WhatsApp, crittografia su chiamate vocali e chat di gruppo in poche settimane

WhatsApp, crittografia su chiamate vocali e chat di gruppo in poche settimane

WhatsApp offre già crittografia nei messaggi testuali scambiati fra singoli interlocutori, tuttavia la protezione delle conversazioni potrebbe raggiungere un nuovo livello con un vicino aggiornamento software

di Nino Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Telefonia
WhatsApp
 

Negli Stati Uniti Tim Cook ha acceso un grosso dibattito con la sua celebre lettera aperta. In questo dibattito da una parte troviamo molte delle firme tecnologiche a favore di una protezione crittografica dei dati presenti su un dispositivo che sia invalicabile anche sotto richiesta governativa, dall'altra organi di giustizia e politici, i quali vorrebbero qualche backdoor e vulnerabilità volontaria per rendere più semplice l'accesso ai dati all'interno di situazioni ben circoscritte. In mezzo c'è Barack Obama, il quale avverte che non è corretto, a suo avviso, avere posizioni assolute sull'argomento.

Si schiera all'interno di questa battaglia anche WhatsApp, il cui team sta attuando alcune manovre per rendere ancora più sicuro il suo client di messaggistica istantanea. WhatsApp offre già dal 2014 una cifratura end-to-end per le conversazioni testuali, ma ad oggi non offre la stessa funzionalità per le conversazioni vocali. La crittografia sulle chiamate e sulle chat di gruppo arriverà però nelle prossime settimane, a detta di due fonti interne citate dal Guardian. La società oggi di proprietà di Facebook tuttavia non ha mai molto pubblicizzato questa caratteristica, così come non ha mai fatto conoscere nel dettaglio al pubblico di massa le tecnologie che utilizza il servizio per la protezione dei dati degli utenti contenuti in esso.

Il team alla base di WhatsApp ha sottovalutato la caratteristica in passato, ed è proprio per questo probabilmente che molti concorrenti siano riusciti a prendere piede nella categoria nonostante il grossissimo successo di pubblico di cui vanta il servizio di Jan Koum. La notizia arriva in seguito alla detenzione di uno dei dirigenti di Facebook in Brasile, che è stato trattenuto dalle autorità di legge dopo che non è riuscito ad offrire un backup dei dati del servizio di messaggistica richiesto dalle stesse autorità.

L'applicazione infatti cifra del tutto i messaggi di testo fra mittente e destinatario in modo tale che i gestori del servizio non possano averne accesso in alcun modo. Lo stato sudamericano aveva bloccato l'accesso a WhatsApp durante lo scorso mese di dicembre probabilmente per gli stessi motivi e un'aggiunta ancora più capillare della crittografia anche nelle chiamate vocali, e non solo nei messaggi testuali, potrebbe di fatto esacerbare le problematiche in quei paesi in cui le autorità richiedono, favoriti dalle leggi vigenti, l'accesso ai dati degli utenti.

Il Guardian fa notare che Google, Facebook e Snapchat stanno pensando di introdurre la protezione via crittografia su alcuni dei servizi offerti, probabilmente in risposta ai fatti avvenuti nelle scorse settimane in Brasile e negli USA. Molte delle società tecnologiche stanno già puntando sul rafforzamento della crittografia, anche se i colloqui fra firme del settore e organi politici e di giustizia americani siano sostanzialmente ancora in pieno corso.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

163 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
matteop315 Marzo 2016, 11:20 #1
Finalmente integreranno definitivamente il protocollo TextSecure che hanno cominciato ad utilizzare nel 2014. Sostanzialmente Whatsapp diventa Signal (ma closed source e coi metadati in pasto a Facebook).

Considerato il volume dell'utenza di Whatsapp, è un bene che adottino integralmente la crittografia end-to-end di default con protocolli aperti e di qualità; i tanto decantati concorrenti dovrebbero prendere esempio.
demon7715 Marzo 2016, 11:30 #2
Originariamente inviato da: matteop3
Finalmente integreranno definitivamente il protocollo TextSecure che hanno cominciato ad utilizzare nel 2014. Sostanzialmente Whatsapp diventa Signal (ma closed source e coi metadati in pasto a Facebook).

Considerato il volume dell'utenza di Whatsapp, è un bene che adottino integralmente la crittografia end-to-end di default con protocolli aperti e di qualità; i tanto decantati concorrenti dovrebbero prendere esempio.


Vorrei capire quali sono i vantaggi e PER CHI soprattutto.
Oggi come oggi dei tizi a caso possono intercettare le mie chat o solo le forze dell'ordine con specifiche richieste o strumenti?
Criptando il tutto cosa cambia? Le forze dell'ordine potranno sempre accededere o restano fuori dai giochi?

Perchè parliamoci chiaro: se criptare serve a fare un favore ai delinquenti e far sbrodolare quattro fissati della "praivasy" non mi piace come cosa.
matteop315 Marzo 2016, 12:18 #3
La crittografia end-to-end fa in modo che solamente mittente e destinatario siano fisicamente in grado di accedere in chiaro al messaggio scambiato, nessun intermediario ne sarebbe in grado, nemmeno l'esercente del servizio. A me, che auspico una società libera e civile, sembra un requisito così ovvio che mi sembra incredibile doverlo giustificare.
La crittografia è l'quivalente digitale della serratura alla porta di casa e alle tende alle finestre.

Originariamente inviato da: demon77
Vorrei capire quali sono i vantaggi e PER CHI soprattutto.

Per tutti (e per tutti intendo tutti).

Originariamente inviato da: demon77
Oggi come oggi dei tizi a caso possono intercettare le mie chat o solo le forze dell'ordine con specifiche richieste o strumenti?

