CNN: Craig Federighi è il nuovo Steve Jobs

CNN: Craig Federighi è il nuovo Steve Jobs

Chi ha visto il keynote di presentazione della WWDC 2014 avrà notato che per gran parte dell'evento il palco è stato occupato da Craig Federighi, che ha divertito i presenti con un'ironia incalzante e un innato carisma. La stampa statunitense lo elegge già come il nuovo Steve Jobs

di Nino Grasso pubblicata il , alle 08:43 nel canale Apple
 

"Apple ha perso molto di più di un semplice CEO con la morte di Steve Jobs", sono le parole della CNN all'interno di un recente articolo. "Ha perso la facciata carismatica dell'intera compagnia". Facciata che, a detta della pubblicazione statunitense, è stata ritrovata con Craig Federighi.

Craig Federighi

Il dirigente della Mela è stato sul palco del Moscone Center per quasi un'ora e venti minuti lo scorso lunedì durante il keynote di lancio della WWDC 2014, in cui sono stati presentati iOS 8 e Mac OS X Yosemite. Chiamato sul palco Superman dallo stesso Tim Cook, ha scherzato sul fatto che la sua evidente presenza fosse una prova di resistenza voluta dal CEO della società.

Un presentatore dinamico che ha "catturato le attenzioni dei presenti, che pendevano da ciascuna delle sue parole". Parole da cui traspariva lo stesso entusiasmo contagioso delle presentazioni di Steve Jobs, ed anche qualcosa in più. Secondo la CNN, Federighi vince il confronto con i colleghi grazie all'uso di una autoironia cinica, in contrasto con l'immagine più seria - e, diciamolo, nerd - dei restanti dirigenti attuali della Mela e delle presentazioni dei concorrenti.

Con una distintiva capigliatura brizzolata che gli è valsa il nome di Hair Force One e che in post-produzione è apparsa sulla pelata di Jony Ive, Federighi ha incantato il pubblico per oltre un'ora, riportando in Apple qualcosa che mancava da parecchio tempo. Ha inoltre scherzato sulla nomenclatura del nuovo Yosemite: fra i nomi scelti sono stati vagliati OS X Oxnard, Rancho Cucamonga e OS X Weed, quest'ultimo divenuto virale in pochi minuti sui social.

Craig Federighi, Jony Ive capigliatura

Come già aveva fatto Jobs in precedenza, Federighi ha imbastito una conversazione telefonica con Dr. Dre per mostrare la nuova funzionalità Handoff di Yosemite, oltre ad aver elargito numerosi apprezzamenti sulla nuova interfaccia grafica: "Guardate quel cestino dell'immondizia. È un bellissimo cestino dell'immondizia! Non potete immaginare il quantitativo di tempo che abbiamo impiegato sulla creazione di quel cestino."

L'abilità con cui Federighi ha inframezzato momenti di spiegazione tecnica a momenti di puro humour, ha aiutato ad offrire agli utenti quell'idea di Apple come marchio "cool", e non solo come produttore di elettronica di consumo. Se Jobs utilizzava il celeberrimo "campo di distorsione della realtà" per incantare le masse, Federighi ha utilizzato una dissacrante ironia che ha reso piacevole l'intera presentazione, in un modo tale che altri dirigenti (anche di altre società) non riescono a ripetere nemmeno con prodotti sulla carta più interessanti.

Adesso che il "campo di distorsione della realtà" di Jobs si è dissolto da tempo, Apple ha bisogno di giocare nuove carte. Tim Cook sembra intimorito sul palco, in cui rilascia serie di numeri e statistiche senza riuscire a coinvolgere pienamente il pubblico, mentre Phil Schiller l'anno scorso ha raggiunto l'apice preannunciando Mac Pro con un laconico "Can't innovate anymore, my ass!".

Craig Federighi vanta una lunga carriera a fianco dello stesso Steve Jobs, con cui ha lavorato in NeXT per poi continuare con Ariba. Nel 2009 torna in Apple sotto espressa volontà di Jobs, in cui diventa responsabile di Mac OS X e, dal 2012, gestisce lo sviluppo di iOS. Dal keynote della WWDC 2014 è emersa una chiara novità: Apple vuole sfruttare la prestanza di Federighi per i futuri eventi, nell'attesa di un nuovo e rivoluzionario "One more thing".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Korn09 Giugno 2014, 09:00 #1
meno male ora sto meglio ste marchette sono proprio ridicole...
Benna8009 Giugno 2014, 09:06 #3
Originariamente inviato da: Korn
meno male ora sto meglio ste marchette sono proprio ridicole...


