Oltre 50 milioni di wearables saranno venduti nel corso del 2015

Oltre 50 milioni di wearables saranno venduti nel corso del 2015

Le stime GfK indicano una forte crescita nelle vendite di dispositivi wearable nel corso del 2015; a crescere più di tutti gli smartwatch, che passeranno dai 4 milioni del 2014 a ben 26 milioni per l'anno in corso

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:31 nel canale Wearables
 

Sono stati circa 17,6 milioni i dispositivi wearable venduti nel corso del 2014, con un peso preponderante dato dalle soluzioni di tracking per lo sport e il benessere fisico vendute in 13,5 milioni di pezzi. Gli smartwatch, categoria molto interessante ma di fatto ancora in divenire, hanno totalizzato vendite per circa 4 milioni di pezzi.

Le previsioni formulate da GfK per l'anno 2015 parlano di un aumento considerevole del mercato, con un totale di circa 51,2 milioni di prodotti wearable che verranno acquistati dai consumatori. Di questi poco più della metà, 26,1 milioni, saranno riconducibili alla categoria degli smartwatch con la restante parte composta da prodotti per il tracking delle attività sportive e in generale del benessere fisico.

Il successo registrato dagli activity tracker nel corso del 2014 è legato alle specifiche funzionalità di questi dispositivi, legate al monitoraggio dell'attività fisica e più in generale del grado di salute e benessere. Nel corso del 2015 la disponibilità di un numero sempre più elevato di smartwatch e la consapevolezza che questi prodotti possono affiancare le funzionalità tipiche degli activity tracker ad altre permetterà agli smartwatch di ottenere quei volumi di vendita così elevati che abbiamo indicato poco sopra.

L'anno 2015 si candida quindi a diventare, secondo le previsioni, come l'anno zero del mercato degli smartwatch. Il passaggio dai 4 milioni di pezzi venduti nel 2014 agli oltre 26 milioni delle stime per il 2015 è un chiaro indicatore di quale domanda possa provenire dai consumatori verso questi prodotti.

Alla luce di quanto visto questa settimana nella cornice del Mobile World Congress di Barcellona, con annunci di vari prodotti wearable da parte di un po' tutti i big dell'industria mobile, non è difficile prevedere una dinamica di questo tipo. Da strumenti validi solo per la notifica di informazioni provenienti dal proprio smartphone gli smartwatch stanno assumendo sempre più una dinamica di indipendenza, con alcuni modelli che si spingono a integrare supporto alle reti telefoniche per la trasmissione dei dati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dimascio06 Marzo 2015, 22:17 #1
Considerato che la Xiaomi con il suo Mi Band ha dichiarato di aver venduto 1 milione di pezzi ai primi di Dicembre 2014, in soli 3 mesi di vendita, vuol dire che ha venduto quasi il 5℅ di wearable non è male!! Chissà con la prossima versione

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^