Cambridge Analytica chiude. Era la società dello scandalo dei dati di Facebook

Cambridge Analytica chiude. Era la società dello scandalo dei dati di Facebook

L'azienda che aveva deliberatamente acquisito e rivenduto dati personali di utenti su Facebook chiude definitivamente. Oltre a lei anche la capogruppo SCL Group. Ecco le note dell'azienda.

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Web
Facebook
 

Facebook e Cambridge Analytica sono passate agli onori della cronaca dopo lo scandalo che le ha viste protagoniste per la "vendita" dei dati sensibili degli utenti che ignari avevano dato il consenso al loro trattamento sul Social Network. L'epilogo della vicenda però sembra essere non tanto le scuse pubbliche da parte del CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, ma la definitiva chiusura di Cambridge Analytica e del capogruppo di SCL Group.

Un epilogo forse scontato questo dopo le indagini che sono ancora in corso e che riguardano appunto la vendita inappropriata dei dati degli utenti presi da Facebook senza alcun consenso legittimo. Si era pensato ad un "rebranding" della società ma Wheatland ha ritenuto inutile questo passo e soprattutto una perdita in termini di reputazione nei confronti degli utenti e dei clienti.

Cambridge Analytica era nata nel lontano 2013 come "figlia" della britannica SCL Group grazie ai fondi raccolti dall'americano Steve Bannon era ascesa anche grazie alla partecipazione alla campagna elettorale alle presidenziali americane di Donald Trump. Ricordiamo come lo scandalo sia effettivamente divenuto pubblico durante lo scorso 17 marzo quando i maggiori quotidiani tra cui The Guardian, The New York Times e The Observer hanno rivelato come Cambridge Analytica avesse trafugato e "violato" milioni di profili social di elettori americani e non solo.

Fra il 2013 e il 2015 uno psicologo e matematico americano, Aleksandr Kogan, ricercatore a Cambridge e titolare della Global Science Research decide di esternare un'applicazione interna a Facebook chiamata appunto "Thi is your digital life" con l'intento di realizzare una raccolta dati per una ricerca universitaria. Un quiz sulla propria personalità digitale come in tanti girano sul web ma che permettono di acquisire dati personali degli utenti tramite l'accesso a Facebook. Una cosa legale fino al 2014 quando proprio Mark Zuckerberg ed il suo Social Network introduce il divieto per gli sviluppatori di terze parti di acquisire dati personali e sopratutto "rivenderli" ad altri senza un'autorizzazione degli utenti.

Ecco che la mole di informazioni viene invece ceduta ad una società britannica Strategic Communication Laboratories per scopi politici proprio da Cambridge Analytica. Un passaggio vietato dalle regole di Facebook ma di fatto sembra scoperto già tempo indietro ma mai bloccato realmente da Mark Zuckerberg e dai suoi lavoratori. 

"Negli ultimi mesi Cambridge Analytica è stata oggetto di numerose accuse infondate e, nonostante gli sforzi della società di correggere le informazioni, è stata denigrata per attività che non solo sono legali ma sono ampiamente accettate" questo il messaggio che l'azienda ha voluto pubblicamente rilasciare non prima di avviare le procedure di insolvenza in Gran Bretagna.

L'azienda in qualche modo nega di aver agito illegalmente ma di fatto il suo amministratore delegato ormai ex, Alexander Nix, collaborò con Brad Parscale, l'uomo social di Trump, nel progetto denominato "Alamo" che sommerse gli elettori di messaggi propagandistici mirati proprio grazie all'acquisizione dei dati acquisiti da Cambridge Analytica. Sospeso Nix, la società, ha cercato di riprendere in mano la situazione ma ormai il danno era stato fatto e la SCL Group ha ora deciso di chiudere il capitolo mettendo da parte la Cambridge Analytica e forse lo scandalo anche se le moltitudini di società della SCL potrebbero non fermare definitivamente il gruppo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CYRANO03 Maggio 2018, 11:47 #1
Nooooo ! proprio ieri avevo inviato loro il mio cv !!!





Còksòòlsmlmdlmdòlmdd
s0nnyd3marco03 Maggio 2018, 11:49 #2
Ora si che i problemi di privacy su facebook sono finiti
Opteranium03 Maggio 2018, 12:00 #3
sono quasi commosso
Eress03 Maggio 2018, 13:56 #4
Cambridge analytics ha chiuso e FB quando chiude, qualcuno sa la data?
tallines03 Maggio 2018, 13:59 #5
I like finalmente
Shirov03 Maggio 2018, 16:22 #6
In realtà hanno solo cambiato nome. Orami erano bruciati, chiaramente e si sono dati una semplice spolveratina. Al loro posto, stesso business, stesso management, stesso indirizzo, c'è una società che si chiama Emerdata. Io gli appiccicherei una bella "K" davanti, che ne dite?
tallines03 Maggio 2018, 16:33 #7
Anche 10 K......... ritiro il i like...finalmente....

Ma daiiiii ...................ma tu pensa ..........grazie Shirov per l' intervento

- Cambridge Analytica executives created a company with the Executive Director & Deputy Chairman of Erik Prince’s Frontier Services Group

Emerdata was orignally located at 16 Great Queen Street London, the address for Fladgate LLP, which is listed in ICIJ’s Panama Papers database. But on February 18, 2018, Emerdata changed it’s address to Pkf Littlejohn 1 Westferry Circus Canary Wharf London, the same address for SCL Group.

A few days ago the filings for Emerdata were updated, and noted three new Directors, including........................


- EMERDATA LIMITED
Company number 10911848


Company status
Active

Incorporated on
11 August 2017

Accounts
First accounts made up to 31 August 2018
due by 11 May 2019

Confirmation statement
First statement date 10 August 2018
due by 24 August 2018

Nature of business (SIC)
63110 - Data processing, hosting and related activities


- http://www.dailymail.co.uk/wires/pa/article-5527809/Cambridge-Analytica-founders-new-London-based-data-processing-company.html"]Cambridge Analytica founders behind new London-based data processing company[/URL]

Executives at Cambridge Analytica (CA) and parent company SCL Group registered Emerdata Limited as a data processing company last summer but they have since listed directors linked to private military contractors, secretive political meetings and the Trump administration.
ComputArte08 Maggio 2018, 18:52 #8

Una notizia ...insabbiata....

Grande Shirov!

i media al guanzaglio corto si sono limitrati a dire che Cambridge analytica chiude i battenti per le enormi spese, facendo credere che sia stata lei a sbagliare....quando chi ha raccolto i dati di PRIMA MANO è solamente Facebook.....e soprattutto il dataset con la profilazione è ancora in giro e pienamente utilizzato, per buona pace della stampa che di questo continua in un silenzio nauseabondo...
Agat08 Maggio 2018, 20:12 #9
HackmanG09 Maggio 2018, 01:24 #10
Incredibile, evidentemente questo genere di società fanno comodo e hanno tutti gli appoggi necessari per non fallire mai.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^