Dipende. Prendiamo come esempio il caso Apple di qualche settimana fa'. Se Apple creasse una backdoor (quindi una versione di iOS debole) in grado di entrare negli iPhone, poi chiunque sarebbe in grado di entrarci e in qualsiasi momento.
http://memeguy.com/photos/images/pa...hone-201922.png

Originariamente inviato da: demon77
Criptando il tutto cosa cambia? Le forze dell'ordine potranno sempre accededere o restano fuori dai giochi?

Chiunque "resterà fuori dai giochi". Pensare che una backdoor possa essere utilizzata solo dai buoni è pura e semplice (e pericolosa) ignoranza.

Originariamente inviato da: demon77
Perchè parliamoci chiaro: se criptare serve a fare un favore ai delinquenti e far sbrodolare quattro fissati della "praivasy" non mi piace come cosa.

Serve semplicemente a fare concretamente in modo che la tua corrispondenza privata sia effettivamente privata.

Ribadisco, applausi per Whatsapp.
FirePrince15 Marzo 2016, 12:20 #4
Originariamente inviato da: demon77
Vorrei capire quali sono i vantaggi e PER CHI soprattutto.
Oggi come oggi dei tizi a caso possono intercettare le mie chat o solo le forze dell'ordine con specifiche richieste o strumenti?
Criptando il tutto cosa cambia? Le forze dell'ordine potranno sempre accededere o restano fuori dai giochi?

Perchè parliamoci chiaro: se criptare serve a fare un favore ai delinquenti e far sbrodolare quattro fissati della "praivasy" non mi piace come cosa.

Puoi sempre usare SMS, in tal modo puoi farti intercettare da FBI, NSA, CIA e chiunque altro lo desideri. Io preferisco la "praivasy" e che le forze dell'ordine facciano il loro lavoro nel mondo reale, e non in quello virtuale. Avanti tutta con la crittografia, tanto possono fare tutte le leggi che vogliono, ma la matematica non si puo' vietare, e cio' che non fa un'azienda in USA lo fara' una in un'altra parte del mondo. Whatsapp sta diventando quasi decente, Telegram sta iniziando a essere un concorrente degno di nota e stanno correndo ai ripari. Bene cosi'.
red5goahead15 Marzo 2016, 12:23 #5
Buona bomba sul treno a tutti. Ma almeno orari e modalità del funerale rimarranno segreti.
matteop315 Marzo 2016, 12:26 #6
Originariamente inviato da: FirePrince
Telegram sta iniziando a essere un concorrente degno di nota e stanno correndo ai ripari. Bene cosi'.

Telegram è un buon servizio dal punto di vista dell'esperienza utente. Da quello della sicurezza molto meno.
Purtroppo non ha la crittografia end-to-end di default (ergo, la utilizzerà sì e no lo 0,1% del suo traffico totale) e il protocollo che utilizza è persino chiuso (anche se vagamente documentato).

Le chat normali di Telegram sono in pratica il sogno di cybercriminali e della sorveglianza massiva, dato che tutte le chat di tutti risiedono in maniera centralizzata assieme a tutte le relative chiavi di cifratura (quindi Telegram ha fisicamente modo di accedervi in chiaro).

Il fatto che di recentissimo in Brasile (dove Telegram è molto utilizzato) sia finito nei guai WA e non Telegram temo dica molto.
demon7715 Marzo 2016, 12:27 #7
Originariamente inviato da: matteop3
Chiunque "resterà fuori dai giochi". Pensare che una backdoor possa essere utilizzata solo dai buoni è pura e semplice (e pericolosa) ignoranza.


Serve semplicemente a fare concretamente in modo che la tua corrispondenza privata sia effettivamente privata.

Ribadisco, applausi per Whatsapp.


Quindi mi confermi esattamente quello che penso:
il vero vantaggio è per i delinquenti che potranno usare beatamente le chat di WA senza temere di essere intercettati.

Non so proprio cosa ci sia da applaudire.
matteop315 Marzo 2016, 12:28 #8
Originariamente inviato da: red5goahead
Buona bomba sul treno a tutti. Ma almeno orari e modalità del funerale rimarranno segreti.

Dico solo che l'attentato di Parigi è stato organizzato via SMS.

Questa storia che la crittografia end-to-end sia la gioia dei criminali e l'intralcio della giustizia per i ligi cittadini ha anche un po' stufato.
matteop315 Marzo 2016, 12:29 #9
Originariamente inviato da: demon77
Quindi mi confermi esattamente quello che penso:
il vero vantaggio è per i delinquenti che potranno usare beatamente le chat di WA senza temere di essere intercettati.

Non so proprio cosa ci sia da applaudire.

http://www.hwupgrade.it/forum/showp...amp;postcount=9
red5goahead15 Marzo 2016, 12:33 #10
Originariamente inviato da: demon77
Quindi mi confermi esattamente quello che penso:
il vero vantaggio è per i delinquenti che potranno usare beatamente le chat di WA senza temere di essere intercettati.
Non so proprio cosa ci sia da applaudire.


Serve soprattutto ai delinquenti, che la Polizia, figuriamoci la NSA! o i rettiliani, voglia intercettare una conversazione privata tra il padre di famiglia e la domestica o anche solo l'appuntamento con il pusher per la modica quantità è semplicemente ridicolo. La maggior parte degli idioti che difendono la privacy a tutti i costi, come un diritto universale al pari della libertà stessa di pensiero e parola, pensano davvero di essere al centro del mondo. Sapessero solo quanto sono insignificanti per il resto del mondo...
la soluzione ? non drogatevi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^