Processori dual-core: Intel si dichiara in linea con le previsioni

Processori dual-core: Intel si dichiara in linea con le previsioni

Nonostante i produttori di schede madri considerino bassa la domanda per i processori Intel dual-core, la compagnia di Santa Clara è fiduciosa nella possibilità di raggiungere il milione di unità consegnate per il 2005

di pubblicata il , alle 17:05 nel canale Processori
Intel
 

Mentre i produttori di schede madri indicano che la domanda per i processori dual-core di Intel è piuttosto bassa, Intel sembra non avere alcuna intenzione di archiviare l'obiettivo di consegnare almeno un milione di processori dual-core entro la fine dell'anno; la compagnia è piuttosto ottimista e ha recentemente dichiarato di aver già consegnato "centinaia di migliaia" di processori Pentium D e Pentium Extreme Edition

Paul Otellini, CEO di Intel, ha dichiarato: "Abbiamo avuto una buona risposta dal mercato con questa piattaforma, tale da riuscire a consegnare diverse centinaia di migliaia di processori dual-core nel secondo trimestre"

Precedentemente nel corso dell'anno, diversi produttori di schede madri hanno dichiarato che la domanda per i processori dual-core è piuttosto debole. Sempre i produttori prevedono che le consegne di processori dual core per l'intero 2005 riusciranno ad arrivare solamente a quota 500 mila unità, ben al di sotto della previsione di Intel. La compagnia, comunque, continua a dichiararsi perfettamente in linea con le aspettative.

I processori dual-core Intel Pentium D sono relativamente convenienti: i modelli 820 (2,80GHz), 830 (3,00GHz) e 840 (3,20GHz) vengono commercializzati rispettivamente al prezzo di $241, $316 e $530. Il processore Intel Pentium Extreme Edition 840, 3,20GHz con tecnologia HT abilitata, costa 999 dollari cadauno per lotti di 1000 unità.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DevilsAdvocate21 Luglio 2005, 17:51 #1
L'unico interessante per rapporto prezzo / prestazioni e' il D-840, ma occhio
che in alcuni test va piu' lento di un Amd X2 4200+ .... (nei giochi viene surclassato,
se escludiamo il gioco ne esce piu' o meno (meno secondo me,ma sono AMDista)
pari, vedi http://www.anandtech.com/cpuchipset...doc.aspx?i=2410

IMHO Intel dovrebbe preoccuparsi meno di far pressioni a Dell e similia perche'
vendano solo Intel e rimettersi a fare dei processori competitivi (piu' per
potenza dissipata che per prestazioni, al momento attuale).
Altrimenti si tagliano fuori grosse fette di utenza (vedi centri di calcolo e simili,
60watt/ora e rotti per postazione si traducono a fine giornata in decine di migliaia
di Watts...)
MasterGuru21 Luglio 2005, 18:27 #2
quoto...va bene che costano meno degli Athlon X2, ma a consumi stiamo veramente esagerando!
ShinjiIkari21 Luglio 2005, 18:29 #3
Infatti entro la fine del 2006 passerà tutto a tecnologia Centrino, i progetti buoni l'hanno fatti, c'è solo da aspettare perche purtroppo devono finire di ammortizzare questa piaga di architettura (netburst).
YaYappyDoa21 Luglio 2005, 18:32 #4
Il mio commento è che forse costano "poco" ma che nella lunga distanza vengano a costare molto in termini di elevato consumo di energia elettrica quando messi a confronto con i processori AMD di pari classe. Sulle prestazioni si può dissertare quanto si vuole, sui consumi no.
Non da trascurare che diverse mobo per AMD presenti sul mercato già da un anno (come la mia MSI MS-7025) supportano i 2X aggiornando il bios, per i dual Intel bisogna comperare una nuova mobo per forza e, allegria, si deve reinstallare tutta la macchina hard e soft.
Potrebbero essere relativamente pochi i salvadanai rotti sul banchetto di queste CPU Intel...
vincino21 Luglio 2005, 18:39 #5
Costano meno degli Athlon X2 xchè vanno meno.. mi sembra logico!
vincino21 Luglio 2005, 18:44 #6
X ShinjiIkari
Finalmente tornano al PIII!
falconfx21 Luglio 2005, 18:49 #7
Secondo me Intel sta facendo buon viso a cattivo gioco.

Io credo molto nella tecnologia Dual-Core ma forse Intel sta correndo un po' troppo: sono ancora poche le applicazioni che sfruttano questa tecnologia, però non è detto che in futuro la situazione cambi...

Pensassero a far uscire Windows a 64 bit, il mio Athlon 64 non aspetta altro...
MaxArt21 Luglio 2005, 19:02 #8
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Altrimenti si tagliano fuori grosse fette di utenza (vedi centri di calcolo e simili, 60watt/ora e rotti per postazione si traducono a fine giornata in decine di migliaia di Watts...)
Non vorrei sembrare pignolo, ma "watt" si scrive minuscolo e senza 's' finale, come avevi fatto prima ed è una misura di potenza, non di energia (come sarebbe il "watt per ora", o "wattora", e non il "watt diviso ora".
Comunque dubito fortemente che qualche centro di calcolo userà tali processori, che proprio per il calcolo ci sono davvero poco portati in generale. Infatti di Xeon dual core proprio non se ne vedono...
avvelenato21 Luglio 2005, 19:08 #9
confesso che sconsiglierei ad uno non propriamente sgamato un dual intel anche a prezzo da single core: tutto quel surriscaldamento secondo me è impossibile da gestire con affidabilità d'estate e con dissipatori boxed intasati di polvere. Il fattore dissipazione è realmente importante, e se uno necessita affidabilità non può affidarsi con sicurezza ad una cpu che dissipa così tanto, senza studiare metodologie dissipative indegne per il settore desktop.


Su di un server invece ce lo vedrei meglio, a patto di pagar poco l'elettricità (quindi non in italia).
Nenco21 Luglio 2005, 19:09 #10
Originariamente inviato da: falconfx

Pensassero a far uscire Windows a 64 bit, il Athlon 64 non aspetta altro...

Guarda che è gia un pò che è fuori windows xp x64!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^