'Non autorizzo il personale scolastico a isolare mio figlio': caos su WhatsApp e Facebook, ma è una doppia bufala

'Non autorizzo il personale scolastico a isolare mio figlio': caos su WhatsApp e Facebook, ma è una doppia bufala

Una catena si sta diffondendo sui social, primo fra tutti Facebook e a seguire WhatsApp, con i genitori che si stanno mostrando preoccupati. Ma si tratta del frutto di una "doppia bufala"

di pubblicata il , alle 13:41 nel canale Web
 

E' appena scoppiata sui social in Italia una catena che si sta diffondendo a macchia d'olio, partita da Facebook e diffusasi nel giro di poche ore anche su WhatsApp in seguito alla condivisione da parte di genitori evidentemente preoccupati. Nel testo della catena, riportato da Orizzontescuola.it, si legge:

"Il 14 settembre io non autorizzo nessun personale della scuola ad isolare mio figlio se dovesse presentare improvvisamente qualche linea di febbre. Nessun personale sanitario può prelevare mio figlio da scuola in mia assenza traumatizzandolo. Non firmerò nessun foglio di autorizzazione che prevede questo tipo di trattamento. Fino alla maggiore età io genitore sono unico tutore di mio figlio".

E' doveroso compiere alcune precisazioni per evitare il diffondersi ulteriore della "doppia" disinformazione, come la definisce La Repubblica, a cui un messaggio del genere può condurre. Il post fa naturalmente riferimento al protocollo di sicurezza previsto per il rientro degli studenti a scuola a settembre firmato da Ministero dell'Istruzione e sindacati. Secondo il messaggio gli studenti "con qualche linea di febbre" potranno essere prelevati e sottratti alle famiglie. 

Si tratta chiaramente di una bufala, una fake news: le linee guida stabilite sino ad oggi per il rientro a scuola prevedono l'isolamento degli studenti con sintomi riconducibili al SARS-CoV-2 e l'immediato rientro al domicilio. Si tratta di una doppia bufala perché ovviamente un post su Facebook non può autorizzare o meno un trattamento previsto dalla legge. Insomma, si gioca ancora una volta sulla paura degli utenti per ottenere condivisioni e like in maniera facile.

Il testo del protocollo di sicurezza valido ad oggi per il rientro delle scuole è il seguente, così come riportato da La Repubblica:

"In caso di comparsa a scuola in un operatore o in uno studente di sintomi suggestivi di una diagnosi di infezione da SARS-CoV-2, il CTS sottolinea che la persona interessata dovrà essere immediatamente isolata e dotata di mascherina chirurgica, e si dovrà provvedere al ritorno, quanto prima possibile, al proprio domicilio, per poi seguire il percorso già previsto dalla norma vigente per la gestione di qualsiasi caso sospetto".

L'iter da seguire in caso di studente con sintomi è pertanto decisamente diverso da quello paventato dal messaggio della catena:

  • il docente deve informare il referente anti-covid della scuola, il quale a sua volta contatterà i genitori
  • lo studente presunto infetto viene condotto in una stanza adibita all'isolamento in compagnia di un adulto, entrambi con protezioni
  • lo studente deve essere prelevato dai genitori, che devono contattare il medico di famiglia o il pediatra per effettuare gli accertamenti necessari
  • se lo studente dovesse risultare positivo al tampone, compagni di classe e docenti saranno sottoposti a quarantena per 14 giorni e l'aula dovrà essere sanificata
165 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cromwell18 Agosto 2020, 13:53 #1
[LIST]
[*]se lo studente dovesse risultare positivo al tampone, compagni di classe e docenti saranno sottoposti a quarantena per 14 giorni e l'aula dovrà essere sanificata
[/LIST]

E i genitori del bambino positivo? E il/i fratellini/sorelline del bambino che magari vanno in altre scuole? E i compagni di scuola del fratellino/sorellina? E i fratelli e sorelle dei compagni del fratello/sorella? E i genitori tutti? E i colleghi di lavoro di tutti i genitori coinvolti?

metrino18 Agosto 2020, 14:06 #2
Alla fiera dell'est, per due soldi, un topolino mio padre comprò ...