Onestamente a me l'articolo è piaciuto. Se poi vogliamo vedere SEMPRE dei secondi fini e del complottismo, questo non è un problema né nostro né dell'autore
checo09 Giugno 2014, 09:09 #4
che mettano uno un po simpatico al posto di qui soliti 4 esaltati e de quel crisantemo di ive mi par cosa giusta.
recoil09 Giugno 2014, 09:17 #5
in questo momento Craig è la figura migliore nei keynote Apple, dal punto di vista del contatto con il pubblico è quello che si avvicina di più a Jobs però non credo che lui sia il futuro CEO, mi sembra prematuro parlare di una cosa del genere

comunque fa molto ridere, avete visto quando è andato nel backstage a farsi tagliare quella mega parrucca o quando durante il keynote ha fatto finta che ci fosse la chiamata di sua madre
su twitter i giorni scorsi era pieno di selfie di gente al WWDC con Federighi, quindi significa che è anche stato molto disponibile al contatto con la gente

sicuramente è quello che ci voleva nelle loro presentazioni, il problema è che quelle più importanti, come il keynote per i prodotti iPhone e iPad vedono sul palco zio Phil che non ha grande carisma
un conto era avere Jobs che gli passava parte del keynote ma rimaneva protagonista, un altro è avere il principe Vallium alias Tim che gli passa la presentazione dopo aver addormentato il pubblico...

sembrano stupidaggini, ma per eventi di marketing come i keynote è fondamentale avere uno che sappia parlare al pubblico...
Korn09 Giugno 2014, 09:56 #6
Originariamente inviato da: Benna80
Onestamente a me l'articolo è piaciuto. Se poi vogliamo vedere SEMPRE dei secondi fini e del complottismo, questo non è un problema né nostro né dell'autore

boh sarà ma articoli esaltatori su tizi che non hanno altro scopo che vendere un prodotto mi fanno specie, è come esaltare vanna marchi perchè era brava a vendere ai polli... concentriamoci sui prodotti magari è meglio
Rubberick09 Giugno 2014, 10:28 #7
Originariamente inviato da: Benna80
Onestamente a me l'articolo è piaciuto. Se poi vogliamo vedere SEMPRE dei secondi fini e del complottismo, questo non è un problema né nostro né dell'autore


aehm, penso si riferisse al fatto del marketing in generale..

non che hwupgrade ha preso qualcosa o meno per scrivere questo articolo specifico
RaZoR9309 Giugno 2014, 10:41 #8
Originariamente inviato da: recoil
in questo momento Craig è la figura migliore nei keynote Apple, dal punto di vista del contatto con il pubblico è quello che si avvicina di più a Jobs
Onestamente penso sia anche meglio di Jobs sotto questo punto di vista. Jobs era ovviamente molto carismatico, ma lo stile di Craig lo rende più "vicino" al pubblico e più divertente.
checo09 Giugno 2014, 10:55 #9
la differenza tra le presentzioni apple e queklle del resto delle aziende(piu o meno) era che stavi ad ascoltare quello che dicevano senza annoiarti

tim cook ti fa venore sonno solo a guardalro, ive ti fa venir volgia di martellarti le palle e gli altri a parte sto tizio non son da meno a parte dire gorgeus non fan altro.
pure sto tizio è dupe parole e na bestemmia (bestemmia==goregeuios magic best bautiful) ma almeno è simpatico.
recoil09 Giugno 2014, 11:40 #10
Originariamente inviato da: RaZoR93
Onestamente penso sia anche meglio di Jobs sotto questo punto di vista. Jobs era ovviamente molto carismatico, ma lo stile di Craig lo rende più "vicino" al pubblico e più divertente.


c'è da dire che sono ruoli diversi
Craig parla della parte tecnica e fa vedere le demo
è sicuramente più simpatico ma parla nelle parti più interessanti dei keynote proprio come faceva Forstall, solo che lo trovo migliore come stile e come presenza sul palco

il più carente di tutti è Phil Schiller secondo me, proprio perché è il VP marketing
ora posso capire che Cook non sia il massimo nelle presentazioni e nella simpatia ma è il CEO ed è sempre stato uno molto attento ai numeri quindi sa fare bene il suo lavoro che è più da contabile e organizzatore che altro, ma il VP marketing dovrebbe essere quello che spinge i prodotti, non se la può cavare con un my ass buttato lì durante una presentazione... lui sì che deve avere più carisma e simpatia sul palco

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^