Samsung annuncia il suo sensore fotografico con i pixel più piccoli: ecco ISOCELL JN1

Samsung annuncia il suo sensore fotografico con i pixel più piccoli: ecco ISOCELL JN1

Un sensore con pixel da soli 0,64μm è stato appena annunciato da Samsung, e arriverà presto sui primi smartphone

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Telefonia
Samsung
 

Samsung ha appena avviato la produzione di massa di quello che definisce "il sensore di immagini con i pixel più piccoli del settore". Ogni singolo pixel di Samsung ISOCELL JN1 è grande 0,64μm, valore record per Samsung, ma in realtà non il più piccolo del settore se si considera che Omnivision a fine maggio ha annunciato un sensore di immagini, nome OV60A, con pixel grandi 0,61μm.

Differenze lillipuziane a parte, ISOCELL JN1 è un traguardo indiscutibilmente importante per i coreani. In una superficie pari a 1/2,76" riesce a immagazzinare 50MP implementando diverse tecnologie come Enhanced ISOCELL 2.0, Smart-ISO e Double Super PDAF. Grazie alla prima Samsung sostiene che il sensore riesce a migliorare la sensibilità alla luce di circa il 16%, il tutto risultando compatibile con tutti i prodotti già esistenti per sensori da 1/2,8".

ISOCELL JN1 è il sensore di Samsung con pixel più piccoli

Questo significa che i produttori potranno utilizzare tutti gli obiettivi realizzati per sensori di dimensioni analoghe, siano essi installati frontalmente, o con lunghezze focali che variano dall'ultra-wide al tele, passando per il grandangolo standard. Il nuovo ISOCELL JN1 potrà contribuire anche a ridurre lo spessore del modulo fotografico di circa il 10%, secondo quanto dichiarato dal produttore. Non manca il supporto alla tecnologia 4-in-1 pixel binning, che consente di usare quattro pixel vicini da 0,64μm per realizzare un unico pixel da 1,28μm allo scopo di quadruplicare la sensibilità alla luce e ottenere scatti da 12.5MP, e non da 50MP, ma molto più luminosi.

Allo scopo di gestire al meglio la luce negli scatti nelle circostanze più disparate, Samsung ha rifinito ulteriormente la tecnologia Smart-ISO per scegliere le modalità a bassi ISO o ad alti ISO in ambienti, rispettivamente, ben illuminati o poco luminosi. Abbiamo poi un miglioramento nella tecnologia della messa a fuoci, chiamata qui Double Super PDAF, che può sfruttare una densità di pixel pari al doppio rispetto a quella delle tecnologie Super PDAF precedenti: questo consentirà di avere le stesse prestazioni in auto-focus in ambienti con livelli di luce del 60% inferiori.

Lato video, il nuovo sensore di Samsung può garantire registrazione a 60 fps anche per i video in 4K Ultra HD, mentre per quanto riguarda la Full HD avremo un frame rate massimo di 240 fps. Avendo avviato la produzione in massa negli scorsi giorni, il nuovo sensore potrebbe raggiungere i primi smartphone "presto", in base alle parole diffuse dallo stesso produttore.

Seguiteci anche su Instagram per foto e video in anteprima!
9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pipperon10 Giugno 2021, 14:59 #1
ISOCELL JN1 è il sensore di Samsung con pixel più piccoli con pixel più piccoli


Traduzione:
ISOCELL JN1 è il sensore di Samsung che fa piu' schifo.
demon7710 Giugno 2021, 15:07 #2
Io capisco l'entusiasmo per il nuovo "record" ma nella news non si parla della cosa più importante: LE PRESTAZIONI.

Sui sensori ottici la storia insegna che più densi sono più crollano le prestazioni.. e qui si bullano di aver cacciato ben 50MPX (roba da MEDIO FORMATO) in una demenziale capocchia di spillo.

