GoogleCL: i servizi di Google ora anche da linea di comando

GoogleCL: i servizi di Google ora anche da linea di comando

Il gigante di Mountain View ha rilasciato GoogleCL, un'interessante utility per utilizzare alcuni servizi Google anche da linea di comando

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 10:49 nel canale Web
Google
 

Lo scorso venerdì Google ha rilasciato GoogleCL, un'interessante utility scritta in Python che consente di accedere a diversi servizi offerti dal gigante di Mountain View direttamente da linea di comando.

Rilasciato sotto licenza open source Apache License 2.0, GoogleCL al momento consente di interagire con i seguenti servizi: Blogger, Calendar, Contacts, Google Docs, YouTube e Picasa. Sul sito web del progetto vengono inoltre forniti alcuni esempi di come potersi servire di questo interessante strumento.

La nuova utility di Google può essere utilizzata su sistemi Windows, Mac OS X e Linux. A questo indirizzo sono disponibili le istruzioni per l'installazione relative a ciascun sistema operativo; l'installazione di GoogleCL sotto Windows è senza dubbio quella più laboriosa, pertanto vi segnaliamo questa guida.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
VirtualFlyer21 Giugno 2010, 11:01 #1
Sperando di non dire una stupidata, ma sul sito del software dice che la prima volta bisogna usare un browser per fare l'accesso e poi i dati vengono memorizzati in un file. Non diventerebbe piuttosto facile rubare le password?
NIB9021 Giugno 2010, 11:05 #2
print "Hello world!"
gran bel linguaggio il python
ally21 Giugno 2010, 11:15 #3
Originariamente inviato da: NIB90
print "Hello world!"
gran bel linguaggio il python


...nulla togliere a python...ma la bontà di un linguaggio non si valuta in base alla facilità con cui questo hello world a console...


...ciao Andrea...
karplus21 Giugno 2010, 11:20 #4
Originariamente inviato da: VirtualFlyer
Sperando di non dire una stupidata, ma sul sito del software dice che la prima volta bisogna usare un browser per fare l'accesso e poi i dati vengono memorizzati in un file. Non diventerebbe piuttosto facile rubare le password?


Sicuramente verrà memorizzato l'hash della password, non la password stessa.
cristo197621 Giugno 2010, 11:23 #5
@ally e @NIB90

Infatti provate Ruby...secondo quello che ho visto il top per un programmatore.
Certo bisogna sempre capire cosa dovete programmare, ma in teroia è il miglior linguaggio/compromesso attuale. Ed è completamente OO!
lishi21 Giugno 2010, 11:26 #6
Originariamente inviato da: VirtualFlyer
Sperando di non dire una stupidata, ma sul sito del software dice che la prima volta bisogna usare un browser per fare l'accesso e poi i dati vengono memorizzati in un file. Non diventerebbe piuttosto facile rubare le password?


Immagino che la password venga in qualche modo cliptata.

Ovviamente non vuol dire assolutamente che sia sicuro, ma è una cosa che vale per qualunque programma che salvi le password.
ally21 Giugno 2010, 11:41 #7
Originariamente inviato da: cristo1976
@ally e @NIB90

Infatti provate Ruby...secondo quello che ho visto il top per un programmatore.
Certo bisogna sempre capire cosa dovete programmare, ma in teroia è il miglior linguaggio/compromesso attuale. Ed è completamente OO!


...migliore per fare cosa?...automazione industriale?...soluzioni web oriented?...penso ci siano diversi linguaggi di programmazione validi...non ho provato python ma ne sento parlare piuttosto bene...prima di provarlo pero' preferirei approfondire meglio java...a volte i limiti di un linguaggio son dati da chi lo sta utilizzando piu' che dal linguaggio stesso...

...ciao Andrea...
sociologo21 Giugno 2010, 11:59 #8

Ehhhhhhhh?

Capisco usare la linea di comando su Linux e sui server ma non capisco l'utilità su windows e su osx...
Sono s.o. a interfaccia grafica e proprio per questo sono diventati usatissimi, specie win!
Sicurezza?
Protezione della privacy?
Da parte di Google?
cristo197621 Giugno 2010, 12:17 #9
@ally
Si hai ragione sul piano del target di programmazione ma io intendevvo proprio l'"orientamento al programmatore" di Ruby; sei vai al sito (adesso non ricordo ma su Google lo trovi subito) capisci cosa intendo.
Io ho programmato molto poco e per diletto (TPascal, Turbo C e Visual Basic 5) ma mi ha dato modo di poter fare un minimo di confronto e a detta di qualche prof del sw, è un linguaggio vermanete potente (considerando la sua espandibilità sul web con Ruby Trails)
WarDuck21 Giugno 2010, 12:39 #10
Originariamente inviato da: sociologo
Capisco usare la linea di comando su Linux e sui server ma non capisco l'utilità su windows e su osx...
Sono s.o. a interfaccia grafica e proprio per questo sono diventati usatissimi, specie win!
Sicurezza?
Protezione della privacy?
Da parte di Google?


Il fatto che siano basati su un paradigma ad interfaccia grafica pressoché totale non significa che non possono essere usati tramite linea di comando.

Anche perché per amministrare il sistema in alcuni casi fai prima.

Poi la direzione presa da Microsoft al riguardo è precisa, basta vedere PowerShell e le versioni Windows Server Core (senza GUI).

Riguardo i linguaggi di programmazione, Python e Ruby offrono maggiore espressività rispetto a Java, spesso risultando in codice più compatto e pulito, quindi più "facile" da leggere e modificare.

Già il fatto che Python ti obblighi di fatto ad indentare il tuo codice è indicativo.

Tuttavia ho trovato la documentazione di Java migliore, per come è organizzata nel complesso. Il problema dei linguaggi dinamici come Python e Ruby tuttavia può essere rappresentato dall'IDE, spesso non all'altezza. Anche se NetBeans è forse uno dei migliore IDE free che ci siano in giro (in barba al blasonato Eclipse, per me inutilmente complesso).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^