Degli ingegneri hanno trasformato un Oculus Touch in una racchetta da ping pong

Degli ingegneri hanno trasformato un Oculus Touch in una racchetta da ping pong

Gli Oculus Touch sono i controller aptici con cui abitualmente si interagisce con la Realtà Virtuale e i visori Oculus Rift e Quest

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Periferiche
OculusOculus Rift
 

Una coppia di ingegneri meccanici, Florian Auté e Alexis Roseillier, ha creato con una Stampante 3D l'occorrente per realizzare una finta racchetta da ping pong e restituire la sensazione che si stia impugnando una racchetta reale mentre si gioca con gli Oculus Touch, i famosi controller alla base del sistema di movimento con i visori Oculus.

La racchetta, secondo una storia raccontata da VentureBeat, è stata pensata per poter essere usata congiuntamente al gioco di ping pong Eleven VR. Si tratta di un titolo precedentemente disponibile per quei visori che necessitano la connessione al PC, ma da pochi giorni disponibile anche su Oculus Quest, il visore stand-alone che elabora autonomamente le immagini di gioco.

Eleven VR offre una fisica realistica e ambienti che restituiscono una sensazione di assoluto coinvolgimento. L'estrema leggerezza di una pallina da ping pong rende lo sport un buon candidato per il gioco in Realtà Virtuale visto che il feedback aptico restituito dai controller Oculus Touch restituisce una sensazione molto simile al contraccolpo della pallina da ping pong sulla racchetta.

Ciò non vale per le sensazioni tattili del giocatore che impugna gli Oculus Touch, proprio perché hanno forma ed ergonomia molto differenti rispetto a una racchetta. Per ovviare a questo problema, a gennaio, Florian Auté ha iniziato a lavorare insieme alla sua ragazza a una serie di accessori da applicare sugli Oculus Touch in modo che potessero restituire al giocatore la sensazione di impugnare una vera racchetta da ping pong. Auté ha poi coinvolto nel progetto l'amico Alexis Roseillier, insieme a sua moglie, perché la coppia ha esperienza in design tridimensionale e Stampa 3D.

Roseillier e Auté hanno entrambi studiato nella stessa scuola di ingegneria in Francia, ma vivono in diversi paesi, Olanda e Germania. Auté è un fan di Eleven VR ma Roseillier non era interessato al tennistavolo prima di iniziare a lavorare su questo progetto. Dopo aver giocato Eleven con questo particolare accessorio, però, sta valutando l'acquisto di un Oculus Quest.

L'accessorio, il cui peso è stato studiato per replicare il baricentro di una reale racchetta da ping pong, mantiene accessibili i pulsanti di Oculus Touch. Neanche il sistema di tracciamento della periferica originale viene compromesso, mentre con l'apposita impugnatura la racchetta può essere sorretta come una reale racchetta da ping pong, con l'indice che va a disporsi sulla parte posteriore della racchetta.

Eleven VR

Naturalmente questa impugnatura va a modificare l'allineamento degli Oculus Touch. Per cui all'interno del gioco bisogna procedere a un allineamento manuale, ma i due ingegneri stanno lavorando a una pre-impostazione personalizzata per il gioco che regolerà facilmente l'orientamento della racchetta.

Il modello 3D per stampare autonomamente l'accessorio che trasforma gli Oculus Touch in racchetta da ping pong si trova su Thinigverse. Chiunque può scaricare il progetto e creare a casa la propria racchetta da ping pong, a patto di usare i materiali giusti. L'accessorio funziona con i controller Oculus Touch di seconda generazione forniti con i visori Oculus Quest e Oculus Rift S.

Un accessorio del genere può avere dei risvolti commerciali importanti, perché il ping pong, così come il tennis, si adatta molto bene alla Realtà Virtuale. L'idea dei due ingegneri, quindi, potrebbe arrivare fino a Oculus VR, la quale potrebbe decidere di fornire un accessorio ufficiale proprio per facilitare il gameplay con titoli come Eleven VR.

Intanto, verificate i prezzi di Oculus Quest e di Oculus Rift S su Amazon perché sono in ribasso.

VentureBeat ha realizzato il suo articolo in collaborazione con la redazione di UploadVR, la quale ha testato l'accessorio così realizzato in un match multiplayer su una connessione Wi-Fi che ha introdotto una latenza di due millesimi di secondo. I due giocatori usavano Oculus Quest con gli accessori stampati in 3D per imitare la distribuzione del peso e il feeling di una vera racchetta da ping pong. Ecco qui la registrazione della sessione di gioco.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^