Samsung, iniziata la produzione dei nuovi moduli RAM LPDDR3 da 4 GB per dispositivi mobile

Samsung, iniziata la produzione dei nuovi moduli RAM LPDDR3 da 4 GB per dispositivi mobile

Secondo quanto dichiarato ufficialmente in queste ore tramite una nota stampa, il colosso coreano Samsung avrebbe iniziato a produrre dei nuovi moduli RAM LPDDR3 da 4GB con tecnologia a 20 nanometri

di pubblicata il , alle 16:22 nel canale Telefonia
Samsung
 

Il colosso coreano Samsung ha ufficialmente annunciato nel corso di queste ultime ore di aver iniziato la produzione di nuovi moduli di memoria RAM low power double rate 3, ovvero più comunemente LPDDR3, da 4GB, ovviamente dedicati al mercato mobile e, almeno per ora a dispositivi di fascia alta.

Pordotti utilizzando tecnologia a 20 nanometri, i nuovi moduli di RAM da 4 GB saranno quindi pronti per equipaggiare la prossima generazione di smartphone e tablet.

Paragonati ai moduli LPDDR 3 a 30 nanometri, i nuovi LPDDR3 a 20 nanometri da 4GB offrono prestazioni migliorate di circa il 30%, ma soprattutto un consumo medio di circa il 20% inferiore.

“By providing the most efficient next-generation mobile memory with a very large data capacity, we are now enabling OEMs to introduce even more innovative designs in the marketplace. Our 20nm-class four gigabit mobile DRAM provides another example of our ability to deliver well-differentiated, high-performance, high-density memory to customers in a timely manner,” queste le parole di Young-Hyun Jun, vice presidente della sezione memory sales & marketing in Samsung Electronics.

È difficile immaginare un esordio delle nuove memorie già in occasione del lancio del prossimo Galaxy Note III previsto verosimilmente per il mese di settembre, ma visto il largo anticipo non ci sentiamo nemmeno di escludere del tutto l'opzione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zenida02 Maggio 2013, 21:30 #1
Quindi immagino che dai prossimi rilasci di Android dovremmo aspettarci architetture a 64bit
flapane02 Maggio 2013, 21:40 #2
Già i loro moduli a 30nm, operando a soli 1.25v@1600mhz, sono fra i più ambiti, fra quelli che vogliono ridurre al minimo il consumo della propria macchina.
calabar03 Maggio 2013, 09:40 #3
Nessuno ha notato l'errore nella dimensione dei moduli?
Si tratta naturalmente di 4Gb (Gigabit), non 4GB (GibaByte). La dimensione dei moduli è solitamente diffusa in bit.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^