Google sta sviluppando un ad-blocker integrato su Chrome

Google sta sviluppando un ad-blocker integrato su Chrome

Sembra paradossale ma è la soluzione più logica: Google potrebbe combattere il blocco nelle visualizzazioni dei banner con un ad-blocker proprietario

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:01 nel canale Web
GoogleChrome
 

La maggior parte del fatturato di Google, o Alphabet che dir si voglia, proviene dagli introiti derivanti dalle pubblicità online. Sembra quindi quanto meno bizzarro che la compagnia di Mountain View stia sviluppando un ad-blocker integrato su Chrome. Una mossa che già hanno fatto altri che non basano i propri introiti sulle pubblicità, ma che a quanto pare anche Big G sta tenendo in considerazione secondo le ultime voci trapelate attraverso il Wall Street Journal.

Chrome potrebbe quindi avere il suo ad-blocker, sia su desktop che su mobile (anche Safari su iPhone accetta estensioni per eliminare le pubblicità). Sarà un'opzione che l'utente dovrà attivare manualmente e, una volta fatto, consentirà di non riprodurre tutti i banner considerati "inaccettabili" attraverso le definizioni del gruppo Coalition for Better Ads. Fra quelli che verranno eliminati ci saranno i pop-up, i video in auto-play, i banner a pieno schermo, e altri.

La società sta ancora considerando il modo in cui implementare la nuova opzione: fra le possibilità l'eliminazione di tutti i banner della pagina se questa ne contiene almeno uno "inaccettabile" in modo da spingere i gestori dei siti a non continuare con questa pratica; oppure si potrebbe bloccare il singolo banner che non soddisfa i requisiti imposti dal gruppo. Contattata da diverse testate americane, Google ha rifiutato di commentare sulle novità trapelate attraverso il Journal.

Che Google scenda in campo nel settore dell'ad-blocking non è così assurdo. La società dipende dalle pubblicità online, e un tool per il blocco delle pubblicità integrato sul browser più utilizzato al mondo potrebbe compromettere drasticamente il suo fatturato. Tuttavia in questo caso Google ha l'interesse di convincere gli utenti a non utilizzare strumenti di terze parti, soprattutto per avere un maggior controllo su quello che può essere mostrato o meno.

In passato le società alla base di questi tool hanno richiesto pagamenti ad alcuni siti web di grossa caratura in modo da sbloccare la visualizzazione dei banner al loro interno. Inoltre Google non si è mai mostrata permissiva nei confronti dei banner invasivi o potenzialmente pericolosi, e da tempo blocca i pop-up nelle nuove tab o mostra avvisi in presenza di malware. Con un ad-blocker Google potrebbe offrire nuove feature per "ripulire" le pagine e mantenere gli utenti al sicuro e felici.

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick20 Aprile 2017, 13:06 #1
Beh se già solo bloccasse tutti quelli con malware sarebbe una gran cosa.. per gli utonti anche solo navigare sta diventando un dramma..
Spider Baby20 Aprile 2017, 13:07 #2
Benissimo, lo vedo nella stessa ottica della lotta alle bufale: se passano solo le notizie buone (e le pubblicità non invasive) ci guadagnano tutti, Google per prima.
Basta che non comprometta l'uso di estensioni bloccanti diverse, anche in aggiunta a quella integrata.
calabar20 Aprile 2017, 13:10 #3
Mi sembra una mossa intelligente da parte di Google, da cui può trarre vantaggio.
Da una parte non tocca la sua pubblicità, perchè naturalmente sarà considerata accettabile (e in fondo lo è, le linee guida sono abbastanza rigide per evitare che la pubblicità diventi troppo fastidiosa e invasiva), dall'altra soddisfa un'esigenza dell'utenza che comunque cercherà di soddisfare in un modo o nell'altro: in questo modo lo fa sotto il controllo di Google.
Inoltre Google potrebbe utilizzare l'adblocker per meglio monitorare i propri clienti e individuare con più precisione chi viola le regole di adsense.

Oltre i vantaggi per Google, potrebbe esserci anche qualche vantaggio per gli utenti: se dopo i riscontri iniziali dovessero mettere l'adblocker attivo di default, ci troveremo con il browser più diffuso capace di bloccare quella massa di pubblicità insopportabile che presumibilmente andrebbe ad estinguersi.
sterock7720 Aprile 2017, 13:25 #4
Si stanno accorgendo che i blokker di terze parti si stanno diffondendo a macchia d' olio quindi corrono ai ripari ragionando circa così: Lo mettiamo noi , le nostre inserzioni passano, passano anche quelle che ci danno profitto e non diamo fastidio a chi naviga con molte rotture così evitiamo che la gente si svegli e ne installi uno che blocca tutto. Il discorso ci sta, ma io continuerò a non usare chrome e bloccare tutto.
Vash8820 Aprile 2017, 13:45 #5
Seriamente, io ci provo a non usare adblocker, ma l'esperienza è così orribile che non resisto. Capisco perfettamente la necessità da parte dei siti di monetizzare e che gli abbonamenti per i contributi di qualità non pagano abbastanza. Quindi, questa soluzione di Google mi sembra una mossa intelligente, che mira a far combaciare questi due aspetti.
Il_Baffo20 Aprile 2017, 13:57 #6
A quando la causa della UE per abuso di posizione dominante?
Finiranno a mettere un ballot screen all'installazione di chrome che proponga degli ad blocker di terze parti?
benderchetioffender20 Aprile 2017, 14:28 #7
Originariamente inviato da: Vash88
Seriamente, io ci provo a non usare adblocker, ma l'esperienza è così orribile che non resisto. Capisco perfettamente la necessità da parte dei siti di monetizzare e che gli abbonamenti per i contributi di qualità non pagano abbastanza.


quoto fin qui ma giustamente...

Originariamente inviato da: Il_Baffo
A quando la causa della UE per abuso di posizione dominante?
Finiranno a mettere un ballot screen all'installazione di chrome che proponga degli ad blocker di terze parti?


l'antitrust verrà tirato per la giacchetta in 3..2..1..

ovviamente anche a me infastidisce e ora anche piu che molti siti si son dotati di "anti ad blocker" e credo sia una mossa vagamente stupida... giusto che google ci provi ma è chiaramente un abuso di posizione dominante, è anche vero che pure loro di ad block si fan pagare per lasciar passare alcune pubblicità, quindi c'è una sorta di "bagarinaggio" su questo mercato

PS: basterebbe anche che ad block fosse installabile sul browser mobile
emiliano8420 Aprile 2017, 14:43 #8
Bloccheranno anche adsense?
Timewolf20 Aprile 2017, 14:48 #9
Originariamente inviato da: Vash88
Seriamente, io ci provo a non usare adblocker, ma l'esperienza è così orribile che non resisto. Capisco perfettamente la necessità da parte dei siti di monetizzare e che gli abbonamenti per i contributi di qualità non pagano abbastanza. Quindi, questa soluzione di Google mi sembra una mossa intelligente, che mira a far combaciare questi due aspetti.


già

Navigare senza un adblock è impossibile. Ben vengano pubblicità "tollerate", ma ormai è diventato tutto uno schifo, i peggiori sono i banner con video che partono in automatico
Wikkle20 Aprile 2017, 14:49 #10
Originariamente inviato da: emiliano84
Bloccheranno anche adsense?


adsense è uno dei mali del millenio, purtroppo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^