Facebook invasa dalla parola ''Baci'' che scatena una valanga di cuoricini. Ecco perché e come attivarli

Facebook invasa dalla parola ''Baci'' che scatena una valanga di cuoricini. Ecco perché e come attivarli

Nella giornata di oggi molti utenti stanno condividendo nelle proprie bacheche di Facebook la parola "Baci". Una volta cliccato su di essa sarà possibile essere invasa da una particolare animazione. Ma quale è il motivo? Scopriamolo insieme.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 17:41 nel canale Web
Facebook
 

Nella giornata di oggi il portale social di Facebook è stato letteralmente invaso dalla parola "Baci" che gli utenti si sono messi a scrivere nei propri stati. Una parola normale ma che in questa giornata sembra aver trovato un significato particolare visto che tappandoci sopra permette di attivare una piacevole animazione capace di invadere la Timeline del proprio social network blu di tanti cuoricini rosa. Un simpatico easter egg che rende meno fredda la piattaforma digitale esprimendo un sentimento di amore o di bene nei confronti dei propri amici.

Quale risulta essere il motivo di tale novità introdotta dagli sviluppatori di Menlo Park? Effettivamente non sembra esserci un vero motivo per cui in Faceboo abbiano deciso di adottare tale nuova animazione. Di fatto è una mera funzionalità che seppur semplice e forse anche futile sta riscuotendo davvero molto successo in tutto il mondo con l'invasione letteralmente dei cuori sulle bacheche blu del Social Network per eccellenza.

Come attivare questa novità dei cuoricini rossi? Semplice ed immediato. Sì, perché tutti gli utenti iscritti su Facebook potranno attivare il volo dei cuoricini scrivendo semplicemente nel proprio stato la parola "baci" oppure l'abbreviazione "xo" indicante proprio il bacio e l'abbraccio. In questo modo e del tutto automaticamente, Facebook, pubblicherà lo stato con le parole in questione evidenziate di rosa e tappando su di esse verranno sprigionati una serie di cuori volanti sulla timeline.

Novità del genere non sono nuove in Facebook. In questo caso qualche tempo fa avevamo visto come il portale di Zuckerberg avesse festeggiato i 20 anni di Harry Potter con un simpatico gioco effettivamente simile a quanto avviene oggi con la parola baci. In quell'occasione bastava scrivere "Harry Potter" all'interno di uno stato di Facebook o magari anche una delle case di Hogwarts quali Grifondoro, Corvonero, Tassorosso o Serpeverde in inglese e magicamente veniva visualizzata una bacchetta magica assieme a coriandoli, saette e stelle filanti.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
matrix8327 Luglio 2017, 19:47 #1
Non è una novità c'è sempre stato, almeno sulla chat.
Piovono cuori da almeno 6 mesi prima di harry potter.
frankie28 Luglio 2017, 09:16 #2

Liberty a Torino

Con liberty a Torino si intende l'esperienza di tale stile nella città sabauda, riconducibile alla stagione artistica della belle époque tipica degli ultimi anni dell'Ottocento, e che si concluse in una convergenza verso l'eclettismo nelle prime due decadi del Novecento.

Il liberty interessò l'Italia intera e particolarmente il capoluogo piemontese, coinvolgendo varie discipline artistiche tra cui le arti applicate e, prevalentemente, l'architettura. Nello specifico panorama torinese quest'ultima risentì, nelle sue maggiori opere, dell'influenza della scuola parigina e di quella belga divenendo uno dei maggiori esempi italiani di questa corrente, non senza subire anche inevitabili incursioni eclettiche e déco.

Per il successo di questa corrente stilistica e la tipologia di edifici che sorse nei primi decenni del Novecento, Torino fu definita «la capitale italiana del liberty» tanto da percepire ancora oggi cospicue testimonianze architettoniche di quel periodo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^