Intel: parliamo dei benefici della tecnologia, non fermiamoci ai benchmark

Intel: parliamo dei benefici della tecnologia, non fermiamoci ai benchmark

Il CEO di Intel, Bob Swan, ha dichiarato che l'industria dovrebbe spostare l'attenzione dai benchmark ai vantaggi e agli impatti reali della tecnologia. Un messaggio controverso, che ha scatenato discussioni tra gli appassionati.

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Processori
Intel
 

Stanno facendo discutere le parole di Bob Swan, CEO di Intel, pronunciate in un video indirizzato agli organizzatori del Computex 2020. Durante il suo discorso, che attraversa la complessa situazione mondiale, Swan ha affermato che questo momento dovrebbe essere visto come un'opportunità per distogliere il focus industriale dai benchmark per concentrarsi invece sui benefici e gli impatti della tecnologia. Di seguito la traduzione delle parole pronunciate da Bob Swan:

"Dovremmo considerare questo momento come un'opportunità per spostare la nostra attenzione come settore dai benchmark ai vantaggi e agli impatti della tecnologia che creiamo. La pandemia ha sottolineato la necessità di realizzare tecnologia appositamente per soddisfare queste esigenze in accordo alle necessità in evoluzione di imprese e consumatori. E questo richiede una mentalità ossessionata dal cliente per stargli vicino, anticipare quelle esigenze e sviluppare soluzioni. In questa visione, l'obiettivo è quello di garantire che stiamo ottimizzando per avere un maggiore impatto che supporterà e accelererà i benefici commerciali e sociali in ​​tutto il mondo".

In un settore dove misurare numericamente le prestazioni dei vari prodotti è una pratica ritenuta normale e utile per pesare i valori in campo, le parole di Swan hanno sollevato polemiche nel merito. Ci sono due modi di vedere la situazione: da una parte c'è chi accusa più o meno velatamente il CEO di Intel di sollevare la questione in un periodo dove in cui i prodotti dell'azienda in ambito PC e server sono minacciati da una forte concorrenza delle soluzioni AMD. Ci sono ambiti, specie dove sono necessari tanti core e thread, in cui la proposta di AMD è superiore. Una sorta di "ammissione di sconfitta", insomma.

Dall'altra invece si possono vedere le parole di Swan come a un invito ad andare oltre i freddi numeri, perché l'efficacia di un prodotto può spesso non limitarsi a quanto dichiarato da un test, ma all'implementazione nel mondo reale grazie allo stretto rapporto con i partner, cosa in cui Intel può vantare un vantaggio storico su AMD, anche solo per questioni di scala e potenza di fuoco (soldi).

Prendiamo ad esempio gli Xeon più recenti, che molti benchmark di settore mostrano meno performanti delle soluzioni AMD (meno core, architettura più datata, ecc.), ma che hanno altre caratteristiche come il supporto a specifiche istruzioni dedicate all'IA che se implementate possono dare una marcia in più in determinati contesti.

Comprensibili le critiche quindi alle parole di Swan da parte degli appassionati, ma non bisogna dimenticare la cornice in cui sono state espresse (il mondo dei partner taiwanesi, il suo intento era quello di accentuare il messaggio di forte relazione con l'ecosistema). Non è inoltre la prima volta che Intel afferma pubblicamente che giudicare un prodotto solo dai benchmark sia limitante. A ogni modo, rimarrà sempre il dubbio: se la concorrenza non fosse tornata così competitiva, il messaggio sarebbe stato lo stesso? Non lo sapremo mai.

Durante il suo video, Swan ha parlato anche dell'arrivo delle nuove CPU Cooper Lake in ambito server e dichiarato che le soluzioni Tiger Lake per l'ambito mobile arriveranno nel corso dell'estate, "cementando la nostra posizione di leader indiscussi nel mobile computing e nell'innovazione su PC".

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
WarDuck03 Giugno 2020, 12:55 #1
Se vabbè

Le prestazioni sono tutto in una CPU (vabbè dai aggiungiamoci anche i consumi), e Intel più di tutti a cavalcato quel cavallo a lungo trascurando tutto il resto (vedi sicurezza).

E poi scusatemi tanto, ma le istruzioni aggiuntive per l'IA non servono forse a migliorare proprio le prestazioni nell'esecuzione di alcuni algoritmi?

Fuffa pura. E magari c'è pure qualcuno che ci crede.
robweb203 Giugno 2020, 12:55 #2
The sing of the Swan.
TheAlchemyst03 Giugno 2020, 13:07 #3
Le tipiche parole di chi ha visto le potenzialità dell'avversario e cerca di sminuire i suoi prodotti. Secondo me così fa più danni che pubblicità. Poi andare oltre i benchmark significa guardare tutte le falle di Intel e tutte le patch che riducono drasticamente le performance? Ottimo direi
jepessen03 Giugno 2020, 13:19 #4
Si molto bello, ma esattamente come pensa di valutare una CPU se non con i benchmark? Lo scopo di una CPU e' la sua capacita' di effettuare calcoli, e oggettivamente piu' calcoli macina (ok, magari in relazione alla potenza assorbita), meglio e'...

Se vuoi dare risalto ad una feature specifica (citato nell'articolo) fai un benchmark per quella feature... Di certo non puoi farne a meno in maniera oggettiva e massiva per decretare la qualita' di una CPU. Il resto e' fuffa.
bonzoxxx03 Giugno 2020, 13:21 #5
ahahahahahahahaahhahahaahhaahahahahahahaahahahhaha
no aspè
ahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahaha..
Non si commentano..
Se solo consideriamo le vulnerabilità il discorso non sta in piedi, figuriamoci il resto.

Originariamente inviato da: TheAlchemyst
Le tipiche parole di chi ha visto le potenzialità dell'avversario e cerca di sminuire i suoi prodotti. Secondo me così fa più danni che pubblicità. Poi andare oltre i benchmark significa guardare tutte le falle di Intel e tutte le patch che riducono drasticamente le performance? Ottimo direi


appunto
zbear03 Giugno 2020, 13:36 #6
Com'è che mi viene prepotentemente in mente una certa volpe e dell'uva?????
randy8803 Giugno 2020, 13:58 #7
Dopo una vita passata con Intel, la mia prossima configurazione, salvo cataclismi, sarà senza dubbio AMD.

E queste esternazioni esasperanti hanno solo lo scopo di cementare la mia convinzione.
AlPaBo03 Giugno 2020, 14:03 #8
Vuol anche dire che non pensano di avere a breve una soluzione competitiva.
cronos199003 Giugno 2020, 14:05 #9
Coltivano roba buona da fumare in Intel
omerook03 Giugno 2020, 14:08 #10
Che figo loro hanno un vantaggio su istruzioni specifiche. Hanno un futuro nel mercato dei coprocessori allora

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^