Touch ID, già violato il sensore biometrico di iPhone 5S

Touch ID, già violato il sensore biometrico di iPhone 5S

Chaos Computer Club (CCC) ha già violato Touch ID, la tecnologia alla base del sensore biometrico per la scansione delle impronte digitali di iPhone 5S

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Apple
iPhoneApple
 

Il rivoluzionario sensore biometrico per la scansione delle impronte digitali di iPhone 5S è stato violato da un gruppo di hacker noto con il nome di Chaos Computer Club (CCC), dopo solamente tre giorni dal rilascio pubblico del nuovo smartphone di Apple. Si tratta di un sensore che ha il compito di aumentare la sicurezza del dispositivo ma che di fatto non è difficile da aggirare, almeno in base al video pubblicato dal team CCC.

Secondo Apple, le tecnologie alla base di Touch ID avrebbero consentito una sicurezza considerevolmente superiore rispetto a quanto permesso da altre tipologie di scanner biometrici presenti sul mercato, tuttavia le nuove analisi dimostrano che Touch ID utilizza un sensore solamente più sensibile rispetto a quanto annoverano gli smartphone concorrenti.

"In realtà, il sensore di Apple ha solamente una risoluzione superiore se paragonato agli altri modelli rilasciati finora. In questo modo avremo solo bisogno di aumentare la risoluzione delle impronte false per poterlo aggirare", ha dichiarato Starbug, uno dei componenti del team CCC. "Come diciamo ormai da anni, le impronte digitali non dovrebbero essere utilizzate come sistema di sicurezza. Le lasci ovunque ed è troppo semplice realizzare dei falsi delle vostre impronte."

In questa pagina è inoltre possibile trovare i metodi con cui falsificare le impronte digitali di un utente specifico, con materiali di semplice reperibilità. Tuttavia è necessaria la scansione di un'impronta digitale a ben 2400 DPI, che deve essere ripulita, invertita e stampata al laser su un foglio trasparente con qualità di almeno 1200 DPI. Si tratta di un procedimento che viene utilizzato ormai da tempo per aggirare i sensori per la scansione delle impronte digitali, le uniche differenze stanno nella definizione della stampa delle stesse impronte.

"Speriamo che questo esperimento finalmente ponga fine alle illusioni che ha la gente riguardo alla scansione biometrica delle impronte digitali. È stupido utilizzare qualcosa che non puoi cambiare e che lasci ovunque come metodo di sicurezza", ha sostenuto Frank Rieger, portavoce del CCC. "La gente non dovrebbe più essere ingannata dalla biometria con false affermazioni di sicurezza: si tratta di una scienza nata per l'oppressione e per il controllo, non per rendere sicuro l'accesso a un dispositivo."

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

81 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ginopilot23 Settembre 2013, 17:06 #1
titolo sbagliato, il sensore non e' stato violato.
acerbo23 Settembre 2013, 17:11 #2
be ma che ci vuole, basta tagliare il dito al proprietario per sbloccarlo
Vash8823 Settembre 2013, 17:13 #3
"lo stai tenendo nel modo sbagliato" cit.
Armage23 Settembre 2013, 17:14 #4
il massimo della sicurezza lo si ottiene sempre col codice, non diciamo sciocchezze.
L'impronta digitale è solo una cosa carina da avere su un telefono per un livello di sicurezza elevato ma non è ovviamente il massimo possibile, chi l'ha mai sostenuto? Peraltro non è per niente una procedura tanto semplice o alla portata di chiunque.

La solita mezza notizia urlata a scandalo per fare qualche accesso in più
Armage23 Settembre 2013, 17:23 #5
Originariamente inviato da: acerbo
be ma che ci vuole, basta tagliare il dito al proprietario per sbloccarlo


no, perché a quanto pare il dito deve essere vivo, il sensore controlla anche quello
acerbo23 Settembre 2013, 17:25 #6
Originariamente inviato da: Armage
no, perché a quanto pare il dito deve essere vivo, il sensore controlla anche quello


Ah ok, allora conviene rapire il proprietario con tutto il dito attaccato
(IH)Patriota23 Settembre 2013, 17:30 #7
Originariamente inviato da: Armage
.. Peraltro non è per niente una procedura tanto semplice o alla portata di chiunque...


Appunto. Una scansione a 2400DPI del dito da dove la fanno ?

Lo scopo del touch ID è per evitarsi la rottura di palle di usare il codice a 4 cifre ed avere al contempo il tempo utile necessario per poter inizializzare il telefono con Find my iPhone senza dare la possibilità al ladro di scollegarlo dalla rete o spegnerlo.

Con iOS7 il telefono diventa così inservibile ed il contenuto protetto.
san80d23 Settembre 2013, 17:30 #8
Originariamente inviato da: acerbo
be ma che ci vuole, basta tagliare il dito al proprietario per sbloccarlo


sembrerebbe che questa soluzione non funzioni
Mparlav23 Settembre 2013, 17:31 #9
Infatti il sensore biometrico è solo più comodo della password, certamente non è più sicuro.
Ma prima di perder tempo a procurarmi l'impronta ed a riprodurla, proverei a digitare la password: 1234

P.S.: Per aumentare il livello di sicurezza, potete usare il capezzolo o l'alluce
http://www.phonearena.com/news/Nipp...62#4-Toe-unlock
DaRkNeSs_Fx23 Settembre 2013, 17:37 #10
come fa a non funzionare un dito mozzato del proprietario..quando basta fare questa procedura?
comunque fail di Apple vedo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^