Nuovi MacBook Pro da 16 e 14 pollici: torna il MagSafe, scompare la Touch Bar, arriva la notch sul display

Nuovi MacBook Pro da 16 e 14 pollici: torna il MagSafe, scompare la Touch Bar, arriva la notch sul display

Arrivano i nuovi portatili Apple, basati su SoC M1 Pro e M1 Max. Le voci di corridoio sono confermate: più porte di espansione, assenza della TouchBar e torna finalmente il MagSafe

di pubblicata il , alle 21:08 nel canale Apple
AppleMacBook
 

Dopo aver svelato i nuovi SoC M1 Pro e M1 Max, Apple ha presentato al pubblico i nuovi sistemi portatili MacBook Pro 16 e MacBook Pro 14 (quest'ultimo è un formato inedito per Apple). Troviamo conferma pressoché di tutte le voci di corridoio circolate in precedenza, con i nuovi sistemi che propongono una discreta versatilità sul fronte delle porte di connettività e introducono, prendendola a prestito dal mondo iPhone, la notch sullo schermo.

"Volevamo creare il notebook professionale migliore al mondo e oggi siamo entusiasti di presentare il nuovo MacBook Pro con i chip M1 Pro e M1 Max; è una combinazione rivoluzionaria di prestazioni fenomenali, autonomia della batteria senza pari e funzioni all’avanguardia. Il nuovo MacBook Pro ha un meraviglioso display XDR, ancora più porte tra cui MagSafe 3, un’evoluta videocamera a 1080p e un sensazionale sistema audio a sei altoparlanti, il tutto in un fantastico design. Il nuovo MacBook Pro non ha eguali ed è di gran lunga il miglior notebook professionale che abbiamo mai realizzato" ha dichiarato Greg Joswiak, Senior Vice President Worldwide Marketing per Apple.

L'impostazione estetica non tradisce i canoni dello stile di Cupertino, e anzi si può scorgere un leggero ritorno al passato con i bordi inferiori arrotondati come accadeva nei sistemi PowerBook dell'era G4. L'elemento visivamente più impattante dei nuovi portatili è il display: per entrambi i formati troviamo un pannello "Liquid Retina XDR" con tecnologia Mini-Led (già usata nel recente iPad Pro) che consente un livello di luminanza di 1000 nit, con una luminanza di picco fino a 1600 nit e supporto alla modalità HDR, con rapporto di contrasto di 1.000.000:1. Dal punto di vista cromatico si tratta di display capaci di riprodurre i colori dello spazio colore DCI-P3 del cinema digitale. Anche su questi pannelli, per la prima volta sulla linea MacBook Pro ma che abbiamo già incontrato sui recenti iPhone 13 e su iPad Pro, troviamo la tecnologia Pro Motion che spinge la frequenza di aggiornamento fino a 120Hz, in relazione con il tipo di contenuto mostrato a schermo.

MacBook Pro 16 offre, nel dettaglio, un pannello da 16,2 pollici con risoluzione di 3456x2234, mentre MacBook Pro 14 mette a disposizione 14,2 pollici e risoluzione di 3024x1964. Rispetto ai modelli precedenti Apple sceglie ora un'impostazione quasi "frameless", con cornici molto sottili. E sulla parte superiore del display opera una vera e propria rivoluzione introducendo anche qui un'impostazione a notch: in questo modo la barra dei menù si sposta verso l'alto, andando a "riempire" lo spazio a sinistra e a destra della notch.

Il ritorno al passato non si trova solamente nell'impostazione stilistica: Apple, come le voci di corridoio avevano indicato da tempo, cambia direzione rispetto alle precedenti generazioni di sistemi portatili e ripropone (finalmente!) un maggior numero e maggior varieta di porte di connessione: ritroviamo il connettore di alimentazione MagSafe e lo slot per schede SD, a cui si aggiungono 3 porte Thunderbolt 4 (e USB-C) e una porta HDMI. In tal caso è utile precisare che con il chip M1 Pro è possibile collegare fino a due Pro Display XDR, mentre con il chip M1 Max si possono collegare fino a tre Pro Display XDR e una TV 4K contemporaneamente. Per la connettività wireless MacBook Pro integra Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0.

I nuovi MacBook Pro 16 e 14 vedono inoltre la scomparsa della Touch Bar, un sistema di input contestuale che ha raccolto più critiche che apprezzamenti, a favore di una riga di tasti funzione a piena grandezza.

Nuova anche la videocamera FaceTime integrata nella notch, che ora offre una risoluzione di 1080p, apertura F/2.0 e il supporto alle funzionalità di video computazionale per l'ottimizzazione automatica delle registrazioni e delle trasmissioni in streaming o in chat video. Anche il versante audio offre interessanti novità, costituite da un sistema di 6 altoparlanti (due tweeter e due woofer force-cancelling) con supporto all'audio spaziale.

I modelli di MacBook Pro possono essere ordinati da oggi e saranno disponibili a partire da martedì 26 ottobre. Il nuovo MacBook Pro 14 viene proposto ad un prezzo di partenza di €2.349 mentre il nuovo MacBook Pro 16 ha un prezzo a partire da €2.849, entrambi con SoC M1 Pro, 16GB di memoria RAM e SSD da 512GB. Specifiche e prezzi delle altre configurazioni nell'immagine sopra.

