Putin firma la legge che potrebbe far chiudere Facebook e Twitter in Russia

Putin firma la legge che potrebbe far chiudere Facebook e Twitter in Russia

Putin ha firmato una controversa legge che vieta il salvataggio di dati appartenenti a utenti russi in server che non risiedono nello stesso stato

di pubblicata il , alle 10:31 nel canale Web
Twitter
 

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una nuova legge che costringe tutte le società a salvare i dati dei cittadini russi all'interno dello stato. Le nuove norme danno il diritto alle autorità del paese di bloccare tutti i servizi non conformi, e fanno pensare ad una potenziale ondata di censura su internet nel prossimo futuro.

La novità segue alcune manovre estremamente controverse del governo russo: martedì è passata una legge che bandisce le proteste di strada reiterate nel corso del tempo, mentre mercoledì il Roskomnadzor, regolatore per le telecomunicazioni russo, ha chiarito un requisito per una normativa anti-anonimato per i blogger nazionali, che hanno l'obbligo di rivelare la propria identità su richiesta del governo. La legge entrerà in vigore in agosto.

Il governo russo non è mai stato particolarmente indulgente con i blog nazionali, soprattutto quelli dei cittadini dissidenti. Sono passati solamente pochi mesi dalla chiusura della pagina web di Alexei Navalny, e non sono sicuramente pochi i casi analoghi. La nuova legge sullo storage dei dati personali, di cui avevamo già parlato in precedenza, è stata apparentemente sviluppata per proteggere i cittadini russi dagli hacker stranieri, con la promessa di migliorare le misure di sicurezza dei data-center nazionali e crittografare tutti i dati dei cittadini con algoritmi noti solamente alla Russia.

Tuttavia, le finalità potenzialmente distruttive di una legge simile sono sotto gli occhi di tutti. Il Roskomnadzor avrà il potere di applicare le ordinanze del tribunale per "limitare l'accesso alle informazioni che vengono gestite contravvenendo alla legge sulla protezione dei dati personali". Questo significa che società come Facebook e Twitter, che non dispongono di server in Russia, potrebbero venire chiamate in tribunale per rispondere di queste incontrovertibili accuse.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

116 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo24 Luglio 2014, 10:48 #1
Dopo la prestroika stanno tornando indietro...
demon7724 Luglio 2014, 10:51 #2
Bella fregatura la Russia.
Hanno mollato un regime per finire in un'altro.
@ndrey24 Luglio 2014, 10:58 #3
Originariamente inviato da: demon77
Bella fregatura la Russia.
Hanno mollato un regime per finire in un'altro.


Tutto il mondo è paese!
Sono stato a vivere per un periodo a Londra e poi a Los Angeles.. Democrazia sempre stata una forma di dittatura nascosta..
TigerTank24 Luglio 2014, 11:15 #4
Probabilmente Putin teme che dati(anche personali) e materiale vario dei cittadini russi salvati su server internazionali vengano spiati...in particolar modo dagli americani, visti i recenti fatti emersi circa l'NSA.
Siamo ad una nuova guerra fredda....e c'è da augurarsi che resti allo stato "freddo" altrimenti saranno cavoli amari per tutti.
Per quel che mi riguarda il clouding sarà anche un'evoluzione tecnologica ma io sinceramente continuo a preferire i cari vecchi harddisk di backup, perchè sui servers non si sa mai chi stia a guardare.
alexdal24 Luglio 2014, 11:50 #5
Snowden stara' facendo da consulente per indicare al KGB come fare per non farsi beccare dall CIA e per monitorare meglio i cittadini.

Ha sputtanato l'USA e ora stara' tramando pagato da PUTIN
Leizar24 Luglio 2014, 11:50 #6
Mi pare si stia pensando di fare una cosa del genere anche in europa. La questione è se sia legittimo che i dati di cittadini non USA siano accessibili ad aziende (ma soprattutto al governo) USA.

Non è che per l'Europa debba chiamarsi privacy e per la Russia censura...
deggial24 Luglio 2014, 11:53 #7
Sta solo facendo un favore ai cittadini russi...
Facebook fa oggettivamente cacare (non venitemi a raccontare che è questione di gusti personali, fa cacare e basta).
Twitter non l'ho mai capito. Forse questo è un limite mio, che non ho ancora capito quale sia l'utilità. Ma ho il sospetto che anche questo sia oggettivamente inutile.
TigerTank24 Luglio 2014, 11:58 #8
Originariamente inviato da: deggial
Sta solo facendo un favore ai cittadini russi...
Facebook fa oggettivamente cacare (non venitemi a raccontare che è questione di gusti personali, fa cacare e basta).
Twitter non l'ho mai capito. Forse questo è un limite mio, che non ho ancora capito quale sia l'utilità. Ma ho il sospetto che anche questo sia oggettivamente inutile.


Ma infatti facebook imho ormai è un social network di facciata, sotto sotto si sa che è una miniera d'oro in ambito di statistiche e sondaggi per non parlare dei servizi pubblicitari e delle future eventuali integrazioni di piattaforme commerciali tipo Google, Ebay o Amazon.
alex924 Luglio 2014, 12:23 #9
Originariamente inviato da: Leizar
Mi pare si stia pensando di fare una cosa del genere anche in europa. La questione è se sia legittimo che i dati di cittadini non USA siano accessibili ad aziende (ma soprattutto al governo) USA.

Non è che per l'Europa debba chiamarsi privacy e per la Russia censura...


Forse perchè l'europa, pur con i suoi difetti, ha standard di democrazia fra i più elevati al mondo.. in russia c'è da aver paura anche solo ad aprire bocca. D'altronde nell'articolo che stiamo commentando sono riportate una serie di altre misure sulla manifestazione del pensiero che di democratico non hanno nulla... e che in europa non durerebbero un giorno.

NOI occidentali non abbiamo nulla da imparare da questi popoli barbarici come russi, arabi ecc... per carità siamo pieni di difetti anche noi: ma siamo comunque allo stato attuale il migliore dei mondi possibili (cit.).
r134824 Luglio 2014, 12:29 #10
Originariamente inviato da: alex9
Forse perchè l'europa, pur con i suoi difetti, ha standard di democrazia fra i più elevati al mondo.. in russia c'è da aver paura anche solo ad aprire bocca. D'altronde nell'articolo che stiamo commentando sono riportate una serie di altre misure sulla manifestazione del pensiero che di democratico non hanno nulla... e che in europa non durerebbero un giorno.

NOI occidentali non abbiamo nulla da imparare da questi popoli barbarici come russi, arabi ecc... per carità siamo pieni di difetti anche noi: ma siamo comunque allo stato attuale il migliore dei mondi possibili (cit.).


Che tripudio d'ignoranza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^