Pirateria IPTV, blitz della Guardia di Finanza e utenti dei servizi illegali tracciati

Pirateria IPTV, blitz della Guardia di Finanza e utenti dei servizi illegali tracciati

Il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Gdf ha sequestrato oltre 500 risorse Web e i relativi 40 canali Telegram per la visione illegale di contenuti IPTV. Individuati i fruitori dei flussi pirata tramite tracciamento.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Web
pirateria
 

Come riporta un'agenzia dell'Adrkronos, il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza ha svolto un "blitz" contro la pirateria audiovisiva, la cosiddetta "IPTV".

Gli uomini e le donne della GdF, in previsione dell'ultima giornata del campionato di calcio di serie A e della finale di Conference League, hanno registrato centinaia di nuovi servizi e di risorse dedite alla vendita di streaming illegali.

Numerosi canali Telegram - tra cui alcuni con oltre 20.000 iscritti - ne pubblicizzavano i vantaggi e la convenienza offrendo in un unico abbonamento chiamato "Applicazione Ufficiale" a un prezzo irrisorio, qualsiasi canale TV e PAY TV visibile in simultanea da qualunque dispositivo (Telefono, tablet, televisore, Computer, etc). In più, i creatori assicuravano la possibilità di una prova gratuita della durata di un'ora con la garanzia di anonimato a vantaggio dei fruitori.

Contestualmente al sequestro, su delega dell'autorità giudiziaria di Napoli, delle oltre 500 risorse Web e dei relativi 40 canali Telegram, avvenuto in simultanea con la prima gara del weekend e nuovamente riproposto per la finale della competizione europea, è stato implementato un vero e proprio sistema di tracciamento che ha consentito di individuare i fruitori dei flussi pirata. Non è stato chiarito il "destino" di questi utenti, ma probabilmente incorreranno in una sanzione che potrebbe arrivare fino a 1032 euro.

"Chiunque abbia provato a collegarsi ai servizi pirata è stato immediatamente reindirizzato su un pannello informativo che avvertiva che il sito tramite il quale si stava visionando il programma era sottoposto a sequestro ed i dati di connessione tracciati", si legge nell'agenzia.

Le indagini hanno permesso inoltre di appurare l'esistenza di un nuovo sistema di gestione dei flussi informatici, denominato "Stream Creed", che risulterebbe derivare dal codice sorgente della già nota "Xtream Code", piattaforma pirata mondiale smantellata nel 2019.

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
alien32128 Maggio 2022, 16:18 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://www.hwupgrade.it/news/web/p...ati_107556.html

Il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Gdf ha sequestrato oltre 500 risorse Web e i relativi 40 canali Telegram per la visione illegale di contenuti IPTV. Individuati i fruitori dei flussi pirata tramite tracciamento.

Click sul link per visualizzare la notizia.


"blitz" contro la pirateria audiovisiva, la cosiddetta "IPTV".


Sicuri di questo? No perché avete confuso la tecnologia con il su uso illegale.
L'IPTV non è pirateria audiovisiva anche virgolettato non è che migliori la cosa anzi

fatevi una cultura:
https://it.wikipedia.org/wiki/IPTV
minoccio28 Maggio 2022, 16:45 #2
Quindi dobbiamo cancellare raiplay, infinity, ecc? Sono atti di pirateria?
matrix8328 Maggio 2022, 16:46 #3
Originariamente inviato da: alien321
Sicuri di questo? No perché avete confuso la tecnologia con il su uso illegale.
L'IPTV non è pirateria audiovisiva anche virgolettato non è che migliori la cosa anzi

fatevi una cultura:
https://it.wikipedia.org/wiki/IPTV


Ma pure tu che pretendi? Sei su HWUpgrade. Ormai qua si fanno solo sponsorizzate, referral e traduzioni maldestre da articoli di altre testate straniere. Gli articolisti manco sono informatici.
gd350turbo28 Maggio 2022, 19:57 #4
Bè dai, andare a prendere i ragazzini che rivendevano account iptv su telegram, con pagamento magari tramite paypal, non ci vuole un gran studio, io seguo alcuni canali di offerte amazon/ebay, ed ogni tanto appariva un messaggio di costoro.
deggial28 Maggio 2022, 22:51 #5
Vado molto OT, ma devo condividere con qualcuno l'orticaria che mi viene quando vedo questi tentativi di politically/sexualy correct:

