WhatsApp, ecco le etichette per combattere spam, pubblicità e catene di sant'Antonio

WhatsApp, ecco le etichette per combattere spam, pubblicità e catene di sant'Antonio

Sull'ultima versione beta disponibile su Android WhatsApp ha introdotto una nuova etichetta per i messaggi inoltrati, che consentirà di combattere spam, catene di sant'Antonio, fake news. Ecco com'è

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Telefonia
WhatsApp
 

Con l'obiettivo di rendere più difficile la diffusione dei messaggi di spam o delle catene di sant'Antonio, WhatsApp ha implementato una nuova funzionalità sulla beta attualmente disponibile per Android. Il team di sviluppo ha infatti inserito un'etichetta per tutti i messaggi che vengono inoltrati, in modo da sottolineare se il singolo messaggio è stato scritto dall'utente o semplicemente copiato da un'altra conversazione attraverso la funzione "Inoltra".

La manovra consentirà di gestire meglio catene di sant'Antonio e spam, come abbiamo scritto poco sopra, ma anche di ridurre il fenomeno della diffusione delle fake news. L'etichetta sarà proposta sia nella schermata della conversazione del ricevente, che del mittente, tuttavia purtroppo c'è un modo particolarmente semplice per aggirare la novità: l'etichetta comparirà solo se il messaggio è stato inoltrato con la funzione apposita, e non se è stato semplicemente copiato e incollato.

Non è chiaro se WhatsApp stia considerando l'idea di rendere più profonda l'implementazione dell'etichetta, ma è evidente che allo stato attuale l'aggiramento è fin troppo semplice per "spammer" e diffusori di bufale professionisti. L'utente non può disattivare la visualizzazione dell'etichetta, né questa può essere rimossa in alcun modo: ogni messaggio che verrà inoltrato attraverso la funzione del client verrà segnalato come tale su tutti i client.

La feature è disponibile attualmente solo sulla versione beta di WhatsApp (2.18.179), ma è probabile che arriverà a giorni sulla versione stabile su tutti i dispositivi compatibili, anche iOS e sulle piattaforme Windows Phone supportate. Fino ad oggi non c'è stato alcun modo per capire se un messaggio ricevuto è stato inoltrato, con il destinatario che non può saperlo se non viene specificato dal mittente. Il messaggio inoltrato, oggi, viene mostrato come una frase scritta dall'utente.

Utilizzando l'opzione Inoltra, però, l'utente può inviare lo stesso messaggio a più di un utente, laddove il copia e incolla obbliga il mittente ad aprire le conversazioni singolarmente e ad interagire con esse.

Chi vuole provare la nuova etichetta può farlo iscrivendosi al programma beta di WhatsApp su Android, oppure scaricando la nuova versione da siti terzi come APK Mirror. La nuova etichetta si aggiunge alle ultime funzionalità introdotte sul client, come ad esempio la possibilità di inviare messaggi vocali senza continuare a premere l'icona sullo schermo o la rivoluzione introdotta nelle conversazioni di gruppo e le modalità aggiornate per la loro gestione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Phoenix Fire12 Giugno 2018, 18:51 #1
funzione inutile, qualche volta capita di inoltrare un messaggio, anche senza nessun intento malevolo, inoltre chi fa spam e simili non credo incolti il messaggio n volte, quanto più che altro lo invii direttamente a tutti quelli che può (che poi io spam su whatsapp ancora non l'ho ricevuto)
demon7712 Giugno 2018, 21:11 #2
Riviviamo in WA ciò che accadeva con le email nei primi anni 2000 quando internet è diventato di massa.

Bisognerebbe filtrare la gente.
\_Davide_/12 Giugno 2018, 23:22 #3
[LIST]
[*]Se la gente fa copia e incolla l'etichetta non compare
[*]Se la catena è "dillo a più persone che puoi" il fatto che risulti "inoltrata" non la rende meno credibile.
[*]La selezione naturale è sufficiente
[/LIST]
maxsy13 Giugno 2018, 00:21 #4
Originariamente inviato da: \_Davide_/
[LIST]
[*]Se la gente fa copia e incolla l'etichetta non compare
[*]Se la catena è "dillo a più persone che puoi" il fatto che risulti "inoltrata" non la rende meno credibile.
[*]La selezione naturale è sufficiente
[/LIST]


...un po troppo lenta però
mrk-cj9418 Giugno 2018, 23:25 #5
comodo,l ma ancora una volta siamo indietro:
su telegram ti viene detto esplicitamente da chi è stato inoltrato (canale, persona ecc).. qua basterebbe mettere solo il nome senza numero di telefono per il bene della privacy
\_Davide_/19 Giugno 2018, 23:32 #6
Originariamente inviato da: maxsy
...un po troppo lenta però


Io pensavo che gli "over 50 indiniati!!!1!!1!" non sapessero inoltrare

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^