Nuovo iMac 21.5: RAM non aggiornabile, saldata sulla scheda logica

Nuovo iMac 21.5: RAM non aggiornabile, saldata sulla scheda logica

Attraverso un primo teardown pubblicato a poche ore dal rilascio ufficiale, apprendiamo che la RAM del nuovo iMac da 21,5 pollici è saldata sulla scheda logica, fattore che non ne permette alcuna possibilità di espansione futura

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Apple
iMac
 

Sono bastate poche ore per vedere il nuovo iMac da 21,5" economico (sempre entro gli standard Apple, naturalmente) disassemblato. I primi teardown mostrano una caratteristica inconsueta per i sistemi desktop della Mela: la RAM è saldata sulla scheda logica, fattore che non consente alcuna possibilità di upgrade nel futuro.

iMac 21,5 iMac 21,5 entry-level

Ad aver eseguito le operazioni è stato Other World Computing, un rivenditore autorizzato di prodotti Apple, che ha mostrato le foto della scheda logica integrata nei nuovi all-in-one e delle procedure operate. Una caratteristica che sorprende per un sistema di tale livello, ma non più di tanto: la stessa Apple indica sullo Store online la presenza di 8 GB di memoria RAM, laddove negli altri modelli specifica con più attenzione il quantitativo suddiviso nei vari moduli di memoria installati.

Una scelta di questo tipo era inoltre attendibile in quanto gran parte della componentistica interna del nuovo iMac è condivisa con i più recenti MacBook Air, che non danno alcuna possibilità di aggiornare il quantitativo di memoria RAM installata. L'utente ha un margine d'azione relativamente ristretto all'interno del nuovo modello: può sostituire l'hard disk con una soluzione Fusion Drive da 1 TB o un SSD da 250 GB, e poco altro.

iMac 21,5 entry-level

Apple ha annunciato i nuovi modelli nel corso della giornata di ieri, a seguito di un breve periodo di down del sito ufficiale, modalità utilizzata di consueto dalla società. È evidente la volontà di Apple di aggredire i vari settori con proposte più di massa e dal prezzo più accessibile: lo avevamo visto in passato con iPhone 5C, con la rivisitazione dei prezzi verso il basso di MacBook Air, e lo vediamo adesso con il nuovo iMac.

iMac 21,5 entry-level

Tuttavia, per mantenere bassi i prezzi d'accesso Apple è giunta a compromessi apparentemente molto pesanti, fra cui la RAM saldata e la CPU Intel Core i5 da 1,4GHz, che nei primi test non ha di certo brillato in quanto a performance, soprattutto se paragoniamo i risultati con le altre proposte della stessa famiglia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

113 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jappino14719 Giugno 2014, 16:40 #1
davvero non trovo il senso di questo modello a questo prezzo.
lo dico da utente apple!
sull'air tali specifiche hanno senso per ovvi motivi di consumo e dimensioni,ma su un "desktop"?
avrebbero potuto montare componenti più economici e allo stesso più prestanti.

Portocala19 Giugno 2014, 17:04 #2
Ridicoli non consentire di aggiornare un sistema desktop.
v1doc19 Giugno 2014, 17:15 #3
Non concordo, a me sembra una scelta perfettamente in linea con la filosofia Apple e mi stupisco che sia stata implementata con un tale ritardo.
Aenil19 Giugno 2014, 17:18 #4
è incredibile notare come riescano a mantenere margini alti anche con modelli di attacco come questo, piuttosto ci mettono dentro un criceto che fa i calcoli ma stai sicuro che la loro % di guadagno non si smuove.. assurdo..
Cappej19 Giugno 2014, 17:20 #5
complimenti.... bella CA**TA questa...! ma dai! computer usa-e-getta!

La stessa scelta per AIR ha un senso, per un iMac, assolutamente (IMHO) NO!

bruttissimo....
theJanitor19 Giugno 2014, 17:22 #6
il prossimo passo sarà di saldare il connettore del disco?
Gemini7719 Giugno 2014, 17:31 #7
Originariamente inviato da: Aenil
è incredibile notare come riescano a mantenere margini alti anche con modelli di attacco come questo, piuttosto ci mettono dentro un criceto che fa i calcoli ma stai sicuro che la loro % di guadagno non si smuove.. assurdo..


non consideri che l'OS è gratuito; da qualche parte dovranno prenderli sti soldi no?
paolozac19 Giugno 2014, 17:31 #8
La tecnologia ormai va talmente veloce che l'upgrade del desktop non è così conveniente, neanche sui sistemi in cui compro i componenti e me li monto. Ad ogni modello di processore c'è una nuova architettura, e la scheda madre va cambiata.
C'è da dire che mettere 8 GB di ram oggi sicuramente bastano e avanzano da qui a 5 anni.
Probabilmente apple vuole anche spingere il settore dell'assistenza a pagamento in quanto pochi saranno in grado di poter cambiare un componente se questo è saldato.
roccia123419 Giugno 2014, 17:43 #9
Originariamente inviato da: Gemini77
non consideri che l'OS è gratuito; da qualche parte dovranno prenderli sti soldi no?


Si si, certo, gratuito
theJanitor19 Giugno 2014, 17:43 #10
disco e ram comunque sono sempre stati upgrade che ridavano vita ad un computer

io vado avanti con un mac mini 2009 al quale ho messo ssd, spostato il disco al posto del lettore e aumentato la ram

se avessero fatto la stessa scelta allora potevo buttarlo già da tempo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^