Avete scritto "Gli uomini e le donne della GdF", e avete fatto bene, perchè è giusto sottolineare che in GdF ci sono anche donne che lavorano e non solo uomini. Scrivere solo "gli uomini della GdF" sarebbe stato un atto di sessismo. BRAVI.

Però ora vi chiedo: potete correggere anche gli altri atti di sessismo all'interno dell'articolo?

Numerosi canali Telegram - tra cui alcuni con oltre 20.000 iscritti -> qui scrivete "iscritti e iscritte" perchè non ci credo che gli iscritti siano tutti uomini.

i creatori assicuravano la possibilità di una prova gratuita della durata di un'ora con la garanzia di anonimato a vantaggio dei fruitori -> qui scrivete "creatori e creatrici". O siete sicuri che siano tutti maschi? E anche "fruitori e frutrici".

Poi di nuovo ci sono altri casi di "fruitori" e "utenti" -> Per favore potete correggerli tutti?
Altrimenti non si risolve il problema del sessismo.

GRAZIE
devil99729 Maggio 2022, 00:45 #6
Fenomenale il politically correct.

"Gli uomini e le donne della guardia di finanza"

Che teneri. Bravo Manolo, complimenti.
rockroll29 Maggio 2022, 01:49 #7
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://www.hwupgrade.it/news/web/p...ati_107556.html

Il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Gdf ha sequestrato oltre 500 risorse Web e i relativi 40 canali Telegram per la visione illegale di contenuti IPTV. Individuati i fruitori dei flussi pirata tramite tracciamento.

Click sul link per visualizzare la notizia.


Se un fruitore illegale viene tracciato e magari sanzionato mi può star bene, perchè viene colto in flagranza di (un tremendo) reato; ma che poi "Chiunque abbia provato a collegarsi ai servizi pirata è stato immediatamente reindirizzato su un pannello informativo che avvertiva che il sito tramite il quale si stava visionando (o meglio si avrebbe voluto visionare) il programma era sottoposto a sequestro ed i dati di connessione tracciati", questo non mi sta assolutamente bene: se mi impedisci di compiere un tremendo reato poi non mi puoi sottoporre a trattamento come se lo avessi commesso...
paolo cavallo29 Maggio 2022, 09:17 #8
E SCOPRIRE GLI EVASORI FISCALI E RECUPERARE IL MAL TOLTO , VISTO CHE L'ITALIA IN QUESTO è LA PEGGIO D'EUROPA ? FANNO I CANI CON I DEBOLI E I CONIGLI CON I FORTI.....VECCHIA STORIA
blackshard29 Maggio 2022, 10:58 #9
E pensare che servizi come netflix, amazon e spotify hanno abbattuto la pirateria semplicemente offrendo contenuti a prezzi ragionevoli...

Mentre in Italia abbiamo Sky che da una parte salassa i suoi abbonati, e dall'altra impegna risorse della guarda di finanza (quindi pagate dallo stato, cioè da noi cittadini) per "sgominare" reati "terribili" come la visione a scrocco di qualche partita di calcio.
biometallo29 Maggio 2022, 11:26 #10
Originariamente inviato da: blackshard
E pensare che servizi come netflix, amazon e spotify hanno abbattuto la pirateria semplicemente offrendo contenuti a prezzi ragionevoli...


Veramente queste piattaforme esistono da anni anche in Italia, in particolare Netflix è appena stata multata perché non ha pagato un euro di tasse in Italia

Netflix versa quasi 56 milioni al fisco italiano e regolarizza la propria posizione 20 Maggio 2022

E anzi mi domando, da cosa presumi che la GDF abbia agito per conto di Sky piuttosto che Netflix, Amazon, o Diseny+?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^