Direi che prima di rallegrarsi per qualcosa c'è da vedere qualche immagine, magari di sera.
calabar10 Giugno 2021, 16:45 #3
Ma in genere non erano considerati migliori i sensori con "pixel" più grandi? A parità di tecnologia ovviamente.
Piuttosto, sbaglio io o questi "pixel" dovrebbero chiamarsi fotositi?
pipperon10 Giugno 2021, 16:54 #4
Originariamente inviato da: calabar
Ma in genere non erano considerati migliori i sensori con "pixel" più grandi? A parità di tecnologia ovviamente.
Piuttosto, sbaglio io o questi "pixel" dovrebbero chiamarsi fotositi?


il fotosito e' la sola area sensibile, il pixel l'insieme del fotosito, area prato (il famoso isocell che tanto raccontano e' il materiale del prato), e dell’elettronica di controllo e solitamente e' la dimensione che raccontano.
Oltretutto se non vai con un microscopio elettronico e' difficile capire dove e' uno e l'altro

ma un coso che in quella dimensione ha piu' di 2 megapixel e' condannato allo schifo eterno.

un po di storia e dimensionamenti
http://allarovescia.blogspot.com/20...ixel-utili.html

e come si applicano alle webcam dove presumibilmente andrà' installato.
http://allarovescia.blogspot.com/20...aborascion.html
386DX4010 Giugno 2021, 19:10 #5
Dubito imho che quello che ci voleva ai moduli camera mobili fosse una ulteriore miniaturizzazione per motivi di spazio ("...10% di riduzione spessore.." se forse il problema e' presumibilmente l' opposto.
Ma quando ci saranno smartphone con "216 Megapixels" immagino ci sarà la coda nei negozi!
calabar10 Giugno 2021, 23:53 #6
@pipperon
Grazie della puntualizzazione, mi suonava un po' strano il termine pixel per un sensore fotografico, ma vedo che è quello corretto.
the_joe11 Giugno 2021, 08:17 #7
Per informazione, le dimensioni di un pixel di una reflex FF da 25mp sono circa 33,00um
pipperon12 Giugno 2021, 02:10 #8
Originariamente inviato da: the_joe
Per informazione, le dimensioni di un pixel di una reflex FF da 25mp sono circa 33,00um


in realta meno, si aggirano intorno ai 20, vado a memoria.

Ricordiamo anche che e' un DIAMETRO e quindi la luce che entra e' il QUADRATO della dimensione
un sensore da .6 entra .3 di luce
un sensore da 20 entra 400 (1200 volte tanto)

Inoltre tanti pixel poco spazio vuol dire diafonie a zone prato (meno luce).
e le 1200 volte diventano da paragonarsi come fossero almeno 2400

ma ricordiamo che che le webcam sofrono la diffrazione avendo diaframmi piccolissimi (1:2 su un 4mm e' mooooolto piccolo), di fatto la risoluzione con 1:2 sara' intorno al megapixel, non vedo proprio perché mettente 50.

Il discorso di unire 4 pixel e' una CAXXATA di dimensioni colossali. Se unisco 4 pixel non ho 4 volte la luce perche fra i pixel ci sono i separatori. Inoltre avro' piu' rumore (diafonia) se mi va bene unendo 4 pixel ho il risultato di 2 ma con il colore peggiore.
Vien da chiedersi perche non fare un numero di fotositi di 1/4 che diverrebbe MOLTO meglio.

Di fatto questo sensore e' un sensore imbecille che non ha senso alcuno per un uso consumer.
the_joe12 Giugno 2021, 08:55 #9
Originariamente inviato da: pipperon
in realta meno, si aggirano intorno ai 20, vado a memoria.

Ricordiamo anche che e' un DIAMETRO e quindi la luce che entra e' il QUADRATO della dimensione
un sensore da .6 entra .3 di luce
un sensore da 20 entra 400 (1200 volte tanto)

Inoltre tanti pixel poco spazio vuol dire diafonie a zone prato (meno luce).
e le 1200 volte diventano da paragonarsi come fossero almeno 2400

ma ricordiamo che che le webcam sofrono la diffrazione avendo diaframmi piccolissimi (1:2 su un 4mm e' mooooolto piccolo), di fatto la risoluzione con 1:2 sara' intorno al megapixel, non vedo proprio perché mettente 50.

Il discorso di unire 4 pixel e' una CAXXATA di dimensioni colossali. Se unisco 4 pixel non ho 4 volte la luce perche fra i pixel ci sono i separatori. Inoltre avro' piu' rumore (diafonia) se mi va bene unendo 4 pixel ho il risultato di 2 ma con il colore peggiore.
Vien da chiedersi perche non fare un numero di fotositi di 1/4 che diverrebbe MOLTO meglio.

Di fatto questo sensore e' un sensore imbecille che non ha senso alcuno per un uso consumer.


Il sensore della Sony a3 III ha addirittura quasi 35um

https://www.digicamdb.com/specs/sony_alpha-a7-iii/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^