WhatsApp, rischio ban per chi usa app alternative (come WhatsApp Plus, GB WhatsApp): cosa fare

WhatsApp, rischio ban per chi usa app alternative (come WhatsApp Plus, GB WhatsApp): cosa fare

La società ha fatto sapere che non tollererà più l'uso di client di terze parti, provvedendo a sospendere l'accesso a quegli utenti che vengono scoperti ad utilizzare versioni di WhatsApp contraffatte

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Telefonia
WhatsApp
 

WhatsApp ha iniziato a informare gli utenti che l'uso di client modificati può provocare un ban temporaneo dell'account. Su Android, nello specifico, è possibile installare app modificate, come ad esempio GB WhatsApp e WhatsApp Plus, che consentono di aggiungere nuove funzionalità e possibilità di personalizzazione non ancora introdotte sul client ufficiale. Ad esempio alcune di queste dispongono della modalità di Auto-risposta, permettono di salvare le storie in locale, scaricare o installare nuovi temi visivi, e molto altro. La pratica, comunque, non è più supportata (e sopportata) dal team di sviluppo.

La società ha infatti pubblicato una nuova nota sul sito ufficiale in cui spiega che gli account degli utenti che usano client non supportati possono essere "temporaneamente sospesi". La società spiega anche cosa fare in caso di ban: "Se hai ricevuto un messaggio in-app in cui vieni avvisato che il tuo account è temporaneamente sospeso, questo significa che probabilmente stai usando una versione non supportata di WhatsApp, invece del client ufficiale. Se è così devi scaricare l'app ufficiale per continuare a usare WhatsApp". Bisogna, però, aspettare la durata del ban per continuare ad usarne i servizi.

WhatsApp ha ricordato che le varianti modificate del client non garantiscono gli standard di sicurezza del servizio, e ne violano i Termini d'uso. È inoltre da sottolineare che il download di app contraffatte può mettere a rischio la sicurezza del dispositivo, soprattutto considerando che spesso vengono installate attraverso store di terze parti non sempre affidabili al 100%. In alcuni paesi GB WhatsApp o WhatsApp Plus sono disponibili entrambe via Google Play Store, ma vanno oltre i Termini di Servizio dell'app ufficiale: "Queste app non ufficiali sono sviluppate da terze parti e violano le nostre direttive", spiega la compagnia.

"WhatsApp non supporta questo tipo di app di terze parti perché il team non può validare le loro pratiche di sicurezza", continua, consigliando di effettuare un backup delle conversazioni prima di tornare al client ufficiale da un'app contraffatta. Con WhatsApp Plus la procedura è sostanzialmente automatica: è sufficiente effettuare il backup con l'app modificata e poi scaricare il client ufficiale di WhatsApp su Google Play Store. La cronologia di conversazioni, in questo caso, apparirà anche sulla variante standard di WhatsApp.

Con GB WhatsApp la situazione è un po' più complessa se si viene sospesi dal servizio: bisogna innanzitutto aspettare la fine del ban, con il timer che viene riportato nel messaggio di avviso. Una volta terminato il ban, per esportare la cronologia bisogna andare dall'app su More options, poi Chats e poi Back up chats, e poi rinominare la cartella GB WhatsApp del terminale in WhatsApp. A questo punto è necessario installare il client ufficiale di WhatsApp e ripristinare la cronologia delle conversazioni, con quest'ultima che dovrebbe ritornare senza problemi all'interno della lista delle chat del client.

Potete trovare tutto quello che c'è da sapere sui ban su WhatsApp sul blog ufficiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6909 Marzo 2019, 10:29 #1
In pratica vogliono l'esclusiva della raccolta dati dei clienti anche per poter gestire direttamente eventuali accuse di violazione privacy e complicazioni legali, oltre alla monetizzazione esclusiva del servizio offerto.
Growan09 Marzo 2019, 10:31 #2
Ci sono alternative migliori, ma se la gente ha i paraocchi ed una mentalità retrograda è solo colpa loro...Si meritano tutto
raoulduke88109 Marzo 2019, 11:00 #3
ma vi rendete conto di cosa state parlando?
partite dal presupposto che nessuno vi obbliga ad usare whatsapp; se quindi decidete di usarlo, la società vi obbliga a leggere ed accettare i suoi termini di servizio *prima* di attivare l'account.
se non intendete rispettarli perché volete sentirvi più furbi, ganzi o ribelli, usate altre piattaforme che permettono queste pratiche.

