NAND con oltre 600 layer e unione tra CPU e DRAM: il futuro secondo SK hynix

NAND con oltre 600 layer e unione tra CPU e DRAM: il futuro secondo SK hynix

Nel corso di un keynote il CEO di SK hynix ha parlato del futuro delle memorie, sia DRAM che NAND. Tanti i temi toccati, con qualche previsione: NAND da oltre 600 layer in una decina d'anni e convergenza tra CPU e DRAM.

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Memorie
SK hynix
 

Il CEO della sudcoreana SK hynix, Seok-Hee Lee, ha illustrato la sua visione sull'evoluzione tecnologica nei settori delle memorie DRAM e NAND. Se per il futuro prossimo (o quasi) si attende una produzione di DRAM con processi inferiori ai 10 nanometri (EUV) e memorie NAND formate da oltre 600 strati (layer) di celle, in un momento non meglio precisato assisteremo alla convergenza tra memoria e logica, con alcune funzioni di calcolo che passeranno dalla CPU alla DRAM.

"La velocità della HBM è aumentata con il numero di canali tra CPU e memoria, e così la velocità crescerà ulteriormente con la cosiddetta PNM (Processing Near Memory), dove CPU e memoria sono integrate in un singolo modulo. La velocità salirà ulteriormente con PIM (Processing In Memory), dove CPU e memoria saranno all'interno di un singolo package. Infine, si raggiungerà un livello ancora maggiore con CIM (Computing in Memory), dove CPU e memoria saranno integrate all'interno di un singolo die per fornire prestazioni senza precedenti", ha dichiarato il CEO.

Tutto questo richiederà per una forte collaborazione tra aziende con competenze diverse, un rapporto che vada oltre le partnership odierne al fine di creare una cooperazione che "persegua il valore sia economico che sociale".

Seok-Hee Lee ha anche predetto che la tecnologia di memoria per l'informatica "post Von Neumann" si evolverà in semiconduttori neuromorfici (che mimano il funzionamento del cervello), mentre l'archiviazione assumerà la forma di semiconduttori a DNA, capaci di memorizzare i dati convertendoli da 0 e 1 (codice binario) in quattro sequenze di base del DNA: adenina, guanina, citosina e timina.

Inoltre, ha sottolineato come capacità di calcolo e archiviazione a grandissima velocità diventeranno possibili consumando una quantità di energia inferiore persino a quella usata dal cervello umano. Tutto questo porterà a "un vero mondo intelligente" in cui i datacenter non occuperanno centomila metri quadrati ma semplicemente una piccola stanza.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
io78bis23 Marzo 2021, 12:40 #1
Quel futuro, se mai arriverà, è tra 50 anni o più
Kenichi8023 Marzo 2021, 12:59 #2
Che belli questi sguardi a lunga scadenza, danno un'ariosità grandiosa al futuro!
Ed in più il passaggio sui semiconduttori neuromorfici mi hanno fatto subito pensare alla gelatina neurale della Voyager (che poi da qualche parte di "reale" o verosimile lo avranno preso, no?)
phmk23 Marzo 2021, 13:06 #3
Ed arrivò il Covid1717 .... (non previsto da nessuno) ... e li fece fuori tutti (i piani di sviluppo ec.)
frankie23 Marzo 2021, 14:48 #4
Ah ma non è Michio Kaku, ste sparate sono tipicamente sue.
nickname8823 Marzo 2021, 15:08 #5
arriverà probabilmente di questo passo assieme alle famigerate batterie al grafene, ossia quando saremo tutti a miglior vita.
NickNaylor24 Marzo 2021, 08:25 #6
Originariamente inviato da: io78bis
Quel futuro, se mai arriverà, è tra 50 anni o più


pensa a com'era il mondo nel 1970, nel 1920 e nel 1870... da qui a 50anni con ogni probabilità la realtà batterà molte delle previsioni piú fantasiose della fantascienza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^