Soluzione sicuramente perfettibile, immagino.
Ma vediamo se qualcuno ha delle idee migliori per conciliare la lotta contro la diffusione del coronavirus e il rientro a scuola dei bambini, che a quanto pare (io non sono un esperto) è necessaria quasi quanto le lezioni stesse (queste potrebbero continuare a essere impartite in remoto, più o meno).
sbeng18 Agosto 2020, 14:42 #3
Quello che mi fa alterare è che il personale della scuola (e gli studenti) in questi mesi estivi stanno in spiaggia, al centro commerciale, dal parrucchiere, ai ristoranti, luoghi dove si crea assembramento. Ora, quando sarebbe il caso di riaprire le scuole "attenzione! Non ci sono le condizioni per riaprire". La scuola è uno dei servizi fondamentali della società, anche perché poi gli stessi studenti non si fanno problemi a frequentare altri luoghi citati sopra.
blackshard18 Agosto 2020, 14:55 #4
Originariamente inviato da: Cromwell
[LIST]
[*]se lo studente dovesse risultare positivo al tampone, compagni di classe e docenti saranno sottoposti a quarantena per 14 giorni e l'aula dovrà essere sanificata
[/LIST]

E i genitori del bambino positivo? E il/i fratellini/sorelline del bambino che magari vanno in altre scuole? E i compagni di scuola del fratellino/sorellina? E i fratelli e sorelle dei compagni del fratello/sorella? E i genitori tutti? E i colleghi di lavoro di tutti i genitori coinvolti?



Immagino che verrà seguito l'iter attualmente imposto dalla normativa: tamponi per la verifica al nucleo familiare ed eventuale isolamento fiduciario qualora dovessero esserci casi positivi.

Originariamente inviato da: sbeng
Quello che mi fa alterare è che il personale della scuola (e gli studenti) in questi mesi estivi stanno in spiaggia, al centro commerciale, dal parrucchiere, ai ristoranti, luoghi dove si crea assembramento. Ora, quando sarebbe il caso di riaprire le scuole "attenzione! Non ci sono le condizioni per riaprire". La scuola è uno dei servizi fondamentali della società, anche perché poi gli stessi studenti non si fanno problemi a frequentare altri luoghi citati sopra.


Non ho capito il punto, lo stato dovrebbe discriminare il personale della scuola e tutta la popolazione in età scolare segregandola in casa e in isolamento perché a settembre poi si devono riaprire le scuole?
TUTTI ora sono in posti dove è possibile che si creino assembramenti, quindi a TUTTI è chiesto di avere senso di responsabilità evitando assembramenti, distanziandosi dagli altri, indossando gli adeguati dispositivi di protezione e lavandosi regolarmente le mani. Se TUTTI lo facessero, il contagio sarebbe ridotto al minimo, ma siccome ci sono sempre gli ST***ZI che si credono più furbi e non hanno rispetto per gli altri - perché di questo si trattta - siamo sempre qui a ripetere le stesse cose.
nickname8818 Agosto 2020, 15:01 #5
Originariamente inviato da: sbeng
Quello che mi fa alterare è che il personale della scuola (e gli studenti) in questi mesi estivi stanno in spiaggia, al centro commerciale, dal parrucchiere, ai ristoranti, luoghi dove si crea assembramento. Ora, quando sarebbe il caso di riaprire le scuole "attenzione! Non ci sono le condizioni per riaprire". La scuola è uno dei servizi fondamentali della società, anche perché poi gli stessi studenti non si fanno problemi a frequentare altri luoghi citati sopra.

QUesto è ciò che accade quando si sceglie una politica di azione votata all'isolamento mai del tutto sicura e ai danni di tutto il resto, anzichè favorire l'immunità di gregge.
Infatti ancora oggi il COVID va avanti e non arriverà mai allo zero fino a quando non saranno tutti vaccinati o avranno già scontato il decorso.
Quando riapriranno le scuole ? A Settembre con o senza COVID.
sbeng18 Agosto 2020, 15:02 #6
Originariamente inviato da: blackshard
Immagino che verrà seguito l'iter attualmente imposto dalla normativa: tamponi per la verifica al nucleo familiare ed eventuale isolamento fiduciario qualora dovessero esserci casi positivi.



