Apple A12Z è identico ad A12X, ma con un core GPU in più abilitato: la conferma

Apple A12Z è identico ad A12X, ma con un core GPU in più abilitato: la conferma

Arriva la conferma: Apple A12Z Bionic è identico ad Apple A12X Bionic, solo con un core GPU sbloccato

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Apple
AppleiPad
 

Fra le novità dei due modelli di iPad Pro annunciati nelle scorse settimane ha spiccato la presenza di un nuovo processore chiamato Apple A12Z Bionic, successore diretto del precedente Apple A12X Bionic montato sulle varianti del 2018. In precedenza abbiamo parlato dell'ipotesi che il "nuovo" processore fosse in realtà identico al vecchio, solo con un core sbloccato per la GPU, e la conferma di quell'ipotesi è arrivata negli scorsi giorni da TechInsights.

Dopo il lancio dei nuovi iPad Pro utenti e redattori hanno messo sotto torchio i due tablet riscontrando sin da subito poche differenze con i modelli del 2018 per quanto riguarda le mere prestazioni. TechInsight aveva promesso un'analisi approfondita del chip, e la stessa è arrivata lunedì. Su Twitter la fonte ha scritto: "Le nostre analisi confermano che il chip Apple A12Z integrato su iPad Pro (A2068) è lo stesso del predecessore A12X"

In breve, inoltre, saranno disponibili ulteriori informazioni sul sito ufficiale dell'azienda per gli abbonati. La presenza dello stesso chip, solo un po' ottimizzato sul lato della GPU, non è di certo uno scandalo: Apple non ha parlato in fase di presentazione di miglioramenti prestazionali, con Apple A12Z che rappresenta, come il suo predecessore, un punto di riferimento nel campo dei tablet. Ci sono comunque differenze più o meno tangibili sui due chip.

Apple A12Z presenta una GPU a 8 core, mentre la stessa GPU su A12X ha "solo" 7 core abilitati. TechInsight aveva parlato a Marzo dell'argomento, rilevando che il SoC predecente avesse le stesse componenti integrate, ma la GPU veniva implementata con un core disabilitato (difficile dire con certezza i motivi, probabilmente per questioni di rese produttive). La stessa fonte aveva promesso un'ulteriore analisi dell'hardware di iPad Pro, che è arrivata proprio nelle scorse ore.

Non è insolito per i produttori di chip disabilitare un core di un processore, o parti di una GPU, quando un prodotto non soddisfa i livelli di rendimento previsti, e forse è quello che è successo con l'A12X. Probabilmente dal 2018 a oggi Apple è riuscita a migliorare la progettazione del chip al fine di garantire delle rese produttive soddisfacenti con tutti i core della GPU sbloccati e proporre la nuova versione del SoC sui nuovi iPad Pro del 2020, senza dover utilizzare un nuovo progetto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^