Tariffe UMTS a confronto

Tariffe UMTS a confronto

Le nuove promesse legate all' HSDPA, la sempre maggiore disponibilità di telefoni UMTS e ancora l'imminente integrazione di queste tecnologie sui notebook creano molta attesa negli utenti. Abbiamo realizzato un breve confronto dell'offerta UMTS dei vari gestori per la navigazione in internet: nessuna vera flat e qualche insidia da tenere d'occhio.

di pubblicato il nel canale Telefonia
 

Conclusioni

Da questa analisi del panorama UMTS/HSDPA italiano, sebbene parziale, emergono alcuni dati incontestabili, primo fra tutti la mancanza di una vera tariffa flat. In seconda istanza l'unità di misura utilizzata da Wind per le sue offerte permette di fare agilmente alcuni calcoli e trarre alcune considerazioni. Attualmente è praticamente impossibile pensare alla connessione mobile UMTS/HSDPA come sostituzione dell'ADSL casalinga. Prima che le ragioni tecniche o la larghezza effettiva della banda a disposizione, sono i costi a rendere questa opzione impensabile, infatti in caso di distrazione la bolletta potrebbe risultare decisamente salata: se un utente ad esempio sforasse di soli 100MB da una delle offerte proposte potrebbe vedersi recapitare una bolletta fino a 600 euro. Un po' troppo per una distrazione. Nel caso di TRE problemi con la bolletta potrebbero emergere anche in caso di mancata connessione UMTS e roaming GPRS (che viene per forza effttuato sulle reti degli altri gestori, mancando l'infrastruttura GSM/GPRS al provider in questione).

Dubbi emergono anche sulla effettiva copertura, sopratutto nelle zone più periferiche o meno popolate dello Stivale. Portiamo un esempio: secondo il servizio di verifica della copertura del sito TIM la zona dalla quale in questo momento vi scriviamo non è raggiunta dall'UMTS Hi-Speed. Emerge poi un altro dubbio, sono coperti da UMTS solo i comuni più grossi, mentre quelli confinanti no: chi abita nel comune di Luino, ma ai margini dello stesso, o in zone particolari, potrebbe non essere raggiunto neanche dalla connessione UMTS. Nel caso di TRE la copertura è data anche per l'HSDPA, mentre i comuni limitrofi non sono raggiunti dall'UMTS: in questo caso la probabilità di passare alla connessione GPRS in roaming è elevata, con i possibili effetti sulla bolletta descritti qui sopra.

Resta un peccato che invece di concentrare gli sforzi per portare la connessione nelle zone più svantaggiate del paese, dove ancora non è disponibile una connessione a banda larga via cavo, i gestori assicurino la copertura solo nei maggiori centri. A nostro modo di vedere, le zone non ancora raggiunte dall'ADSL su filo potrebbero rappresentare interessanti sbocchi di mercato per internet ad alta velocità senza fili, ma è evidente come i gestori della telefonia mobile non condividano questa visione. Passi in questa direzione si stanno invece muovendo sul versante delle connessioni wireless come quelle di cui abbiamo già parlato in queste pagine.

Per effettuare un vera e propria comparativa tra i vari servizi di internet mobile sarebbe però necessario testare sul campo le diverse connessioni, per avere un'idea della banda disponibile, della stabilità della connessione e dei tempi di latenza. Non è escluso che tra un po' di tempo possa essere disponibile una prova comparativa del genere, includendo magari anche altri tipi di connessione wireless oltre ai servizi UMTS.

143 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
danyroma8009 Febbraio 2007, 09:46 #1
i prezzi sono assurdi. daccordo con il cellulare non ci devi scaricare tanti megabyte, ma a questo punto allora va bene anche un semplice gprs: se scarico pochisssime cose, come la posta elettronica ad esempio, non ho bisogno di elevate velocità in download.
fera.8209 Febbraio 2007, 09:47 #2
concordo pienamente con dany. Che schifo...
Fray09 Febbraio 2007, 09:55 #3
l'assenza della flat è davvero un presa per i fondelli imho...
permaloso09 Febbraio 2007, 10:01 #4
ogni megabyte in eccedenza o fuori oraio ricarica dell'equivalente in denaro di 100 MB. In pratica ogni 6,14 euro (IVA inclusa) di spesa vengono messi a disposizione 614,4 euro (IVA inclusa) di traffico.

mi spiegate questa?
spannocchiatore09 Febbraio 2007, 10:06 #5
questo è un cartello vero e proprio e l'antitrust se ne frega!!! e dopo vengono a dirmi che siamo liberi...non solo in italia ma in tutti quei paesi occidentali c'è il classico "stato nello stato", un potere all'interno dello stato ma più forte..come disse il grande paolini: ma chi sei, dio?!
Automator09 Febbraio 2007, 10:06 #6
come al solito, quando si parla di telecomunicazioni, qui in italia facciamo ridere
cerbero_rc09 Febbraio 2007, 10:14 #7
VOGLIO LA FLAT!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Zannawhite09 Febbraio 2007, 10:15 #8
Non vedevo l'ora di potere leggere una comparativa seria in merito a questo servizio.

Nel mio caso mi ero informato solo su Vodafone, poi prima di sottoscrivere un contratto ho verificato rispetto la mia abitazione come ero messo con la copertura.
E purtroppo nella campagna bolognese questa copertura è molto bassa

Mi ritengo quindi fortunato a riuscire ad usare una connessione ISDN

L'articolo è ottimo, e di facile comprensione, complimenti alla redazione per il lavoro svolto
cionci09 Febbraio 2007, 10:20 #9
Roberto: manca la Naviga 3.
9€/mese con nessun impegno di durata, con rinnovo automatico o meno.
50 MB/giorno di traffico solo UMTS incluso.
Ottima per web e mail. Soprattutto per chi non ha necessita di grossi download.
E si può usare anche con il cellulare impostando come APN naviga.tre.it. Opera Mini rulez
jimmytf09 Febbraio 2007, 10:30 #10
Per chi come me non ha l'adsl ( e non l'avrà per altri 4-5 anni) l'umts è l'unica spiaggia...
telefono umts da poco e via...

ma vogliamo parlare del "sottocredito" che applica la tim?

cioè se navighi fuori dalle fasce (es. dalle 9.00 alle 17.00 per la maxxi tim a 25€) non vieni bloccato quando hai finito il credito...ma vai sotto!
cos'è un conto la sim prepagata?
poi gli operatori dicono che sono i server che non calcolano in tempo reale ma solo a fine connessione...e quindi ci dobbiamo rimettere noi??

bah...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^