Non ho capito il punto, lo stato dovrebbe discriminare il personale della scuola e tutta la popolazione in età scolare segregandola in casa e in isolamento perché a settembre poi si devono riaprire le scuole?
TUTTI ora sono in posti dove è possibile che si creino assembramenti, quindi a TUTTI è chiesto di avere senso di responsabilità evitando assembramenti, distanziandosi dagli altri, indossando gli adeguati dispositivi di protezione e lavandosi regolarmente le mani. Se TUTTI lo facessero, il contagio sarebbe ridotto al minimo, ma siccome ci sono sempre gli ST***ZI che si credono più furbi e non hanno rispetto per gli altri - perché di questo si trattta - siamo sempre qui a ripetere le stesse cose.


Mica ho detto di andare a scuola senza seguire le regole: come le segui al centro commerciale o dal parrucchiere, le puoi e devi seguire anche a scuola. Se svolgi un servizio pubblico come l'insegnante o il "bidello", quindi a contatto con il pubblico, devi stare sul campo ovviamente con le dovute precauzioni (mascherina), stessa cosa che fanno ogni giorno i dipendenti di un supermercato o il personale dei mezzi pubblici.
nickname8818 Agosto 2020, 15:06 #7
Originariamente inviato da: sbeng
Mica ho detto di andare a scuola senza seguire le regole: come le segui al centro commerciale o dal parrucchiere, le puoi e devi seguire anche a scuola. Se svolgi un servizio pubblico come l'insegnante o il "bidello", quindi a contatto con il pubblico, devi stare sul campo ovviamente con le dovute precauzioni (mascherina), stessa cosa che fanno ogni giorno i dipendenti di un supermercato o il personale dei mezzi pubblici.


Le mascherine ? Quelle cui consigliano di cambiarle ogni giorno ?
O intendi le mascherine chirurgiche o FFP2/3 e poi vendi in giro persone con mascherine fai da te o facente parti di articoli da abbigliamento
O intendi le mascherine che il 90% della popolazione non sa mettere perfettamente ?
sbeng18 Agosto 2020, 15:16 #8
Originariamente inviato da: nickname88
Le mascherine ? Quelle cui consigliano di cambiarle ogni giorno ?
O intendi le mascherine chirurgiche o FFP2/3 e poi vendi in giro persone con mascherine fai da te o facente parti di articoli da abbigliamento
O intendi le mascherine che il 90% della popolazione non sa mettere perfettamente ?


Tutte queste domande le fate solo alla riapertura della scuola, quando c'è da andare al mare o al ristorante, in pratica a divertirsi invece....
nickname8818 Agosto 2020, 15:21 #9
Originariamente inviato da: sbeng
Tutte queste domande le fate solo alla riapertura della scuola, quando c'è da andare al mare o al ristorante, in pratica a divertirsi invece....

Ho paura tu ti stai rivolgendo alla persona sbagliata, io da sempre ho sostenuto che questa politica di reclusione era fallimentare e lo si è capito da quando è nato il primo focolare a Codogno dove le strade son state bloccate solo diversi giorni dopo e ovviamente i posti di blocco si sono limitati alle sole strade e da come queste politiche di restrizione non sono garantite da nessuno, in pratica siamo noi cittadini a dover svolgere il lavoro dello stato

Quarantena a casa mia significa ben altro e sempre a casa mia se il soggetto sono io, non posso essere sempre io a garantirla nemmeno per me stesso ma deve essere un ente esterno, in questo caso lo stato, che invece ha delegato al cittadino stesso di autotutelarsi quando invece sono loro ad essere pagati per ciò.
Saturn18 Agosto 2020, 15:22 #10
Originariamente inviato da: nickname88
Ho paura tu ti stai rivolgendo alla persona sbagliata, io da sempre ho sostenuto che questa politica di reclusione era fallimentare e lo si è capito da quando è nato il primo focolare a Codogno dove le strade son state bloccate solo diversi giorni dopo e ovviamente i posti di blocco si sono limitati alle sole strade


nickname88 ci sei mancato ! Passa nella discussione sull'app anti-covid Immuni, potrai dare e avere grandi soddisfazioni...è al suo massimo in questo momento, in una specie di loop !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^