MediaTek annuncia ufficialmente il primo vero processore octa-core per dispositivi mobile

MediaTek annuncia ufficialmente il primo vero processore octa-core per dispositivi mobile

MediaTek ha annunciato il primo processore octa-core destinato ad animare i dispositivi mobile Android dei prossimi mesi

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Telefonia
AndroidMediaTek
 

Lo scorso sabato, l'azienda taiwanese ha annunciato ufficialmente un nuovo modello di SoC destinato ad essere inserito all'interno di smartphone e tablet Android nei prossimi mesi, dopo il suo rilascio commerciale. MediaTek ha presentato il suo MT6592 come il primo "vero" processore octa-core, modello di cui erano state avvistate alcune prove della sua esistenza la scorsa settimana.

Mediatek MT6592 octa-core

Come sappiamo infatti, Exynos 5 Octa di Samsung non riesce ad utilizzare tutti gli otto core presenti all'interno del package contemporaneamente, dedicando i quattro basati su architettura Cortex A15 agli incarichi più complessi, quando il sistema richiede maggiore potenza, e lasciando i compiti meno onerosi dal punto di vista della potenza computazionale agli altri quattro core Cortex A7 presenti.

Nel nuovo SoC di MediaTek tutti gli otto core presenti potranno essere utilizzati contemporaneamente senza surriscaldare eccessivamente il dispositivo. Dotato di frequenze operative da 1.7 a 2GHz, MT6592 potrebbe superare anche i 30.000 punti su AnTuTu, uno dei benchmark più diffusi su Android. Il risultato porterebbe il nuovo MT6592 in cima alle classifiche, superando anche i prossimi Snapdragon 800 di Qualcomm e Tegra 4 di nVidia.

Mediatek MT6592 octa-core

MediaTek è una società divenuta famosa per la presenza dei propri chip all'interno di dispositivi economici destinati spesso solamente ai mercati emergenti. La società non dispone di una struttura specifica per la produzione dei propri chip, elemento che non le garantisce la stessa autonomia di Samsung o Qualcomm, ma che le permette di produrre a costi decisamente bassi rispetto alla concorrenza diretta.

La società taiwanese dispone di oltre il 50% delle quote di mercato relative ai SoC integrati in dispositivi di fascia bassa e media, e l'introduzione di un octa-core a prezzi ridotti e dalle prestazioni incredibilmente elevate potrebbe permettere a MediaTek di scalzare Qualcomm come più grande produttore di chip per dispositivi mobile al mondo.

PhoneArena sostiene che la produzione in grandi volumi è prevista per il prossimo novembre e non ci resta che aspettare per vedere quali produttori di smartphone annovereranno fra le loro offerte il nuovo MT6592 octa-core di MediaTek.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7729 Luglio 2013, 15:03 #1
Ormai è gara senza quartiere..
Certo mi chiedo anche a che cavolo serve avere ben OTTO core attivi.. va bene la scalabilità del carico di lavoro che permette di accendere solo alcuni core per risparmiare energia.. ma già con quattro mi pare che il traguardo sia raggiunto..

In ogni caso un SOC del genere ha senso su talbet e a salire.. sarebbe sprecato in uno smartphone. (salvo la possiblità du usare una docking station)
nonikname29 Luglio 2013, 15:46 #2
Anche questo soc ha la gpu PowerVR G6200 ??

Vedi anche ---> http://vr-zone.com/articles/mediate...rvr-series6-gpu
JackZR29 Luglio 2013, 16:03 #3
Nell'ottica dei tablet che si convertono in netbook può avere il suo senso, ancora di più ne ha nell'ottica dell'Ubuntu Phone, tuttavia in questo futuro settore credo regnerà Intel perché ha già pronti processori con un buon rapporto prestazioni/consumo ed è in grado di far girare l'OS più utilizzato dalla massa, Windows che nella sua ultima versione è sostanzialmente già predisposto per i vari utilizzi (smartphone/tablet e PC).
Balthasar8529 Luglio 2013, 18:02 #4
Originariamente inviato da: JackZR
Nell'ottica dei tablet che si convertono in netbook può avere il suo senso, ancora di più ne ha nell'ottica dell'Ubuntu Phone, tuttavia in questo futuro settore credo regnerà Intel perché ha già pronti processori con un buon rapporto prestazioni/consumo ed è in grado di far girare l'OS più utilizzato dalla massa, Windows che nella sua ultima versione è sostanzialmente già predisposto per i vari utilizzi (smartphone/tablet e PC).

Fino ad arrivare alla "fusione" tra tutti gli ambienti

Quante e quali saranno tutte queste app che poi beneficiano delle architetture multi-core mi domando e dico..


CIAWA
zbear29 Luglio 2013, 18:17 #5
@JackZR

A me pare invece che Windows abbia fatto un bel "epic fail" con la fascia tablet e smartphone....

Mentre Android mostra una vitalità eccezionale e con questi ARM sotto il cofano ci troveremo dei veri smartphone trasformabili in tablet/desktop con poca farica.
Forse l'alba di una nuova evoluzione nei prodotti informatici per utenti....
LMCH30 Luglio 2013, 06:01 #6
Se non sbaglio, le attuali soluzioni "chiavi in mano" proposte da ARM non supportano 8 core simultanei.

Potrebbe essere che MediaTek ha comprato la licenza architetturale (quella che permette di progettare da se i core o customizzare pesantemente i core "standard) ?

Apple e Qualcomm usano già quell'approccio, pure Samsung sta puntando a "progettare da se i core" ed ora pure MediaTek ?
FabryHw30 Luglio 2013, 16:45 #7
Originariamente inviato da: LMCH
Se non sbaglio, le attuali soluzioni "chiavi in mano" proposte da ARM non supportano 8 core simultanei.

Potrebbe essere che MediaTek ha comprato la licenza architetturale (quella che permette di progettare da se i core o customizzare pesantemente i core "standard) ?

Non so come sia il chip Mediatek ma mi pare che il limite di 4 core di Arm sia per cluster, metti 2 cluster sullo stesso chip ed hai 8 core.

Insomma qualcosa tipo i primi quadcore Core2Quad di intel che erano realizzati usando 2 dualcore sullo stesso package.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^