Apple chiude tutti i negozi nel mondo (Cina esclusa) fino al 27 marzo

Apple chiude tutti i negozi nel mondo (Cina esclusa) fino al 27 marzo

Tim Cook, CEO di Apple, ha annunciato che tutti i negozi nel mondo - salvo quelli cinesi appena riaperti - resteranno chiusi fino al 27 marzo. Si potrà comprare online. Intanto Apple ha già donato 15 milioni di dollari per l'emergenza Coronavirus.

di pubblicata il , alle 10:31 nel canale Apple
Apple
 

Apple ha deciso di chiudere tutti i negozi in giro per il mondo fino al 27 marzo, salvo quelli in Cina appena riaperti. In una lettera pubblicata sul sito dell'azienda, il CEO Tim Cook, ha spiegato che la gestione dell'emergenza Coronavirus nel paese asiatico ha insegnato che "il modo più efficace per ridurre al minimo il rischio di trasmissione del virus è ridurre la densità e massimizzare la distanza sociale".

"Poiché i tassi di nuove infezioni continuano a crescere in altri luoghi, stiamo adottando ulteriori misure per proteggere i membri del nostro team e i clienti. Chiuderemo tutti i nostri negozi al di fuori della Cina fino al 27 marzo". Ovviamente rimane operativo l'Apple Store online e il supporto ai clienti sarà solo online e telefonico.

Sempre al di fuori della Cina, Apple sta spingendo su forme di lavoro flessibili per i propri dipendenti, permettendo a chi può farlo di lavorare da remoto, mentre chi non può farlo deve seguire le linee guida per massimizzare lo spazio interpersonale. L'azienda assicura inoltre pulizie ancora più approfondite nei propri uffici e sta implementando nuovi controlli sanitari e della temperatura.

Tutti i lavoratori pagati a ore "continueranno a ricevere retribuzioni in linea con le normali attività. Abbiamo ampliato le nostre politiche di congedo per adattarle alle circostanze di salute personale o familiare create da COVID-19, tra cui il recupero da una malattia, la cura di una persona cara malata, la quarantena obbligatoria o le problematiche legate all'infanzia a causa della chiusura delle scuole".

Tim Cook ha inoltre affermato che l'azienda ha già donato 15 milioni di dollari in tutto il mondo per affrontare la pandemia, sia per le cure dei malati che per ridurre l'impatto economico e sociale. Inoltre, per ogni donazione fatta da un dipendente Apple, l'azienda si impegna a raddoppiarla. Ricordiamo che Apple ha annunciato nelle scorse che la conferenza per gli sviluppatori WWDC 2020 di giugno sarà solo online.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej14 Marzo 2020, 13:44 #1
Mha.. Strano... Pensavo fossero si PRIMA NECESSITÀ!...
l'unica cosa positiva è che i commessi con il pass al collo, finalmente, l'avevano abbozzata di fare gli amiconi di darti il 5, il pugno e altre bimbo-minchiate come "ciao caro" o "ciao grande"...
Erano quasi più seri... Bha...
dwfgerw14 Marzo 2020, 14:15 #2
Centinaia di store chiusi, stipendio garantito, anche in paesi che non hanno adottato le stringenti misure italiane, dunque Apple è andata anche oltre le normative. Costi di rent di store colossali a zero reddito per due settimane, io ci vedo solo un’azienda che ha preso una decisione saggia e non ha fatto orecchie da mercante come stanno facendo molti governatori in giro per il mondo(vedi uk o giappone in primis, dove tutto continua a girare..)

Segnalo inoltre che nei paesi dove è attiva, apple card ha annullato i pagamenti in scadenza nella carta di credito per marzo, senza interesse aggiuntivo.

https://i.imgur.com/dhbgX3z.jpg
HwWizzard16 Marzo 2020, 09:54 #3
Originariamente inviato da: dwfgerw
Centinaia di store chiusi, stipendio garantito, anche in paesi che non hanno adottato le stringenti misure italiane, dunque Apple è andata anche oltre le normative. Costi di rent di store colossali a zero reddito per due settimane, io ci vedo solo un’azienda che ha preso una decisione saggia e non ha fatto orecchie da mercante come stanno facendo molti governatori in giro per il mondo(vedi uk o giappone in primis, dove tutto continua a girare..)

Segnalo inoltre che nei paesi dove è attiva, apple card ha annullato i pagamenti in scadenza nella carta di credito per marzo, senza interesse aggiuntivo.

https://i.imgur.com/dhbgX3z.jpg


Beh quelli sono comunque Fix OPEX, secondo me loro non prevedono un calo di vendite, anche perché tranne l'AS sulla 5th dove c'e sempre fila se devi acquistare qualcosa, tutti gli altri che ho visitato c'e sempre un casino di gente ma in pochi che comprano, non credo che Apple faccia vendite rilevanti nei suoi Store, sono più uno strumento di marketing.
recoil16 Marzo 2020, 10:03 #4
Originariamente inviato da: HwWizzard
Beh quelli sono comunque Fix OPEX, secondo me loro non prevedono un calo di vendite, anche perché tranne l'AS sulla 5th dove c'e sempre fila se devi acquistare qualcosa, tutti gli altri che ho visitato c'e sempre un casino di gente ma in pochi che comprano, non credo che Apple faccia vendite rilevanti nei suoi Store, sono più uno strumento di marketing.


penso anche io che il grosso delle vendite sia online e da terze parti, comunque la perdita principale per i clienti e' il Genius Bar, se ti si rompe qualcosa ti tocca fare la trafila con il corriere ora che i negozi sono chiusi

rimane aperto lo store online e con il fatto che il lavoro remoto sta avendo un picco i Macbook andranno alla grande, magari non qui ma sicuramente in USA dove il market share Mac e' molto più elevato

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^