Samsung 830 SSD SATA 6Gbps, attacco al vertice

Samsung 830 SSD SATA 6Gbps, attacco al vertice

Test prestazionale dell'unità Solid State Drive Samsung 830, dotata di interfaccia SATA 6Gbps e prestazioni veramente elevate, come scoprirete leggendo questo articolo che vede l'unità impegnata a misurarsi con la concorrenza

di Alessandro Bordin pubblicato il 03 Ottobre 2011 nel canale Storage
 

Introduzione

Samsung non è un nome che circola fra i produttori di hard disk fin dalla prima ora. Esattamente come altre aziende, ha aspettato qualche tempo prima di realizzare con il proprio marchio soluzioni SSD, pur rimanendo ben chiaro che Samsung rimane una stella di prima grandezza nella produzione di chip NAND Flash, anche per conto terzi. In altre parole: Samsung ha sempre prodotto in quantità enorme chip NAND flash, che si possono trovare anche negli SSD della concorrenza, ma non è un produttore in proprio di SSD della prima ora.

Eppure, quando un'azienda di questo calibro decide di fare il passo, si è certi che nulla verrà lasciato al caso. Insieme a Intel e Micron, Samsung è l'unica azienda in grado di prodursi tutto in casa (ok, anche OCZ con l'acquisizione di Indilinx, ma il grosso della produzione si appoggia a componentistica di terzi). Nel caso dell'ultima generazione SSD, quella compatibile SATA 6Gpbs, Samsung è l'unica, poiché i concorrenti citati utilizzano controller Marvell.

Oltre a ciò, Samsung tiene un approccio per certi versi opposto rispetto, ad esempio, ad OCZ: due famiglie prodotto invece che una miriade, spesso con poche differenze una dall'altra. Abbiamo avuto modo di analizzare l'unità Samsung 470 nel taglio da 256GB, nel corso di una recente comparativa, riscontrando un comportamento molto soddisfacente dal punto di vista prestazionale, pur gravato dall'essere limitato dall'interfaccia SATA 6Gbps.

Il modello trattato in questo articolo è la declinazione Samsung dell'SSD a 6Gbps, in grado cioè di esprimere al meglio le potenzialità in termini prestazionali e misurarsi con l'agguerrita concorrenza, costituita da OCZ Vertex 3, Intel 510 e Crucial m4 e Kingston HyperX, solo per citare i più famosi. La nuova famiglia prende il nome di 840 e, sulla carta, promette di non aver nessun timore reverenziale nei confronti della concorrenza. Anzi. Cerchiamo di guardare più a vicino il modello Samsung SSD 830, giunto in redazione nella versione a 256GB.