92 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
quartz18 Ottobre 2021, 21:15 #1
Delle bestie.

Il design mi lascia però un poco interdetto, al di là del notch.
Mi piacevano molto di più le linee dello chassis dei modelli Retina 2012-2015.

Quantomeno mi fa piacere che siano tornati sui loro passi su:

- Porte
- Spessore-sottiletta
- Touch bar
- Eliminazione Magsafe

In pratica hanno rinnegato tutte le loro scelte idiote degli ultimi 5 anni.

Brava Apple.

EDIT: dimenticavo la tastiera butterfly, ma quello l'avevano già capito da un paio d'anni.
popomer18 Ottobre 2021, 21:16 #2
si vede che Jon Ive non c'e' piu'
io78bis18 Ottobre 2021, 21:21 #3
Il notch per me è l'unico sbaglio.

I prezzi sono da Apple, anche perché l'architettura M1 ormai ha mostrato le sue potenzialità
MaxVIXI18 Ottobre 2021, 21:21 #4
Prezzi accessibili mi dicono… ho provato a configurarne uno come il mio notebook in firma. 4860 euro… oooooocchei…
porradeiro18 Ottobre 2021, 21:35 #5
Originariamente inviato da: MaxVIXI
Prezzi accessibili mi dicono… ho provato a configurarne uno come il mio notebook in firma. 4860 euro… oooooocchei…


Il paragone non ha senso: i nuovi MacBook Pro sono più potenti del tuo in firma, senza contare il display enormemente migliore e la batteria non paragonabile
bagnino8918 Ottobre 2021, 21:51 #6
Tanta roba, ma prezzi fuori di testa.

Se penso che nel 2013 comprai un MacBook Pro 15'' a 1700 EUR...
Pino9018 Ottobre 2021, 22:04 #7
Quindi: via la touch bar, ritorna l'HDMI ancora fondamentale, ritorna la porta di alimentazione tradizionale. Praticamente hanno corretto tutte le cose che tutti i non fanboy avevano criticato, alla faccia dei fanboy che mandano su qualsiasi cetriolo.

Ottimi i 64GB di RAM, processori che sulla carta sembrano mostruosi. Belle macchine, caspita.
MaxVIXI18 Ottobre 2021, 22:10 #8
Originariamente inviato da: porradeiro
Il paragone non ha senso: i nuovi MacBook Pro sono più potenti del tuo in firma, senza contare il display enormemente migliore e la batteria non paragonabile


Ok… senza paragonare gb per gb e tb per tb… se mi dicono che il modello top ha le stesse prestazioni di una gpu discreta top di gamma potrò paragonarla con un portatile con una gpu discreta top di gamma? Prendi pure un razer blade che ha la stessa qualità costruttiva, buttaci dentro tutto quello che puoi e stai ancora 3/4 mila euro sotto il top di gamma… suvvia…

Poi per carità, fortunatamente anche Apple è diventata da cestone di centro commerciale, quindi i prezzi del sito o dell Apple store lasciano il tempo che trovano (io mio air m1 che sul sito sta a 2000 e passa euro l ho comprato a 1400 e ho pure scaricato l iva) però i prezzi sono oggettivamente furi di testa
RaZoR9318 Ottobre 2021, 22:23 #9
Originariamente inviato da: MaxVIXI
Ok… senza paragonare gb per gb e tb per tb… se mi dicono che il modello top ha le stesse prestazioni di una gpu discreta top di gamma potrò paragonarla con un portatile con una gpu discreta top di gamma? Prendi pure un razer blade che ha la stessa qualità costruttiva, buttaci dentro tutto quello che puoi e stai ancora 3/4 mila euro sotto il top di gamma… suvvia…

Poi per carità, fortunatamente anche Apple è diventata da cestone di centro commerciale, quindi i prezzi del sito o dell Apple store lasciano il tempo che trovano (io mio air m1 che sul sito sta a 2000 e passa euro l ho comprato a 1400 e ho pure scaricato l iva) però i prezzi sono oggettivamente furi di testa
è piuttosto complesso fare paragoni simili. Ad esempio, come si fa a paragonare un display come quello del macbook pro che sostiene 1000nits e ha luminosità di picco di 1600, adatto per lavorare su contenuti HDR, con un display a 240hz da gaming?
Sono due cose proprio completamente diverse per target differenti.
Riguardo le performance: sarebbe da valutare l'autonomia e il livello di performance senza cavo di alimentazione, credo che il MBP umili facilmente il razer Blade.
Fermo restando che bisogna aspettare le review, non penso queste macchine siano proprio paragonabili ad altri notebook windows al momento.
megamitch18 Ottobre 2021, 22:43 #10
Con questi prezzi il target è decisamente lavorativo, per cui la differenza la fa il software che usi. Non essendoci piu bootcamp ne la possibilità di virtualizzare Windows x86 hanno tagliato fuori tanti utenti, per cui il bacino di clienti si riduce.

Non credo saranno molti a spendere 2400 euro come minimo per vedere le foto delle vacanze

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^