Copioeincollo da https://www.whatsapp.com/legal?eea=1&lang=it#privacy-policy

[I]L'utente non deve (né deve assistere terzi a), direttamente, indirettamente, con mezzi automatizzati o in altri modi, accedere, utilizzare, copiare, adattare, modificare, creare lavori derivati, distribuire, concedere in licenza o sub-licenza, trasferire, visualizzare, eseguire o comunque sfruttare i nostri Servizi in maniera non consentita o non autorizzata o che danneggi, comprometta o leda noi o i nostri Servizi[/I]
Ork09 Marzo 2019, 11:04 #4
nessuno ci obbliga ad usare wa ma nel frattempo sono stato obbligato a passare ad android per gestire la doppia sim e il doppio account wa perché in alternativa venivo segato via dalla rete commerciale e dai contatti personali.
Sandro kensan09 Marzo 2019, 11:38 #5
Stupidaggini: «partite dal presupposto che nessuno vi obbliga ad usare whatsapp;»

Si è obbligati a usare WA eccome, se non lo si usa si è tagliati fuori perché nel mondo reale non puoi dire installati la tale applicazione di comunicazione così posso contattarti ma ti dicono dammi il numero che poi ci contattiamo e danno per scontato che sia tramite WhatsApp. È un obbligo altrimenti la persona capisce che non vuoi contattarla oppure che sei uno "strano" che non usa WA. Si chiama influenza o pressione sociale.
aqua8409 Marzo 2019, 12:04 #6
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Stupidaggini: «partite dal presupposto che nessuno vi obbliga ad usare whatsapp;»

Si è obbligati a usare WA eccome, se non lo si usa si è tagliati fuori perché nel mondo reale non puoi dire installati la tale applicazione di comunicazione così posso contattarti ma ti dicono dammi il numero che poi ci contattiamo e danno per scontato che sia tramite WhatsApp. È un obbligo altrimenti la persona capisce che non vuoi contattarla oppure che sei uno "strano" che non usa WA. Si chiama influenza o pressione sociale.

questa si che è una stupidaggine
raoulduke88109 Marzo 2019, 12:15 #7
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Si è obbligati a usare WA eccome


Assolutamente no.

Originariamente inviato da: Sandro kensan
È un obbligo altrimenti la persona capisce che non vuoi contattarla oppure che sei uno "strano" che non usa WA. Si chiama influenza o pressione sociale.


Vorrei ricordarti che ci si può sentire al telefono e soprattutto che gli SMS esistono ancora. Questo semplicemente per dire che le alternative a WA -per quanto meno comode ed immediate- esistono.
WA offre un servizio soggetto a termini di servizio, se li si vìola per qualsivoglia motivo, il ban non solo è giusto: è sacrosanto.
Filazzolu09 Marzo 2019, 12:39 #8
rimosso whatsapp da tempo ormai ogni volta si bloccava con il messaggio controllo nuovi messaggi molto fastidioso e lento, ora come ora ci voleva un alternativa libera da vincoli. Su pc con bluestack stesso problema controllo nuovi messaggi un paio di minuti poi app bloccata XD
Donagh09 Marzo 2019, 12:42 #9
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Stupidaggini: «partite dal presupposto che nessuno vi obbliga ad usare whatsapp;»

Si è obbligati a usare WA eccome, se non lo si usa si è tagliati fuori perché nel mondo reale non puoi dire installati la tale applicazione di comunicazione così posso contattarti ma ti dicono dammi il numero che poi ci contattiamo e danno per scontato che sia tramite WhatsApp. È un obbligo altrimenti la persona capisce che non vuoi contattarla oppure che sei uno "strano" che non usa WA. Si chiama influenza o pressione sociale.


Se la persona non capisce (o non vuole) che vada fuori (un po di sfoltitura non fa mai male)
nessun obbligo
ci sono sms e chiamate.

Ah si telefono ore pasti (o orario a te comodo)se non sono amici etc (mica vogliamo essere disturbati da cavolate?) dipende tutto da te cosa scegli e vivi la cosa.

Questo TRANNE nel caso in piccola % che non lavori un una ditta che usa per i suoi clienti whatsapp come contatto principale con tutte le variabili del caso.

Per il resto tutto è opzionale, Compreso internet.

(io ad esempio rispondo in giornata alle persone.) e non ho manco dietro il telefono tante volte.
kamon09 Marzo 2019, 12:46 #10
Originariamente inviato da: raoulduke881
Vorrei ricordarti che ci si può sentire al telefono e soprattutto che gli SMS esistono ancora. Questo semplicemente per dire che le alternative a WA -per quanto meno comode ed immediate- esistono.
WA offre un servizio soggetto a termini di servizio, se li si vìola per qualsivoglia motivo, il ban non solo è giusto: è sacrosanto.


Quelle non sono alternative valide, sentirsi via sms NON è come avere continuamente una chat aperta con whatsapp, così come non si può in tutte le situazioni o non è sempre comodo telefonare a voce a qualcuno... Whatsapp è ormai quasi sempre richiesto e necessario nel mondo del lavoro e talvolta anche della scuola, la libera scelta è ormai una favoletta che ci piace raccontarci, lo dico anche da non iscritto a facebook... In certi casi e con certe persone è davvero difficile comunicare per altre vie.

Detto questo, facebook ha assolutamente il diritto di impedire l'uso di client modificati di whatsapp dato che vanno a fondersi e potenzialmente interferire con le loro infrastrutture.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^