Spotify: suggerire la musica secondo stati d'animo e contesto. Ecco il brevetto

Spotify: suggerire la musica secondo stati d'animo e contesto. Ecco il brevetto

La società di streaming si vede riconoscere il brevetto per una tecnologia capace di suggerire i brani musicali più adatti a seconda di stato d'animo e contesto, grazie all'analisi vocale

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Web
Spotify
 

Spotify, uno dei servizi di streaming musicali tra i più popolari al mondo, ha brevettato una tecnologia che partendo dall'analisi vocale dell'utente è in grado di risalire al suo stato emotivo, al genere, all'età e all'accento e proporre di conseguenza brani musicali affini alle caratteristiche dell'ascoltatore.

Dimmi come stai e ti dirò che musica ascoltare

La richiesta di brevetto è stata avanzata nel corso del 2018 e la concessione dello stesso è stata ufficializzata lo scorso 12 gennaio. Il brevetto, più in generale, descrive un metodo per usare la tecnologia di riconoscimento vocale al fine di risalire alle emozioni dell'utente e del contesto, così da suggerire la musica che meglio rifletta l'umore o l'ambiente sociale in cui si trova.

All'interno del brevetto si trova qualche esempio di applicazione pratica della tecnologia, che sarebbe capace di comprendere se l'utente sia da solo, in un piccolo gruppo o stia partecipando ad una festa. La società, che è sempre alla ricerca di strade che possano migliorare l'esperienza di ascolto dell'utente e incrementare il suo coinvolgimento, vede la nuova tecnologia come un avanzamento importante nelle funzioni di suggerimento dei titoli che richiede agli utenti di rispondere a diverse domande di profilazione.

Secondo quanto si legge nel brevetto questa tecnologia si occuperà di sfruttare indizi contestuali come l'intonazione della voce dell'utente, eventuali segnali di stress e ritmo delle parole allo scopo di determinare il suo stato d'animo. Viene comunque precisato che le altre tipologie di elementi come il genere, l'età e l'accento sono solo esempi e che le tecnologia potrebbe utilizzare o meno queste e altre tipologie di informazioni. I dati e le analisi condotte dalla tecnologia verrebbero poi arricchiti da altri elementi, come ad esempio lo storico di riproduzione dell'utente e i gusti degli amici.

Durante lo scorso mese di dicembre Spotify aveva pubblicato sul proprio blog i risultati di un'analisi condotta allo scopo di fare luce sulla relazione tra stato d'animo, background socioculturale e gusti musicali.

Tra le altre idee che Spotify sta portando avanti sempre allo scopo di aumentare il coinvolgimento dell'utente - e quindi spingerlo a trascorrere più tempo sulla piattaforma - vi sono funzionalità di karaoke e quella di comporre una playlist di brani per gli utenti sportivi basandosi sul ritmo della loro corsa.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TorettoMilano02 Febbraio 2021, 10:27 #1
pensavo fosse già attiva questa funzione... mi esce sempre "no tengo dinero" dei righeira
Gyammy8502 Febbraio 2021, 11:24 #2
Quindi si passa da musica epica trono di spade/lol a trap reggaeton a seconda della situazione di gioco

Originariamente inviato da: TorettoMilano
pensavo fosse già attiva questa funzione... mi esce sempre "no tengo dinero" dei righeira


montanaro7902 Febbraio 2021, 13:28 #3
A me esce sex machine di James Brown...
davide311204 Febbraio 2021, 01:04 #4
Se c'è una cosa che odio è che qualcuno decida per me... penso proprio che tornerò a Deezer. Molto più discreto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^