una tastiera da gioco meccanica compatta pensata per i gamer più competitivi in cerca di rapidi tempi di reazione. Grazie alla nuova Instant Trigger Technology (ITT) cancella qualsiasi ritardo tra le attuazioni dei tasti per fornire una risposta rapida dalla tastiera al PC.

Secondo quanto si apprende dai comunicati di Razer, questa tecnologia mira ad annullare il cosiddetto delay debouncing, ovvero l'anti-rimbalzo, un sistema atto a prevenire l'insorgere di errori dovuti a fluttuazioni di tensione e corrente. Al momento dell'attivazione, dunque, la nuova tecnologia ITT invia immediatamente il segnale al sistema senza alcuna attesa.

Non perdetevi la recensione della Razer BlackWidow Chroma V2
Gli utenti possono scegliere tra gli switch meccanici Green, Orange o Yellow. Progettati senza bump tattile o clic, gli switch Yellow sono silenziosi e rapidi per soddisfare le esigenze di giochi come i FPS o i MOBA. Offrono un punto di attuazione di 1,2mm, il 40 percento più rapidi degli switch meccanici standard e, a detta di Razer, sono stati testati con intense sessioni di gioco per assicurare un ciclo di vita di 80 milioni di attuazioni.

La Razer BlackWidow TE Chroma V2 presenta un layout compatto privo di tastierino numerico e con un cavo USB intrecciato removibile. Un nuovo poggia-polsi magnetico, inoltre, può essere facilmente rimosso quando non in uso. In questo modo la tastiera può essere trasportata senza problemi.

La Razer BlackWidow TE Chroma V2 presenta tasti retroilluminati singolarmente con tecnologia Razer Chroma che assicura la sincronizzazione tra dispositivi differenti. I gamer possono scegliere tra 16,8 milioni opzioni di colore e una varietà di effetti. È possibile creare configurazioni personalizzate utilizzando la piattaforma software Razer Synapse e ci sono profili dedicati ad alcuni giochi molto popolari come Call of Duty e Overwatch.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nitro8902 Agosto 2017, 16:54 #1
Ma c'é gente che si fa infiappettare da questi prodotti? ma si chiama VEDOVA NERA allora glieli do i 150 euro!

"pensata per i gamer più competitivi in cerca di rapidi tempi di reazione"

ma lol. se sai giocare vinci anche con una tastiera radio del 1994
*Pegasus-DVD*02 Agosto 2017, 20:01 #2
looooooooooooooooooool
PretorianoHD02 Agosto 2017, 21:02 #3
Originariamente inviato da: nitro89
Ma c'é gente che si fa infiappettare da questi prodotti? ma si chiama VEDOVA NERA allora glieli do i 150 euro!

"pensata per i gamer più competitivi in cerca di rapidi tempi di reazione"

ma lol. se sai giocare vinci anche con una tastiera radio del 1994



Non mi sembra di aver mai visto in un torneo eSports gente giocare con una tastiera radio del 1994.....
It_vader03 Agosto 2017, 08:20 #4
In tutti gli sport (anche gli e-sport a quanto pare) esistono dei prodotti che servono per migliorare le prestazioni (costumi per il nuoto, guantoni per boxe/kickboxing, freni e alettoni per le auto ecc.). La questione è che questi "miglioramenti" sono mediamente infimi e costosissimi, quindi sono inutili? Per me che sono un gamer della domenica sicuramente si, perchè è inutile che io abbia una tastiera che azzera i tempi di latenza se ho i riflessi di un bradipo. Magari il coreano di turno che gioca a starcraft 2 con un reattività disumana riesce a trarne vantaggio
biffuz04 Agosto 2017, 00:38 #5
Se qualcuno nota veramente la differenza del tempo di risposta del debouncing bisogna fargli il test antidoping. E sì, esiste il doping nel gaming.

Piuttosto rimango in attesa di una meccanica gaming wireless. Un normale essere umano non la nota la differenza del lag, non siamo più nel 1994, e potreste fare felici tanti nuovi clienti, invece di propinarci centinaia di improbabili combinazioni di led...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^